giovedì 11 dicembre 2014

Pinocchio giapponese

Al Pinocchio versione nipponica non è il naso che si allunga. 



Sconcertante ed orribile. Secondo me poi uno cresce pure complessato. (fonte >>)

lunedì 1 dicembre 2014

Il calendario dell'avvento secondo me

Da diversi anni confeziono un personalissimo calendario dell'Avvento. Come nel tradizionale cowntdown al Natale, ci sono 24 caselline che vanno aperte una al giorno: nel mio, tuttavia, le Case hanno un titolo volutamente fuorviante rispetto al contenuto, e celano un'immagine in grado di suscitare ilarità, raccapriccio o concupiscenza. Spesso persino le tre cose contemporaneamente :). Il gioco consiste nel visitarlo quotidianamente e togliersi la curiosità circa il "personaggio" del giorno: se l'indovinate a partire dal titolo siete bravi. Un esempio? 30 NOVEMBRE: L'ELEFANTE A cosa si riferisce? Al pachiderma? Ad un tizio particolarmente corpulento? Nessuno dei due (qui la relativa immagine). Vi piace il gioco? Allora visitate (giornalmente) il

domenica 30 novembre 2014

Anziano cinese si percuote i testicoli con oggetti pesanti

Lo chiamano "Palle d'acciaio" ed è l'equivalente cinese di Tafazzi, il personaggio creato da Aldo Giovanni e Giacomo (quello che si picchia i testicoli con una bottiglia cantando GAM GAM). L'anziano signore di nome Zhou Chengli, infatti, è un maestro della tecnica qigong che gli consentirebbe di raggiungere un elevato stato di concentrazione e di deviare addirittura il flusso del sangue, indirizzandolo ad altre parti del corpo. Grazie a questi esercizi segretissimi, l'uomo è in grado di picchiarsi i testicoli con oggetti pesanti senza apparentemente risentirne affatto. La ragione per la quale uno si dovrebbe frangere l'apparato urogenitale con grossi pesi non è stata tuttavia rivelata. C'è chi dice che il qigong "genitale" avrebbe svariati vantaggi sulla salute, a mio avviso non compensati dal rendere inservibile i propri gingilli. Guardate il filmato qui >> Fantastico.

Jake Gyllenhaal pugile

Questo orribile pezzo di carne pare che sia Jake Gyllenhaal in un film di prossima uscita. 

Lo preferivo di gran lunga nella sua incarnazione precedente.

martedì 25 novembre 2014

Ispettori del retto dei piccioni

Agenti di polizia cinese hanno ispezionato il retto di 10.000 piccioni onde scongiurare il rischio di potenziali attentati terroristici attuati, appunto, a mezzo di "piccioni bomba". Sembra talmente assurdo da essere impossibile invece è vero: è accaduto il mese scorso a Beijing, e l'ispezione anale di sicurezza faceva parte del pacchetto di misure di prevenzione necessarie in vista della Giornata Nazionale celebrata nella famigerata piazza Tienanmen. (fonte >> e fonte >>) Certe notizie mi riconciliano col mio lavoro: per quanto poco bello, peggio che rovistare nel retto dei volatili non sarà di sicuro.

lunedì 17 novembre 2014

Colton stanco ed affamato

Il giovinetto Colton Haynes, attore e modello di una certa rinomanza, commenta con un post su Istagram la fatica di tenersi in forma e risulta comunque lascivo ed indolente. E terribilmente vanitoso.

La follia del prof che picchia l'alunno

Avrete sentito la notizia che ha avuto una certa eco in questi giorni: la scorsa settimana, un insegnante della provincia di Perugia avrebbe dapprima apostrofato con pesanti frasi omofobe un alunno "E' una brutta malattia essere gay. Dico a te, tu ne sai qualcosa" e poi, di fronte alla reazione del ragazzo, di appena 14 anni, lo avrebbe aggredito fisicamente, calciandolo alle gambe, colpendolo alle spalle e, non pago, prendendolo per il collo. Ora, non è difficile che si scateni la solita giaculatoria dei distinguo, per cui l'insegnante, "in fondo in fondo..." e "bisogna vedere cosa è successo davvero, sai, dipende dal contesto..." (ecc. ecc.) E' importante quindi non perdere di vista il punto fondamentale. Se la notizia fosse confermata, un insegnante avrebbe MENATO UN QUATTORDICENNE, cioè gli avrebbe messo le mani addosso. Quanto più in basso di così si può scendere, considerando che questo tizio dovrebbe essere un educatore?!? Il ragazzo gli ha risposto male (ipotizziamo)? E quello si mette a questionare con un ragazzino e, per averne ragione, GLI MENA?!? Inaudito. L'aggravante, naturalmente, è l'odio cieco espresso da questo signore contro i gay in generale e il suo allievo in particolare. Quanti altri episodi come questi sono necessari perché si prenda atto che nel 2014 (quasi 2015) in un paese come l'Italia esiste un'emergenza omofobia, al cui propagarsi contribuiscono tanti che si ritengono in buona fede? E se fossero davvero questi a soffiare involontariamente (o, come credo io, volontariamente) sul fuoco? Vergogna.

lunedì 10 novembre 2014

I proclami di Bagnasco, l'ostilità della gente

Ho sempre seguito la dialettica politica sulle questioni che, da omosessuali, ci riguardano e più volte avevo espresso la convinzione che i gay, essendo invisi all'uomo della strada, non avrebbero mai potuto ambire ad alcun riconoscimento della loro condizione di individui ed eventualmente di parte di una coppia, dovendosi al massimo accontentare di essere meramente tollerati come soggetti la cui identità è indifferente all'ordinamento giuridico e per questa ragione, non regolata. 

Chissà però che, contro ogni previsione, il vento non stia davvero cambiando. E' notizia di oggi che il presidente della Conferenza episcopale italiana, il solito Cardinale Bagnasco, ha nuovamente tuonato contro le "nozze gay" e ha affermato che esse sarebbero un cavallo di troia in grado di minare mortalmente la famiglia, la quale, "come definita e garantita dalla Costituzione, continua ad essere il presidio del nostro Paese, la rete benefica, morale e materiale, che permette alla gente di non sentirsi abbandonata e sola davanti alle tribolazioni e alle ansie del presente e del futuro". 

Inutile spendersi nelle solite argomentazioni di buon senso che, a mio avviso, sostengono efficacemente la posizione dei commentatori schierati a favore delle tante vituperate "nozze gay": più interessante è soffermarsi sui commenti che sono stati lasciati dagli "uomini della strada" (e quindi non da specialisti) nei forum dei giornali mainstream (Corriere, Repubblica per citare i due che ho consultato). Il 95% dei lettori ha scritto messaggi contrari agli argomenti di Bagnasco, manifestando approvazione all'ipotesi di riconoscimento giuridico ai legami tra omosessuali e sincera ostilità nei confronti del Cardinale

Quale delle due pulsioni, quella filo gay o quella contro Bagnasco, abbia spinto i lettori ad esprimersi in un modo piuttosto che in un altro ha poca importanza. L'importante è che le ragioni che fino ad ora hanno giustificato la scandalosa deprivazione di diritti a danno dei gay cominciano a sgretolarsi e a mostrarsi per quello che sono: meri pregiudizi. Forse tutto accade molto molto lentamente, eppure qualcosa si muove. Persino nell'Italia del Vaticano.

martedì 4 novembre 2014

Baby Depp

Il superdivo Johnny Depp a 16 anni. Se la cosa non implicasse concupiscenza verso un minore di età direi che l'avrei trovato carino.

Fungo antistress

Originale gadget "fungo antistress", utile a garantirvi il giusto sollievo dallo stress o comunque un invito a cena da un collega (se il destino continua ad essere beffardo, orribile). Pare che si tratti della migliore soluzione adottata in Giappone per gestire la rabbia - così almeno assicura il sito da cui l'ho tratto. Se, in previsione delle prossime Sante Festività vi andasse un regalo di pessimo gusto, potete investire otto euro scarsi cliccando qui >>

mercoledì 29 ottobre 2014

Intimo femminile sexy per lui


Pare che mettere indumenti femminili per uomo (!) sia l'ultima tendenza dell'eros e in effetti in Rete se ne fa un gran parlare: non fatevi ingannare però dalla foto che vedete e che è solo apparentemente sexy. 


I prodotti in vendita (questi sono realizzati da hommemystere.com >>) probabilmente su un uomo meno fisicato fanno tutt'altro effetto e sono comunque oggettivamente inguardabili. Niente di paragonabile all'ornamento chiamato C-STRING, in vendita sempre tramite lo stesso sito (chi indovina prima di vedere di che si tratta è bravo)

domenica 26 ottobre 2014

Mutande protettive antisesso

Queste attraenti mutande protettive difendono dai germi e dalle malattie veneree la zona normalmente lasciata esposta durante il sesso, quella dell'inguine e quindi non si sostituiscono al classico preservativo bensì si aggiungono ad esso. Perfette per chi ha la fissazione dell'igiene e per chi desidera un contraccettivo orale (quelli cioè in grado di suscitare un PUSSA VIA che garantisce la serata in bianco). Il geniale prodotto, in puro lattice lavabile (!) si chiama SCROGUARD ed è disponibile per soli 19.90 dollari direttamente online. 

Magari non è bello a vedersi, ma la sua utilità è discutibile e comunque non è privo di controindicazioni ovvero di effetti collaterali. La non perfetta aderenza e la formazione di sacche di aria durante l'uso può indurre il partner a ritenere che soffriate di meteorismo. (p.s. notate che il raffinatissimo spot pubblicitario è, almeno in parte, pure in rima!)

mercoledì 15 ottobre 2014

Luke Evans, fuori e dentro l'armadio

Forse qualcuno avrà presente Luke Evans, il trentacinquenne attore gallese che si è visto in passato in vari film di pseudo mitologia e che ha acquistato ora una certa visibilità grazie alla sua partecipazione a lo Hobbit. Molti anni fa Evans rilasciò varie interviste che non vi sarà difficile ritrovare in Rete, nel corso delle quali, con grande tranquillità, si dichiarava omosessuale  ("tutti sanno che sono gay e nella mia vita di gay a Londra non l'ho mai nascosto (...) Sono ciò che sono") e rivelava anche alcune sue peculiari abitudini ("ho comprato la mia prima rivista porno gay a 15 anni e continuo nella mia ricerca, ogni notte. Cosa serve per essere un buon porno star? Un ca*** grande e grosso!"). La cosa è poi cambiata dopo che l'attore gallese si è affidato ad altro manager e ha acquisito una qualche notorietà. Le sue dichiarazioni si sono fatte via via più ambigue e, seguendo un copione che conosciamo bene, si è mantenuto sul dico/non dico e si è anzi avventurato in alcune rettifiche di ciò che aveva detto tempo prima. Ultimamente invece pare che il vento sia cambiato di nuovo e che Evans abbia di nuovo voglia di uscire dall'armadio, anche se le sue risposte sull'argomento rimangono ben poco esplicite (fonte >>) Un fatto poco interessante, dirà qualcuno: in fondo chi se ne frega. Concordo: ma speriamo che se il Nostro si decide finalmente di dichiararsi, non venga poi elevato ad icona dei diritti dei gay: l'ansia di santificazione è grande e la voglia di trovare modelli positivi lo è altrettanto. Tuttavia, per diventare opinion maker servirebbe un po' più di coerenza.

Il libro da colorare di James Franco

James Franco, il noto attore statunitense, tiene un comportamento che, in una donna, gli etero definirebbero da drizza***** (scusate, ma quando ce vo', ce vo'). Si mostra sempre piuttosto discinto, spesso in atteggiamenti di tenerezza con altri uomini ed è sempre ambiguo quando gli domandano se è gay o no. (Io credo di no, ma questo non ha importanza). Funziona, questo suo continuo mettersi in mostra con trucchetti da 4 soldi? Evidentemente sì e gli frutta anzi un sacco di pubblicità gratuita. Se è per questo infatti, qualcuno ha addirittura realizzato il libro da colorare "non ufficiale" di James Franco che è possibile accaparrarsi per una decina di euri abbondanti direttamente online >>

giovedì 9 ottobre 2014

Cucinare coi preservativi

"Cucinare coi preservativi", un interessante libro di cucina dall'autore di manga Kyosuke Kagami, spiega ben undici ricette che possono essere realizzate utilizzando i preservativi come utensili per la preparazione. Tra le più curiose, il sushi profilattico, ma non mancano altre prelibatezze come le LUMACHE nei preservativi e dei biscotti la cui modalità esatta di realizzazione sono lieto di ignorare. Sembra uno scherzo ma in effetti non lo è e anzi, è un'iniziativa meritoria perché è volta a promuovere l'uso dei condom anche all'interno dei rapporti di coppia. 

Il libro, comunque, esiste davvero e lo si trova qui >>

Modelli insignificanti: Gustavo

Il giovane Gustavo Gasparini è la dimostrazione vivente che non basta essere brasiliani per essere dei sex symbol. 

La metà dei ragazzi che vedo in piscina sono meglio di questo. Un paio sono molto, molto meglio :(

lunedì 6 ottobre 2014

Gioielli a forma di cacca di piccione

I gioielli "a forma" di cacca di piccione li fa una designer inglese, Frances Wadsworth Jones che li commercializza con l'irriverente nome di Mandati dal cielo, una collezione di spille ispirate ai piccioni di Londra (!?) pensata "per capovolgere sottosopra la tradizione nella gioiellerie e la bellezza". Nella foto vedete la fase iniziale, che parte dalle foto delle evacuazioni dei molesti pennuti, e quella finale del procedimento che raffigura l'elegante monile perfettamente realizzato. Gli inglesi si vantano di essere eccentrici, ma qui si esagera. Che orrore.

mercoledì 1 ottobre 2014

Mickey Rourke infagottato


L'attore statunitense Mickey Rourke, sessantadue anni, fotografato in questi giorni nella sua deliziosa tenuta da ginnastica. 

A me non piaceva nemmeno a 30 anni, ora che di anni ne ha più del doppio forse potrebbe agghindarsi in modo un po' più sobrio e signorile.

Robot per dentisti

Showa Hanako 2 è la seconda generazione di un robot per fare pratica con le cure odontoiatriche. Prodotto, manco a dirlo, in Giappone, è provvisto di una pelle ultrarealistica in silicone e di un interno bocca pressoché perfetto realizzato da un'azienda che confeziona bambole per adulti (!). L'inquietante robot è in grado di sbattere le ciglia, di muovere la testa, pronunciare qualche parola e soprattutto di avere il riflesso del rigurgito, non auspicabile nei giocattoli sessuali ma prezioso per gli aspiranti dentisti per i quali è difficile giudicare l'effetto delle loro cure sul paziente.

