martedì 3 luglio 2007

Qualcosa non va

"Ehi, io sono Chris, ma potete chiamarmi Fat Man! Ho ventisei anni, vivo a Rutland, nel Vermont, e peso circa 180 chili: con questo sito intendo mostrare a tutti la mia suprema grassezza! Guardatemi mentre mangio un sacchetto di patatine di quasi tre etti e 1260 calorie o mentre mi schiaffeggio lo stomaco finchè diventa rosso! Se vi piace l'intrattenimento di alta qualità che vedete sul mio sito >>, prendete in considerazione la possibilità di una donazione tramite paypal! Le donazioni consentiranno a Fat Man di comprare altro cibo per mantenere la sua grassezza, per fare gli spettacoli di ingestione del cibo sulla webcam e comprare le cose che desidera per godersi al meglio la vita!"

Non saprei dire cosa, ma di certo qualcosa non va. Che tristezza.

7 commenti:

Alessandro Magno ha detto...

AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH

Anonimo ha detto...

Velies... se vuoi spaventare qualcuno per favore avvisaci!

Io preferisco beccarmi un infarto perché vedo un bel pezzo d'uomo, non uno come quello!

Guido.

Alessandro Magno ha detto...

Vel...scusa ma ha ragione anonimo chist ma avutat o' stomaco (mi ha fatto rivoltato lo stomaco) il suo sito poi è alluciante. Chi se ne frega di quanto mangia, probleimi suoi...vantarsi di essere con un piede nella fossa...

Velies ha detto...

già. l'ho trovato sconcertante pure io (ero anche tentato di non mettere neanche il link). Vai a sapere cosa scatta nella testa della gente con un problema tanto evidente.

ZeroShin ha detto...

Che schifo.

baol ha detto...

Bah. Va a capire cosa contiene la scatola cranica di certa gente. Questo qui o è matto da legare, o fa dell'ironia (auto-ironia) talmente sottile, in contrasto con la sua stazza, da non riuscire più a capirla neanche lui. Sò probblemi seri...
In fondo anche gli obesi sono degli emarginati, dei "diversi" come noi; può darsi che con questo abbiamo sperimentato la sensazione di chi vede noi da fuori: ostentare una condizione che i più -purtroppo- considerano malata, sbagliata, 'deviata' ecc.
Noi siamo nel giusto, 'fat man'... chissà.

Anonimo ha detto...

Che taglia di tette ha?
Comunque grazie, sono "guarito", dopo un simile trauma credo che andrò a rinfoltire le fila di che sbava dietro alla velina di turno