sabato 28 gennaio 2006

I cowboys secondo me

Di Brokeback Mountain ho parlato, ri-parlato e stra-parlato, non mi resta che aggiungere la mia personale impressione sul film ed accantonare l'argomento, almeno fino a quando Heath Ledger non si sarà aggiudicato il meritato Oscar di cui si parla, giustamente, per la sua interpretazione proprio in questo film.

Ero preparato, sapevo esattamente cosa aspettarmi, eppure il film mi ha emozionato e fatto commuovere ugualmente. I protagonisti non sono due uomini che hanno rapporti omosessuali, ma due *persone* che non sono capaci di vivere fino in fondo il loro amore, e questo rapporto irrisolto segna la loro vita, la compromette, è causa di fallimenti, di rancori reciproci, e, in un certo senso, anche della tragedia finale. Un film che turberà i regolari, che forse si aspettano di vedere scene di perversione, e che invece sono esposti allo spettacolo di un amore senza nome, senza etichette, così normale che potrebbe capitare anche a loro. Brokeback Mountain dovrebbero vederlo per primi proprio loro, i regolari. Non cambierà la loro vita, come non ha cambiato la nostra, ma chissà che, se siamo fortunati, non capiti loro di diventare un po' più indulgenti.

1 commento:

ConsorzioManzetti ha detto...

:) se non era un film di culto l'abbiamo fatto diventare noi! :)