domenica 28 settembre 2014

Prolunga per pollice

Non c'è dubbio che in questo momento iPhone 6 sia l'oggetto del desiderio e naturalmente, quando si tratta di lussuria io stesso non sono certo immune - per quanto in questo caso si tratti di concupiscenza indirizzata ad un gadget tecnologico. Tra le tante critiche che sono state mosse ai mega-display che hanno preso piede c'è quella della scarsa utilizzabilità e il fatto che per compiere anche la più semplice operazione occorrano due mani. Fortunatamente c'è chi ha pensato ad una soluzione: la giapponese Thanko >> vende online una prolunga per il pollice, cioè una specie di ditale di plastica sagomato come il dito nel quale si calza: in questo modo si può raggiungere anche l'estremità più lontana dello schermo e riuscirci senza per questo apparire degli idioti che portano protesi per farlo. L'aspetto naturale del geniale attrezzo garantisce questo. P.s. comunque a me sembra una cosa sessuale presa da qualche sito zozzo...

mercoledì 24 settembre 2014

Candele fetenti

Non so per quale ragione qualcuno dovrebbe acquistare delle candele che emanano fragranze sgradevoli invece che profumi: se quel qualcuno esiste, tuttavia, credo dovrebbe dare un'occhiata al sito candelefetenti >> tramite il quale, tra altre, vengono vendute anche quelle che vedete nella foto, "agli odori corporali" (!) la cui immagine promozionale, non a caso, è un'ascella pezzata. E' come se qualcuno fosse riuscito a infilare una borsa da palestra in una candela, ha osservato uno dei clienti del geniale prodotto che ciononostante stuzzica ben poco la mia curiosità. Eppure le "fragranze" sono molte e molto diverse tra di loro: tra quelle che non inducono il voltastomaco solo a parlarne ci sono "Olio da motore", "Banconote nuove", "Auto nuova" e "Giubbotto di pelle". Le altre potete vederle da soli.

lunedì 22 settembre 2014

David Gandy si palpa da solo

Il trentaquattrenne modello britannico David Gandy, volto e corpo di molti brand della moda, si produce in una simpatica posa fatta apposta per esser bloggata/retwittata - tipo le foto che girano in questi giorni di Jared Leto, ma molto più di gusto e, secondo me, pure più sexy. Ps Oggi è lunedì e so già che non ce la posso fare :(

giovedì 18 settembre 2014

domenica 14 settembre 2014

Nozze kitsch tra l'ottantenne e la ragazzina

L'amore non conosce età. Lui è Richard Lugner, ricco imprenditore austriaco, 81enne. Lei è Cathy Schmitz, infermiera 24enne, tra di loro ben 57 anni di differenza. In questa galleria le immagini delle nozze a Vienna tra voli di colombe, ancelle, carrozze. Un evento seguito in diretta streaming da molti media austriaci. Un evento gioioso ma anche kitsch per venire incontro alla giovane sposa che aveva chiesto un "matrimonio da favola" (Ansa, ripresa da molti giornali online). Ci state prendendo in giro?! E' questo il santo matrimonio, origine della famiglia naturale sulla quale si basa la società contemporanea?! Dove sono tutti i moralizzatori che, in difesa di questa sacra cellula elementare, si schierano contro i matrimoni tra persone dello stesso sesso? Non mi venite a dire che c'è qualcosa di "sacro", in un'unione espressamente definita kitsch tra una ragazzuccia e un tizio che potrebbe essere su' nonno! E andiamo!

venerdì 12 settembre 2014

Hamburger nero in vendita in Giappone

"Kuro Burger", che vuol dire proprio Hamburger nero, attualmente in vendita nella catena Burger King Giappone. Panino "a base" di carbone di bambù, salsa di aglio, cipolla e nero di seppia e formaggio nero, insaporito anch'esso con carbone di bambù. (fonte >>


Ora come ora non riesco ad immaginare una pietanza che mi attrae meno. Ah, no: una sì :)

Jared Leto XXL

L'ultraquarantenne (perfettamente conservato) Jared Leto è il leader di una band di levatura piuttosto modesta ma, a quanto pare, di un certo successo commerciale, i Thirty Seconds to Mars. Ha dei trascorsi cinematografici, mi si dice di un discreto livello ed è stato in grado di generare molto desiderio. Per esempio, a me in Alexander (probabilmente uno dei film più brutti mai confezionati), Leto è piaciuto e non poco.

