mercoledì 15 ottobre 2014

Luke Evans, fuori e dentro l'armadio

Forse qualcuno avrà presente Luke Evans, il trentacinquenne attore gallese che si è visto in passato in vari film di pseudo mitologia e che ha acquistato ora una certa visibilità grazie alla sua partecipazione a lo Hobbit. Molti anni fa Evans rilasciò varie interviste che non vi sarà difficile ritrovare in Rete, nel corso delle quali, con grande tranquillità, si dichiarava omosessuale  ("tutti sanno che sono gay e nella mia vita di gay a Londra non l'ho mai nascosto (...) Sono ciò che sono") e rivelava anche alcune sue peculiari abitudini ("ho comprato la mia prima rivista porno gay a 15 anni e continuo nella mia ricerca, ogni notte. Cosa serve per essere un buon porno star? Un ca*** grande e grosso!"). La cosa è poi cambiata dopo che l'attore gallese si è affidato ad altro manager e ha acquisito una qualche notorietà. Le sue dichiarazioni si sono fatte via via più ambigue e, seguendo un copione che conosciamo bene, si è mantenuto sul dico/non dico e si è anzi avventurato in alcune rettifiche di ciò che aveva detto tempo prima. Ultimamente invece pare che il vento sia cambiato di nuovo e che Evans abbia di nuovo voglia di uscire dall'armadio, anche se le sue risposte sull'argomento rimangono ben poco esplicite (fonte >>) Un fatto poco interessante, dirà qualcuno: in fondo chi se ne frega. Concordo: ma speriamo che se il Nostro si decide finalmente di dichiararsi, non venga poi elevato ad icona dei diritti dei gay: l'ansia di santificazione è grande e la voglia di trovare modelli positivi lo è altrettanto. Tuttavia, per diventare opinion maker servirebbe un po' più di coerenza.

Nessun commento: