mercoledì 4 giugno 2008

Deodorante alla pupù di pecora

Deodorante per armadi realizzato con carta "riciclata" dalla pupù di pecora (click >>) "La pupù di pecora viene sterilizzata completamente bollendola a 120 gradi in contenitori pressurizzati e lavata ripetutamente per svariati giorni fino a farle perdere il cinquanta percento del peso originale (una pecora digerisce solo il 50% delle fibre di cellulosa che ingerisce). Occorre molto tempo per trattare le fibre risultanti ed unirle ad altri materiali riciclati per poi poter realizzare la carta. E' un processo difficile da portare a termine ed il metodo esatto è un segreto ben custodito". Ammazza! Non so se resisto alla curiosità...

3 commenti:

byb ha detto...

non oso pensare quanti prodotti (chimici? potenzialmente inquinanti?) siano utilizzati per questo processo.

Gan ha detto...

Tempo fa vidi un documentario che raccontava di un villaggio indiano dove gli abitanti si sono specializzati nella fabbricazione di carta ricavata dalla cacca di elefante, che là si trova in giro per strada come da noi quella dei cani.
Il processo di lavorazione è totalmente artigianale e casalingo; il prodotto ottenuto, di buona qualità, permette a quella gente di ottenere un reddito discreto.

B6x75 ha detto...

Se potessimo ricavar carta dalle cagate che fanno i nostri politici credo che potremmo tranquillamente smetterla di abbattere alberi in Amazzonia.