venerdì 6 gennaio 2006

Pubblicità

Adoro la pubblicità, spesso è migliore dei programmi che interrompe o delle righe che spezzetta. Di questi tempi è difficilissimo impressionare lo spettatore, dato che ormai se ne sono viste di cotte e di crude, dunque rimango sempre stupito di fronte ad un messaggio efficace, specie quando, come in questi casi, è trasmesso tramite un'immagine relativamente semplice.

Vedete qui sopra la spettacolare pubblicità del gay film festival di Oslo, della quale ricorderete le versione eterosessuale; sotto ci sono quella di una scuola di arti marziali (geniale!!) e l'ultima, quella di Naber, puro caffè d'Arabia. Se non l'avete capita, non siete i soli... Qualche idea?

5 commenti:

Anonimo ha detto...

L'ultima pubblicità, essendo un caffè d'Arabia, l'ombra dovrebbe rappresentare una moschea con il minareto....

Sensato ha detto...

ah? oddio non l'avevo capito, pensavo proiettasse una moka +_+ però è stupenda!!

Velies ha detto...

concordo. Trattasi di minareto, anche se lì per lì lo avevo preso per un cellulare con tanto di antenna. Il che significa che quando il messaggio è troppo oscuro, qualcosa non va.
VLS

gere ha detto...

adoro anche io la pubblicità! ;)

Daniele ha detto...

Anche io pensavo ad una moka -.-