mercoledì 22 gennaio 2014

La sagra del topo morto

Il mondo è un posto davvero bizzarro. Nella cittadina spagnola di El Puig (Valencia), nel corso dell'ultima domenica del mese di gennaio, si tiene l'amena sagra del roditore defunto (!!). In pratica è una specie di gioco della pentolaccia: solo che i contenitori che vengono fracassati non contengono dolciumi e altre prelibatezze, bensì topi morti che vengono allegramente gettati contro gli astanti. La cosa simpatica di questa bella festa è che il fortunato che viene toccato dal roditore deve a propria volta raccoglierlo e lanciarlo nuovamente, per il ludibrio dei più


Pare che la singolare sagra sia nata perché, secoli fa, le pignatte erano spesso invase dai topi i quali facevano la loro apparizione "a sorpresa" proprio nel momento in cui i paioli venivano rotti per gioco: scagliarli via non era poi tanto strano. Molto più strano è che un simile passatempo sia durato nel tempo. Boh. Contenti loro: ma non temete, nessun ratto viene appositamente ucciso per perpetrare la tradizione. Al contrario, quelli defunti per cause naturali vengono conservati in frigo proprio per partecipare alla sagra.

Nessun commento: