venerdì 30 maggio 2014

Prestante Fassbender

L'attore trentasettenne Michael Fassbender riscuote molto successo tra gli uomini che amano gli uomini e, naturalmente, non solo tra loro per svariate ragioni: ha un'espressione sbattuta e intrigante, un corpo snello e tonico ed è piuttosto prestante. 


Michael non si è mai risparmiato davanti alla cinepresa e non ha occultato proprio nulla di sé, quindi scovare ciò che di fatto non è mai stato nascosto corrisponde alla scoperta dell'acqua calda. Tuttavia queste foto rimangono piuttosto sexy.

Confezioni fallaci

Corleone Jodel

Avete presente lo Jodel, il canto tipico delle valli tirolesi? Questo attraente signore ne padroneggia la tecnica al punto da poterlo utilizzare per intonare una delle più belle colonne sonore di film mai composte, quella de Il Padrino (che è da sempre una delle mie preferite e che tutte le volte mi si attacca in testa neanche una zecca). Il risultato, per quanto un po' sconcertante, non è privo di un suo valore armonico.

martedì 27 maggio 2014

Massaggio col serpente

A Cebu, nelle Filippine, ci si può far praticare un massaggio davvero rilassante: ci si reca nello zoo cittadino e ci si distende supini onde consentire a pitoni burmesi di avvolgerci tra le spire, così, per vedere l'effetto che fa. In teoria dovrebbe essere un massaggio rilassante, però a vederlo così non sembrerebbe. Prima di respingere l'idea dovreste comunque considerare che 1) il massaggio è gratuito 2) i serpenti vengono precedentemente nutriti con vari chilogrammi di pollame onde saziarne la fame 3) tutti insieme pesano soltanto 250 kilogrammi e hanno dei nomi così carini (Michelle, Walter, EJ e Daniel) che non si può averne paura. Certo, basta non muoversi e attenersi strettamente alle istruzioni che si ricevono... Il gestore dello zoo, che tra l'altro è provvisto di un nome di chiare origini italiane, Giovanni Romarate precisa: "All'inizio i visitatori sono timorosi ma quasi tutti gli ospiti che provano il massaggio coi serpenti poi lo apprezzano". Anche al bel ragazzo del filmato, piace "... tranne quando i serpenti cercano di stringermi il collo"

venerdì 23 maggio 2014

giovedì 22 maggio 2014

Thor a passeggio


Il trentenne interprete del dio vichingo Thor, Chris Hemsworth, a passeggio in questi giorni a Londra. 

Mi piace, ma troppo pompato. Lo preferivo in Rush.

martedì 20 maggio 2014

Baci secondo George Takei

Non si raccolgono 7 milioni di follower, come il settantasettenne George Takei, se oltre a pubblicare fumetti risibili non si hanno cose da dire. Mr. Takei è intelligente ed equilibrato e anche se di solito evito di riproporre cose pubblicate da altri (specie quando questi "altri" sono delle personalità di spicco della blogosfera), stavolta faccio un'eccezione con questo brano che, prendendo spunto da un famoso bacio televisivo, quello tra il giocatore di rugby Michael Sam e il suo ragazzo, sviluppa una riflessione generale

"Molto è stato detto a proposito del momento in cui Michael Sam ha baciato il suo ragazzo alla televisione nazionale mentre entrambi festeggiavano la notizia dell'ammissione di Sam nella squadra dei Ram. Si sono abbracciati e baciati come fanno tutte le coppie eterosessuali quando uno dei due riceve una notizia che cambia in positivo la vita. Purtroppo molti commentatori hanno manifestato repulsione e alcuni giornalisti a Dallas hanno abbandonato il set, disgustati. I conservatori hanno attaccato ferocemente i media per il fatto stesso di aver mandato in onda quel bacio. E, diciamocelo, in tanti hanno provato imbarazzo persino nell'intimità del loro salotto. Anche persone gay, non abituate a veder resa pubblica una tale manifestazione di affezione e preoccupate, magari giustamente, delle ripercussioni negative.

E' chiaro che il mondo si deve ancora abituare al fatto di vedere due uomini che si baciano (mentre la vista di due donne che fanno la stessa cosa non provoca la stessa reazione tra gli uomini eterosessuali). La versione asettica della vita felice dei gay che viene rappresentata nelle sit-com come Modern Family raramente si spinge a rappresentare baci appassionati. Tuttavia è ingenuo credere che le coppie gay felici non si bacino regolarmente come quelle eterosessuali. Sostenere che si è a favore della parità dei diritti ma dire che non si vuole vedere o assistere a momenti di intimità significa negare nuovamente un aspetto fondamentale della nostra umanità - quello di poter esprimere proprio quell'amore. E indovinate cosa. Anche le cerimonie "stesso sesso" si concludono con un bacio, quindi se appoggiate l'uguaglianza matrimoniale è meglio che vi prepariate ad assistere ad uno sbaciucchiamento tra gay.

Se l'immagine di due uomini che si baciano vi fa disgusto, chiedetevi il perché. Chiedetevi come mai l'amore di qualcun altro, e la manifestazione pubblica di esso, dovrebbe influire sulla vostra vita e sulla possibilità di godervi la vostra libertà. La reazione viscerale negativa che molti sperimentano si riduce a quello che io chiamo il fattore BLEAH: vedere qualcosa alla quale non si è abituati e reagire con un BLEAH. I cavoletti di Bruxelles ripugnano a tanti. Ma BLEAH non è mai una base valida per la legge o per la politica. Il vostro disagio è un problema solo vostro e non può e non deve diventare un problema degli altri. Non molto tempo fa il bacio sarebbe stato enormemente controverso se il ragazzo di Sam fosse stato invece una ragazza bianca. Il primo bacio interraziale fu quello tra Kirk e Uhura in Star Terk e causò grandi reazioni. A quei tempi il fattore BLEAH era molto più elevato. Quando io ero giovane, sarebbe stato illegale per me sposare una donna bianca e oggi sono sposato con un uomo bianco. I tempi cambiano e anche gli atteggiamenti. Forse la cosa più interessante del bacio tra Sam e il suo ragazzo è il fatto che nessuno si sia lamentato del fatto che era tra un bianco e un nero. 

Sono sicuro che la prossima volta che un giocatore NFL bacia il suo ragazzo in TV non ci sarà altrettanto polverone. Potremo allora parlare di come gioca bene a football e non del fatto che si dà il caso che sia gay. Ma fino a che le persone penseranno che un bacio è la fine del mondo come lo conosciamo, purtroppo dovremo continuare a parlarne fino a che il fattore BLEAH sarà uscito di scena."

Dannato Takei, mi ha tolto le parole di bocca. :)

venerdì 16 maggio 2014

Evandro immoto

Evandro Soldati, il noto top model brasiliano per il quale da molto tempo ho sviluppato un'ossessione senile, a quanto pare assume praticamente la stessa posa in tutte le foto

Anzi, tra il primo e il secondo scatto sembra che gli abbiano detto "fermo così che ti togliamo la maglietta". 


Non che negli altri, appartenenti ad altri servizi fotografici, appaia molto più mobile. (qui un altro suo scatto classico)

I coniugi Patrick Harris

Neal Patrick Harris, protagonista di How I met your mother e il suo compagno David Burtka in condizioni normali sono piuttosto carini entrambi. Qui, colpa forse anche dell'aspetto scheletrico di Neal e dei vestiti improbabili, non si possono guardare.

