venerdì 22 marzo 2013

Dodicenne insegna l'uguaglianza

Il parlamento del Rhode Island (USA) sta discutendo in questi giorni sulla possibilità di consentire il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Naturalmente l'opinione pubblica si è divisa e non è mancato chi, come al solito, ha invocato una non meglio precisata "legge di natura" ammonendo di "non incasinare il matrimonio" (non vi linko la pagina delle suddette associazioni perché vi viene un embolo, come a me). La risposta alle sterili polemiche è venuta con grande chiarezza da Matthew Lannon, un dodicenne che ha semplicemente osservato "è l'amore che non si deve incasinare" (fonte >> per favore non mi contestate la libera traduzione di "to mess with", si fa solo per dire)

"I miei genitori e tutti le persone gay e bisessuali vogliono solo essere felici, esattamente come voi: essere trattati in modo uguale e con giustizia. Ma a differenza della maggior parte di voi, devono venire qui anno dopo anno e spiegare ogni volta perché il loro amore è uguale al vostro. Quest'anno avete la possibilità di cambiare tutto questo. Io dico, scegliete l'amore!"

A leggere queste cose, mi vergogno a stare in Italia. Se avevate pensato (e pensate) che con il "nuovo che avanza", in politica, le cose andranno meglio vi attendono cocenti delusioni.

Nessun commento: