lunedì 16 gennaio 2006

Tutte in Svizzera

Ragazze, tutte in Svizzera! Cogliamo il consiglio che ci viene dall'Ente del Turismo svizzero, che suggerisce alle signore un modo per liberarsi dalla bruttura del calcio in TV e dai prossimi Campionati del mondo:

Mentre vostro marito beve birra, guarda 22 uomini correre dietro una palla e insulta l'arbitro, venite in Svizzera ad apprezzarne le bellezze naturali...

Lo spot pubblicitario è carino e niente affatto volgare, ed il casaro, a destra, un vero spettacolo. Verificate voi stessi, quant'è discreto! Quanto al viaggio, ci faranno sconti comitive?!?

7 commenti:

Simone ha detto...

La Svizzera è un Paese che mi è sempre piaciuto molto...

Fil ha detto...

...non c'entra nulla con questo post, ma volevo sapere se c'è un modo per contattarti a prescindere dal tuo blog, tipo via MSN, ICQ etc...
se c'è, ed io sono tanto impedito da non averlo trovato, ti prego di segnalarmelo senza svergogarmi troppo...io sono laureato in lettere classiche -_-

Grazie -in ogni caso-, Fili

Marco ha detto...

Già, il casaro (che altri non è che Renzo Blumenthal, il vincitore del titolo di Mr.Svizzera) è davvero un gran bel pezzo di ragazzo.

Comunque è inutile che prenoti un viaggio in Svizzera: rischi di arrivare troppo tardi. Non abito lontano dal confine e appena finito di postare il commento conto di partire alla ricerca del casaro :-p

gere ha detto...

però in svizzera fa freddo oh! io non ci andrei neanche se mi pagassero! già qui sta nevicando e il mio umore è tre metri sotto terra! (3mst!) sgrunt!

Velies ha detto...

Minchia, Mr. Svizzera è davvero uno da applausi a scena aperta!!!!

Gere, con uno così sai come ti scaldi...

Fili, se ti va bene ci sarebbe un email... veliesblog@gmail.com

Anonimo ha detto...

Interessante la Svizzera, anche se per me sarebbe un po' troppo lontana, avrei comunque dimestichezza con i casari... anzi che dico! mi vado a fare un corso accellerato! Velies sei troppo simpatico, un bacio
WiTzEr

Pars ha detto...

Se qualcuno ha già organizzato il pullmino, io ci sono! Anche senza sconti comitive il viaggio vale decisamente la candela...