Image and video hosting by TinyPic
A quanto pare, oltre quelle a quelle canore e a quelle recitative, il buon Leto è provvisto anche di una ulteriore virtù, quella meno apparente, "fra tutte le virtù la più indecente" - come diceva De André. Basta per desiderare un uomo? Sì e no. Non basterebbe se colui che la sfoggia ha quella come unica dote. Leto, tuttavia, sembra disporre anche di altro, per quanto la barba e i capelloni gli stiano malissimo.

martedì 9 settembre 2014

All'asta la tuta spaziale sovietica per cani

Il sito auctionata.com ha acquistato da un collezionista privato un raro cimelio della corsa allo spazio: una tuta spaziale russa risalente al 1960 che è stata usata per inviare nello spazio il cane Belka (o Strelka, gli storici non concordano sull'identità dell'astronauta a quattro zampe...), poi fortunatamente per lui atterrato sano e salvo il giorno successivo. Costruita in nylon, cotone, alluminio e gomma, il prezioso cimelio sarà messo all'asta il prossimo 13 settembre direttamente online >> Sfortunatamente, il lotto non comprende il casco spaziale: nel caso foste interessati a fare un'offerta, è bene che lo sappiate subito.

lunedì 8 settembre 2014

I falli degli eroi Disney

I personaggi dei cartoni animati Disney degli ultimi anni hanno suscitato un certo interesse anche per il loro aspetto fisico. I tempi degli eroi efebici come Peter Pan sono infatti passati e oggi occorrono protagonisti più tonici e anche in un certo qual modo, sexy. La fantasia di molti si è scatenata e non sono mancate riletture maliziose di famosi personaggi come Hercules, Aladdin ed altri di cui ho parlato qui, molto molto tempo fa. Tuttavia questo innocuo passatempo ultimamente pare aver raggiunto l'ultima frontiera: il blog Jezebel.com che, stando a Wikipedia si ispira al motto VIP, Sesso, moda per donne senza fotoritocco ha immaginato questi personaggi in costume adamitico, ipotizzando la forma e le caratteristiche dei rispettivi falli (clic >>)



In questo post, eccezionalmente non censurati (mi sembrava ridicolo mettere un bollino nero su un disegnetto), vedete il principe azzurro di Biancaneve e qui sopra la Bestia in versione umana. Buffe e supertrash le descrizioni fisiche dei personaggi: "Quest'uomo ha un uccello normale, flaccido, non circonciso con peli pubici spuntati ed in buon ordine, diritti e non curvi e palle piuttosto piccole, vicine al corpo" oppure "Mediamente dotato, flaccido, non circonciso ma quasi completamente coperto da una pazzesca quantità di pelo pubico disordinato e non spuntato. Cespuglio ENORME"- si riferisce ovviamente a La Bestia. C'è qualcosa di disgustoso e lascivo in questo genere di dettagli fintamente spiritosi: sarà anche vero che non ci sono zone franche per lo "scherzo" o il gioco, ma io della descrizione anatomica dei falli degli eroi Disney avrei fatto pure a meno. Sia detto senza falsi pudori o moralismi, naturalmente.

Ricky Martin e la Pausini cantano i Queen

Per quanto mi riguarda, la combinazione di un bell'uomo con la musica dei Queen è praticamente irresistibile. Ricky Martin resta sempre un bel vedere nonostante abbia da un po' superato i 40 (siamo praticamente coetanei, io e lui anche se non esattamente gemelli ;) e, no, non credo affatto che si possa o si debba mettere la targhetta di scadenza ad un uomo, per quanto a me i ragazzi piacciono giovani. Stacce. Questa versione di We will rock you tuttavia, è assolutamente infame. Va bene che fare il verso a Freddie Mercury non sta bene, però neanche rovinare una canzone così bella è tanto carino. Vabbè.

