sabato 15 luglio 2006

Arguzie linguistiche

Vi piacciono, i "memory stick" USB? Si tratta delle classiche penne USB inserite fisicamente in autentici pezzi di legno che sono stati scelti proprio a questo scopo: peccato che in italiano si perda il doppio senso della parola stick che infatti vuol dire anche rametto.

Se questo non vi scoraggia, e soprattutto se avete 45 euri da buttare via (questo è infatti il prezzo del taglio minimo, 256 mega), potete acquistare questa bellezza online >>. A me piaceva più il sushi USB, comunque. Ah, quanto ad arguzie linguistiche, vi suggerirei di guardare anche queste... (attenzione, post gay liberal).

Nessun commento: