venerdì 23 giugno 2006

Bellezza perfetta

Ragazzi, come mi piace Rafael Lazzini, il ventunenne brasiliano di cui vi avevo già parlato!! Ve lo immaginate, ad averlo come vicino di ombrellone?!? Riuscireste a staccargli gli occhi di dosso?

Come già sapete, Rafael ha ventunanni, ama lo sport che gli consente di allenare l'intero corpo (piuttosto che un pezzo alla volta) e si definisce un po' esibizionista, che, tradotto in italiano, vuol dire che ama essere guardato. Accontentarlo non mi sembra poi così difficile.

Per inciso, questo bellissimo (pure troppo!) giovanotto è il terzo Rafael che compare su questo blog, ed in effetti è il mio preferito tra i suoi omonimi. Non dimenticate però di controllare anche Rafael2 e Rafael3, per quanto fare una classifica del genere sia oggettivamente impossibile.

13 commenti:

Stormbelt ha detto...

ma sei un assassino!!!!

come ti viene in mente di mettere delle foto così con questo caldo?? ^^

sto per avere un infarto! Il mio cuore potrebbe nn reggere oltre...

Mamma mia che roba oh!!

Ehm, uno zip??? :D :D :D

Velies ha detto...

Zip?!? What's Zip?!? :) Vedremo,vedremo... :D
Oh, tanto per parlare, ma non preferisci Sciòn, che quando l'ho visto tra un po' mi veniva male?!?

tidusquall ha detto...

stupendo!!! diro cosa darei per essere al posto di quella chitarra!!! *__*

Ray Bradbury ha detto...

Noi qui si preferisce Rafael a Sciòn... interessante notare come il concetto espresso da tidusquall sia assai a quello proposto da me via email, Velies, no?! ;-)

Velies ha detto...

Boh... ((O__o))
Secondo me Sciòn non lo avete guardato bene...

tidusquall ha detto...

si si meglio Rafael che Sean(e così che si dovrebbe scrivere, no?) cmq mi fa piacere che che qualcuno ha avuto la mia stessa idea vedendo quella immagine di Rafael!! :D

Stormbelt ha detto...

vi giuro che anche io ho avuto la stessa idea quando ho visto quella chitarra!!! Siamo da ricovero tutti??? ^^

Cmq scion ( :D ) nn mi piace proprio... nono... rafael e fernando restano i miei preferiti!

Velies ha detto...

L'idea della chitarra l'avete avuta tutti?!? E' perchè siete degli zozzi!!! :D :D
Cmq se Scion/Shawn non vi piace, mi tengo il resto delle foto...

tidusquall ha detto...

aspetta Velies .. adesso mi incuriosisci ... che tipo di foto hai di Scion? *_*

Velies ha detto...

Tidus' avevi detto che non ti piaceva... scrivimi in privato, poi ti dico
veliesblog(at)gmail.com

Anonimo ha detto...

mio ex..:-)))

Margot ha detto...

mmmmmm...posso votare per lui? Non c'è votazione?! imploderò.
Margot

Anonimo ha detto...

NARCISSUS




Cortesía de OSCAR PORTELA


Agregar esta publicación a favoritos
Enviar esta página por email
Imprimir artículo

A Rafael Lazzini

Ya se nublan mis ojos donde antaño
florecían los dátiles silvestres y se habrían
las bayas o la entera floresta era la voz
secreta y silenciada de zafiros que brillan en el cielo.

Todo ha pasado ya. Ya todo está enterrado conmigo.
Soy sombra de mi sombra. Un caminante extraño
y un mendigo. Más todo reunido en la memoria
"habla en voz baja y en secreto". Ay un zureo en
mi - digo presagios - , hago caer las lluvias,
y en esta noche clara donde mi ojos claman
por la luz arde el deseo.

¿Adonde el diamantino espejo, adonde?

Así hablaba callando cuando me vi en tus ojos
raudamente y en tu sonrisa senti virar mi alma
como torna hacia aquellos espacios siempre abiertos.

Era yo el que miraba y a mi mismo veía en los tus ojos
calmos lagos y en tu sonrisa me vi otra vez ,adolecido
de amor, desfalleciendo quedamente. ¿Como perderme ya
si de tus ojos mana mi imagen claramente?. Eso es todo Rafael.

Jamás nadie en mundo, atónito volvió a su patria
cuando se vio en tus ojos nuevamente y tú me sonreías.

¿Era el Dios prometido? ¿O es Perseo que vuelve a mí
marcándome los rumbos que yo creí perdidos para siempre?.

Y Pegazo en tu rostro descubría sus alas de cometa.
No era el sueño que un sueño a mi traía. Eras tu Rafael que de las
aguas de América emergías, todo magia y belleza,
todo poder y fuerza de elementos. Rodocrozita para ti Lazzini.

Bello Dios de una Arcadia que mo ha muerto.

Y solo en ti me veo ya. Y todo es eso. Como el loto se abre
Solitario así en tu boca me abro hacia el afuera.
Y estoy aquí otra vez. Es un destino cierto. Ya no esperaba.

Pero un relámpago alumbro tu imagen de Dios y de Hombre
Y a mi mismo me vi otra vez, ya sumergido para siempre
y en mi propio elemento convertido.

(A Rafael Lazzini el nuevo Perseo del siglo XXI )

Oscar Portela
Corrientes 2007-08-21
Argentina.