mercoledì 14 maggio 2014

Tatuaggio di morsi di cimici

Matt Camper, un astuto entomologo, ha pensato bene di usare la propria pelle per un esperimento abbastanza bizzarro. Si è procacciato un barattolo e una sottile rete metallica. Ci ha applicato sopra una specie di stencil a forma di coniglietto e, dopo aver riempito il barattolo di un migliaio di cimici del letto (!), l'ha sigillato con il tappo, in modo che i simpatici insetti avessero come unico punto di fuga proprio la retina sagomata. Successivamente il geniale Matt si è poggiato sull'avambraccio il suddetto ordigno e quello che vedete sopra è il risultato finale: un tatuaggio composto di tanti piccoli morsi di piattole che, ovviamente, hanno arrossato la pelle, componendo l'immagine finale. La cosa interessante è che non solo il "tatuaggio" non è permanente: l'operazione non è neppure dolorosa. Sul momento. Il bello viene quando, trascorse 24 ore piene, la pelle si gonfia, l'immagine si cancella ed inizia il prurito. (qui >> il filmato che documenta l'intera procedura). Bravo Matt.

martedì 13 maggio 2014

Gelato allo zampetto di maiale

Il gelato allo zampetto di maiale è una delle tante specialità di una "storica" gelateria di Taipei (Taiwan). Da "Snow King" si possono infatti gustare, tra altri, deliziosi gelati al manzo, al pollo all'olio di sesamo, al tofu e alla carne secca (fonte >>). La gelateria è in effetti un posto da intenditori: all'apparenza è solo un negozietto pulito ma di aspetto modesto, illuminato da luci al neon e provvisto di sgabelli e lunghi banconi seduti ai quali si può consumare lo sfizioso dessert. Eppure è in attività dal 1947 ed è attualmente gestito dal ventottenne nipote del fondatore, Kao Jih-hsing che ora ha 82 anni e si limita a sporadiche visite alla gelateria, forse per garantire che le ricette, tutte di sua invenzione, rimangano un segreto di famiglia gelosamente conservato. Ci auguriamo tutti che rimangano tali: il gelato allo ZAMPONE non mi attira poi tanto.

lunedì 12 maggio 2014

Maledetto lunedì

Un selfie a caso per rendere meno dura la ripresa della settimana e per ricordare ciò che pure ben sappiamo e cioè che il viso è di gran lunga la parte più sexy in un ragazzo. Questo è giusto un po' più carino di un tizio che frequento per ragioni "professionali", ma non tanto.

Parole da fantascienza



Parole da fantascienza, almeno secondo gli standard italici, quelle del giudice Piazza che ha statuito che l'impedimento al matrimonio tra omosessuali nello stato dell'Arkansas è incostituzionale. 

"Sono passati oltre quaranta anni da quando a Mildred Loving (una donna di colore arrestata per aver sposato un bianco) è stato riconosciuto il diritto di sposare la persona di sua scelta. Da allora, l'odio e la paura sono da tempo svaniti e lei e suo marito hanno vissuto una vita piena insieme. Così sarà anche per le coppie dello stesso sesso. E' tempo che il faro della libertà splenda più fulgido su tutti i nostri fratelli e sorelle. Questo ci renderà tutti più forti."

Temo che nessuno di noi, per i prossimi 50 anni almeno, sentirà un giudice o un legislatore italiano dire una cosa del genere. Non è facile far capire alle persone che l'omofobia non è soltanto la violenza fisica o verbale ma anche la continua rimozione, l'essere confinati nell'irrilevante giuridico, sprovvisti di un qualsivoglia riconoscimento sociale e meramente tollerati (quando va bene).

venerdì 9 maggio 2014

Jeans gay

I "Jeans gay" sono realizzati in cotone colorato col classico blu. Dopo averli portati per un po' e lavati, tuttavia, il blu stinge, rivelando l'orditura di fili colorati che "compone" la bandiera rainbow. Creati dal designer statunitense Steven Wheeler, sono prodotti grazie ad una raccolta pubblica di fondi promossa online e venduti ad un prezzo non esattamente conveniente (80 dollari), una parte del quale viene devoluta ad associazioni GLBT. Quanto occorre perché i jeans gay "escano dall'armadio" e si rivelino per quello che sono, mostrandosi attraverso il colore blu? "Succederà al momento giusto! Le cose buone richiedono tempo", si legge nel sito >> Un'idea simpatica che però mi dà da pensare. E' necessario avere anche i jeans che fanno coming out? E' una metafora positiva o fallace, come istintivamente mi verrebbe da pensare? Pronunciatevi!

martedì 6 maggio 2014

Carni di Svezia: Björn Barrefors

Finora il ventisettenne atleta svedese Björn Barrefors mi era colpevolmente sfuggito. Scusate. 