giovedì 4 settembre 2014

Dio nella melanzana

Le vie del Signore sono davvero infinite e non si sa mai in che modo o a chi l'Altissimo decide volta volta di manifestarsi. Di recente è toccato ad un cuoco della Louisiana, Jemarcus Brady, che ha affettato come tutti i giorni una melanzana e si è trovato di fronte ad un fenomeno miracoloso: i semi del delizioso frutto si erano disposti in modo inequivocabile a formare la parola GOD, cioè DIO. "Dio mi dice "ehi, vedi, sono vero!" e che è l'unica cosa sulla quale posso fare affidamento. La fede mi ha aiutato nei momenti più bui. Ora però ho paura a tagliare un'altra melanzana", fa sapere al mondo il miracolato cuoco. Ad onor del vero, tuttavia, le melanzane sembrano frutti particolarmente apprezzati dall'Altissimo: nel 2007 una donna della Pennsylvania vi ha trovato anche lei la miracolosa scritta e cinque anni dopo, sempre sul medesimo frutto, pare sia comparsa la scritta ALLAH in lettere arabe. (fonte >>)

mercoledì 3 settembre 2014

Vagina d'artista

Questa curiosa notizia mi era proprio sfuggita. La quarantenne artista giapponese Megumi Igarashi, che si firma "Rokudenashiko" ("Buona a nulla"), non molto tempo fa ha portato la mania del selfie ad un nuovo livello: servendosi di una stampante 3d ha confezionato un ingrandimento della sua vagina (!): "La fi*a è un tabù assoluto nella società giapponese, al contrario dei peni che sono stati usati nelle illustrazioni e ora fanno parte della cultura pop. (...) Volevo rendere la fi*a più cool e pop ed essa non è mai stata tanto carina come adesso". L'iniziativa tuttavia si è rivelata poco felice, almeno sul momento.. La Igarashi è stata arrestata e viste le leggi giapponesi che vietano la rappresentazione dei genitali (anche nei film porno nei quali vengono occultati con orribili quadrettoni - me lo hanno detto, non è che lo so per esperienza diretta, eh!) e rischia una condanna per atti osceni e una pena fino a due anni di carcere e 24.000 dollari abbondanti di multa. "E' stato un arresto ingiusto, i miei genitali non sono osceni ed il mio corpo mi appartiene. Non è accettabile che qualcosa venga definito "osceno" da un punto di vista esclusivamente maschile". (fonte >>). Si, beh: la statua, bella bella non è.

martedì 2 settembre 2014

Pesche in mutande

Confezione di pesche venduta con il nome di "Frutti maturi": i singoli frutti sono stati pazientemente abbelliti con paia di simpatiche mutande e disposti in un'elegante confezione disponibile per un'ottantina di dollari.


E' un'idea di qualche astuto commerciante cinese, nata probabilmente per sfruttare commercialmente la festa di QIXI che cade il settimo giorno del settimo mese del calendario lunare tradizionale. (fonte >>) Mi domando se questa in questa trovata vi è qualche allusione sessuale.

lunedì 1 settembre 2014

Fotografare l'elettroshock


La gente sono strani: Patrick Hall, fotografo della Carolina del Sud, ha avuto la bella pensata di fotografare dei tizi qualsiasi mentre venivano colpiti col il Taser (!), la nota pistola ad elettricità, brandita da amici e familiari dei soggetti fotografati



In questo modo, sostiene Hall, si sono potute ottenere reazioni completamente spontanee che sono anzi state rese più interessanti proprio dal legame affettivo tra l'elettrocutore e la vittima che ha generato aspettativa, timore, incertezza. 

A quanto pare, c'è stato chi ha urlato, chi ha imprecato, chi ha riso e chi invece è rimasto perfettamente immune ad una scossa di 300.000 volt lanciata dal dispositivo Stun Master >> usato nel fimato che documenta il dietro le quinte che vedete qui sopra. Boh.

