venerdì 10 dicembre 2010

Fallometria per sgamare i falsi gay

Sentite che roba: stando a BBC News Europe, quelli che chiedono asilo politico alla Repubblica ceca perchè perseguitati in quanto omosessuali vengono sottoposti ad un test FALLOMETRICO (!!) e cioè collegati ad una macchina che misura l'afflusso di sangue nel pene durante la proiezione di un porno eterosessuale. Se i richiedenti si arrapano, il test è concluso negativamente e l'asilo politico è rifiutato. Roba da pazzi. Ma per dirla tutta, il ministero dell'interno della Repubblica ceca ha reagito con sdegno a questa notizia, precisando che il discutibile test è stato usato in meno di dieci casi e solo dietro espresso consenso scritto e che quindi la critica di violare la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, invadendo la sfera intima e riservata delle persone, è infondata (fonte >>). Due osservazioni: 1) il fatto che la FALLOMETRIA sia stata usata poche volte non è affatto una giustificazione. Poco o tanto, il concetto non cambia 2) non sono affatto sicuro della scientificità e dell'affidabilità di un simile test. Molti di noi, pur omosessuali, non lo passerebbero.

PS. Non so se il dispositivo di cui alla fotografia di questo post è quello utilizzato nel test: a me pare più la macchina che fa ping di Montyphytoniana memoria...

1 commento:

loran ha detto...

Ridicolo l'eccitazione dipende dal momento e dalla situazione, io pur essendo gay mi sono una volta eccitato nel vedere un nudo di Modigliani.