Provvisto di doti fisiche evidenti (e anche di meno evidenti, anche se per questo non meno pregevoli), Björn è bello e soprattutto sexy. 

Guardate che bel viso che ha. Che meraviglia.

lunedì 5 maggio 2014

"Dickangelo" dipinge Gesù con il pene

Brent Ray Fraser, in arte "Dickangelo" fisicatissimo trentacinquenne canadese, artista, modello e performer, porta la nobile arte di dipingere usando parti del proprio corpo ad un punto di non ritorno: si serve della fava (lo so, avrei potuto usare il solito giro di parole ma in questo caso non sarebbe stato altrettanto incisivo). Osservazioni varie: 1) servendosi del suddetto gingillo Brent Ray disegna molto, molto, molto meglio di quanto potrei fare io con pennello, colori professionali e carta giapponese 2) secondo me, tanto bene non gli fa - considerando che l'attrito meccanico dei genitali contro superfici dure non è il massimo 3) a me fanno allergia certe creme per il viso, figuriamoci la tempera sulla f*** 4) soprattutto, soprattutto: PERCHE' Gesù e non una natura morta, un paesaggio o anche PAPERINO?! Boh. Genti strane. Il filmato tuttavia è anche abbastanza sexy per quanto un po' noioso (dato che il pittore dipinge in costume adamitico non lo vedete sul blog, bensì qui >>). In ogni caso, meglio questo "Dickangelo" che il suo predecessore "Pricasso", anche lui artefice di quadri con la stessa tecnica pittorica ma con doti di avvenenza fisica molto minori.

domenica 4 maggio 2014

Gli orrori della zoofilia

C'è della gente davvero malata, in giro: su questo sito >> trovo un'intervista ad un tale "Michael", 29enne danese (che non è il tizio della foto), il quale racconta candidamente la sua relazione sessuale col proprio cane. Ripugnante, ma a modo suo interessante.
"Sono sempre stato curioso, ma i primi rapporti sono iniziati un paio d'anni fa. Ne ho parlato con un'amica e anche lei si è incuriosita. Lei aveva un suo cane e un giorno gli ha permesso di prenderla. Me ne ha parlato l'indomani e io sono andato a vedere. Poi ho provato io stesso. Il cane sembrava interessato a me e gli ho permesso di avermi." Vi risparmio i dettagli che sono orribili; tuttavia il racconto non manca di un certo umorismo involontario "C'è il rischio di contrarre malattie veneree quando si fa sesso con gli animali. E' una delle ragioni per le quali non presto il mio cane ad altre persone. Inoltre mi sembrerebbe sbagliato: lui è parte della famiglia. (...) non usiamo mai profilattici, contengono sostanze che non fanno bene al cane e bisogna stare attenti". Roba da pazzi. Eppure, per tanti, tra omosessuali, pedofili e zoofili non c'è poi una gran differenza. Anzi, le legittime istanze dei gay vengono di solito avversate con una serie di argomenti (sempre uguali) tra i quali c'è il timore che, venendo meno certi "limiti", qualcuno potrebbe poi sposare il proprio cane. Il che, naturalmente, è un'emerita cazzata (qui e anche altrove ho provato a parlare di affectio come elemento determinate), ma non ci salva ugualmente dal sentircela ripetere.

Portatazze da tè vintage

Questo genere di foto, al giorno d'oggi, viene etichettato con la dizione WTF. Ps si riprende, ragazzi. Vi sono mancato? :)