giovedì 22 marzo 2007

Sex symbol sfioriti

Richard Gere, ex sirenetto di American Gigolo (in cui, trentenne, si mostrava al suo apice), alla soglia dei sessantanni non se la passa benissimo: saranno gli occhiali bifocali, ma in questa foto sembra mi' zio.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Non lo sai che il tempo passa per tutti? Anche tutti i manzi che ci sono qui saranno dei catorci fra 30 anni, che fissazione sta bellezza fisica...

Velies ha detto...

hai assolutamente ragione, anche circa la mia ossessione sulla bellezza fisica. E' che quando si è stati dei sex symbol, come Gere, forse sarebbe bello ritirarsi prima di dare a qualcuno l'occasione di dire "guarda come è conciato". O no?

Anonimo ha detto...

NO, non sono d'accordo per niente. Ma perché mai si dovrebbe ritirare scusa? Perché gli son venute le rughe? Ma non è possibile essere così superficiali! Questa è la mentalità hollywoodiana per cui le attrici dopo i 40 anni (se va bene) possono crepare di fame perché nessuno le ingaggia più, fossero le più brave del mondo.
Infatti non si vede più Deemi Moore per dire il primo nome, allora buttiamo via anche Meryl Streep ormai non ha mica più 20 anni! e via così.
Innanzitutto PERCHE' MAI uno dovrebbe dire "come è conciato": E' UN UOMO come tutti, è invecchiato come tutti, NON è un Dio immortale. Perciò che sia invecchiato e non sia più un sex symbol la vedo una cosa naturalissima. Ma perché, ci dobbiamo scandalizzare? Casomai dirò "guarda come è diventato" e non "conciato" che presuppone un giudizio negativo. In secondo luogo trovo molto discutibile la mentalità del tipo "sei diventato vecchio e/o brutto togliti dalle scatole", è molto parente del "sei brutto levati di mezzo", ma devono solo esistere i belli e i giovani? Sarei d'accordo con te se alla sua età facesse ancora ruoli da sex symbol alla American Gigolo, ma non mi sembra proprio. Si è dato a tutt'altro genere. Ogni stagione ha i suoi frutti e non capisco questa ossessione per la bellezza fisica che è quanto di più caduco esista. Anzi, tanto di cappello perché evidentemente delle "occasioni" in cui gli danno del conciato se ne frega.
Faccio presente che oltre a essere un essere umano soggetto al tempo è un attore (non un manichino), perché mai dovrebbe ritirarsi ora che non ha più il fisico di un trentenne? Allora bruciamo tutti gli attori over 40.
Prima lo si è apprezzato per la sua bellezza ora lo si può apprezzare per molte altre cose.
Poi sinceramente non mi sembra proprio che sia diventato un mostro. Capirei lo stupore in questo caso.
Questa mentalità del "bello" è MOLTO discutibile: ora che non è più un giovane figo può dare al cinema qualcos'altro che il suo corpo, in primis l'esperienza e maturità. Un attore diventa (in teoria) sempre più bravo con l'esperienza. Ricordo che Eastwood non è più quello dei film di Leone, ma è diventato un regista superbo. Per fortuna non tutti pensano che quando la gioventù e la bellezza sfioriscono si possa anche crepare.
Poi stupiamoci perché sul alvoro, nella società ecc. i belli han la strada spianata, se tutti ragionassimo in base ai canoni estetici...
Da ultimo permettimi di dire, senza polemica, che spesso le tue considerazioni sugli attori e sulla tua "veneranda" età sono un po' ridicole e irritanti... ma se hai 35 anni!!!! Se sei un vecchio matusa tu non so... non è che ti piangi un po' troppo addosso? A 70 anni cosa fai?

Velies ha detto...

hai ragione, ed infatti la mia era solo una battuta. Agli uomini di spettacolo, venuta meno la bellezza, resta il talento e il carisma (giusto il tuo paragone con clint eastwood): non penso affatto che dovrebbero ritirarsi (come ho detto, la mia era solo un'osservazione scherzosa), è che a me Mr. gere non è mai piaciuto molto e ora che è venuto meno uno dei suoi motivi di appeal, mi piace ancora meno. Oltretutto penso che ci siano attori molto più talentuosi di lui. Tutto qui :)