Le avventure della bambola fatta di bottiglie

Un tizio giapponese, per ragioni che appaiono di difficile accertamento, confeziona una specie di bambola per adulti servendosi di bottiglie di plastica e la porta con sé facendole vivere diverse avventure altrettanto oscure quanto al loro significato. Dopo questo filmato, mi sento come se qualcuno mi avesse derubato di due minuti di vita. Magari è un genio, eh!

martedì 26 agosto 2014

"Occhio ai ricchioni" sullo scontrino

Scontrino con disclaimer omofobo aggiunto dal cameriere che ha servito una tavolata di ragazzi in una pizzeria di Maruggio, in provincia di Taranto. "Mi raccomando so ricchioni", ha ritenuto necessario puntualizzare il dipendente della pizzeria, avvertendo in questo modo la cassiera di chissà quale possibile intemperanza degli avventori. Naturalmente i ragazzi hanno protestato e il titolare si è ripetutamente scusato, sia nell'imminenza del fatto che il giorno successivo, precisando di aver allontanato il cameriere. Non ho parole. E non so neanche se rallegrarmi della reazione (positiva) del proprietario o indignarmi davanti a quella scritta infame. In ogni caso, un episodio bruttissimo. Fonte >>

lunedì 18 agosto 2014

Wiwa le barzellette gay

Avevo progettato di lasciare in fase di quiescenza il blog fino al primo di settembre, ma di fronte a certe "notizie" non posso far finta di niente. So bene che niente di quello che dico io fa la minima differenza per alcuno, ma di fronte a certe cose, semplicemente, non si può stare zitti, anche se nessuno ci starà a sentire.

La foto che vedete sopra raffigura il volumetto dedicato alle "barzellette gay" allegato al recente numero della rivista Visto: l'avrete vista anche altrove, è stata retwittata innumerevoli volte e la polemica che ha scatenato si è allargata al punto di raggiungere la ribalta dei quotidiani mainstream. Confesso che quando ho letto la "barzelletta" che compare sulla copertina mi sono cascate le braccia: vale la pena esaminarla con attenzione.

"Ti va di giocare a nascondino?", chiede il primo gay. "Ok, se mi trovi mi puoi violentare. Se non mi trovi... sono nell'armadio".

Non ho letto il resto del libretto, ma non mi sembra sia necessario, visto che di solito il buongiorno si vede dal mattino: siamo tornati alle spregevoli battute da caserma degne dei peggiori filmacci scollacciati degli anni 70 nei quali gli omosessuali sono macchiette ambulanti, personaggi grotteschi buoni solo per essere derisi. 

La cosa bella è però che, di fronte alle giuste recriminazioni, il direttore del periodico si è fermamente dissociato, mentre l'editore ha risposto con arroganza. «Difendo e rivendico la scelta di allegare a Visto opere di barzellette su varie tematiche, tra le quali anche i gay, che non sono più un argomento tabù. A discriminare, piuttosto, è chi pensa il contrario». 

In un paese più civile un'iniziativa editoriale e, soprattutto, una risposta del genere, basata sul capzioso argomento del "pregiudizio a contrario" di cui si servono tanti omofobi, avrebbe fatto rotolare delle teste. E, sia chiaro: non penso affatto che sui gay non si possa scherzare, anzi. Non ci sono zone franche e per l'umorismo non devono esserci confini. Si scherza sui dieci comandamenti, figuriamoci se non lo si può e lo si deve fare anche sui gay. Tuttavia, un conto è l'umorismo che stuzzica l'intelletto (come Life of Brian di Monty Phyton), ben altro sono le battutacce che solleticano il corpo basso fatte a spese di qualcuno, buone solo per alimentare lo stereotipo e il pregiudizio. Forse nel 2014 (quasi 2015) era legittimo aspettarsi qualcosa di meglio. Un'altra occasione perduta per far finta di essere un paese civile.