venerdì 27 settembre 2013

La pastasciutta, i gay ingenui e il vento che cambia

I quotidiani hanno oggi diffuso alcune dichiarazioni di Guido Barilla, noto industriale e titolare dell'omonimo marchio, che hanno fatto sollevare più di un sopracciglio. Il Sig. Barilla, nel corso di una trasmissione radio, ha illustrato le sue idee sul marketing dei prodotti della sua azienda, precisando che nei suoi spot non sarà mai rappresentata una famiglia gay: "Noi abbiamo una cultura vagamente differente. Per noi il concetto di famiglia è sacrale, rimane uno dei valori fondamentali dell'azienda. La salute, il concetto di famiglia." L'opinione, pur legittima, fa sorgere a contrario qualche dubbio (è giusto parlare di famiglia "sacra"?), peraltro prontamente fugato dal resto delle dichiarazioni. 

"Non lo farei, ma non per una mancanza di rispetto agli omosessuali, che comunque hanno il diritto di fare quello che vogliono e ci mancherebbe altro, però senza disturbare gli altri, ma perché non la penso come loro e penso che la famiglia cui ci rivolgiamo noi è comunque una famiglia classica" e, soprattutto, "Un essere umano è un essere che può essere disturbato dalle decisioni di altri. Ognuno ha diritto a casa sua di fare quello che vuole senza disturbare le persone che sono attorno rivendicando diritti che sono più o meno leciti". 

Basta fare due più due, senza neanche estrapolare alcuna frase dal contesto ma solo ponendo l'attenzione sulle singole parole di Barilla per capire come la pensa davvero, al di là delle frasi di facciata. I gay, secondo il noto industriale, sono soggetti la cui condotta è potenzialmente in grado di infastidire il prossimo: più precisamente il solo fatto che essi rivendichino diritti "che sono più o meno leciti" [di nuovo un giudizio di disvalore, visto che un diritto "illecito" è un non-diritto] è (o può essere) causa di disturbo alle persone che sono attorno. I tanti Crociati della Libertà di pensiero che si sono battuti il petto proclamando che ognuno ha diritto alla sua "opinione", che sostenere cose così ovvie non costituisce omofobia, direbbero che sto spaccando il capello in quattro o che sto decontestualizzando certe espressioni.

Stupidaggini: il senso del discorso del Barilla è chiaro oltre ogni dubbio e a volerla dire tutta, mi pare proprio che la disapprovazione che esprime, non si sa bene dall'alto di quale pulpito, sia vera e propria omofobia, considerando che quest'ultima è "una paura e un'avversione irrazionale nei confronti dell'omosessualità e di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (GLBT) basata sul pregiudizio e analoga al razzismo alla xenofobia, all'antisemitismo e al sessismo" (sono parole della nota Risoluzione del Parlamento europeo).

Personalmente ho trovato le esternazioni dell'illustre industriali estremamente sgradevoli e assolutamente gratuite: la classica occasione perduta di stare zitti. Non consumavo la pasta Barilla o le merendine del Mulino Bianco e continuerò a non farlo, aderendo idealmente al boicottaggio che nel mio piccolo condivido e mi sento di raccomandare.


La cosa migliore di questa vicenda un po' meschina è stata comunque lo spassoso filmato che vedete qui sopra, realizzato a tempo di record dai noti Jackal (quelli dei "gay ingenui") e che ridicolizza con grande efficacia le esternazioni del fabbricante di pastasciutta.  E i Jackal non sono stati i soli: la Rete si è scatenata, magari cavalcando anche un po' l'onda, e ha preso fermamente posizione contro l'omofobia espressa dal Barilla

Possiamo davvero sperare che, nonostante gli anatemi di tanti, il vento stia realmente cambiando? Che anche nell'Italia di Giovanardi, della Meloni, del MOIGE e dei Fratelli d'Italia ci sarà chi riuscirà a farsi una ragione del fatto che alcune persone sono omosessuali? Che davvero gli insopportabili latrati dei tanti Custodi della famiglia tradizionale (composta da marito/moglie/amante) verranno via via messi a tacere, non per prevaricazione ma perché superati da una rinnovata consapevolezza ? Staremo a vedere. La mentalità sta cambiando e forse, tra qualche anno, le cose davvero andranno meglio. Stasera sono ottimista.

6 commenti:

Celags ha detto...

Avevo solo letto i titoli riguardo l'accaduto, ma devo dire che ho trovato molto più esaurienete queste poche righe e il video (con una protesta decisa, ma non offensiva ma molto provocante) che qualsiasi commento di dodici pagine di un qualsivoglia giornale

Velies Thyrrens ha detto...

Lo prendo come un complimento. Grazie.

Loran ha detto...

Che poi la notizia ha già valicato i confini nazionali, facendoci fare la solita bella figura come se non bastassero già i politici a farlo.

Marco ha detto...

In una discussione sul caso, mi è stato espresso questo "ragionamento", che francamente trovo più disgustoso e pericoloso delle parole del cretino di turno (Barilla in questo caso): " A me pare, sinceramente, che quanto più un omosessuale manifesti manie di persecuzione dopo ogni frase espressa da chicchessia ( Barilla in questo caso) quanto meno riesca veramente a vivere normalmente la propria situazione. Ci sono moltissimi omosessuali a cui certamente non frega un cazzo delle frasi di Barilla ne tanto meno di quello che molti con me pensano sulle adozioni. Se la vivono benissimo. Sono sereni e in pace con se stessi. Ecco, cercare nel Barilla di turno, un alibi alle proprie insicurezze, non c'entra nulla con un piatto di pasta.
Concludo dicendo che ho 3 amici omosessuali ai quali non importa nulla delle affermazioni di Barilla e nemmeno delle mie. Anzi, spesso discutiamo di adozioni ecc senza problemi. Sai perché la vivono bene? Perché il loro problema non è la propria sessualità. Ma prendere un titolo di studio, potersi permettere un mutuo, trovarsi un lavoro, poter vivere con la persona che amano. Questo fanno le persone normali. E loro sono persone che stimo alla grande. Chi invece non riesce a vivere normalmente perché scosso dalle frasi di un imprenditore lontano anni luce dalla sua vita, non deve ricercare risposte nello stato o nella politica ma in se stesso. Notte Marco, piacere di averti conosciuto."

Celags ha detto...

** lo era :)

Velies Thyrrens ha detto...

allora grazie di nuovo ^^'