lunedì 4 febbraio 2013

Alluce di ferro

"Alluce di ferro", demenziale versione per arti inferiori del classico braccio di ferro, inventato da un  gruppo di ubriachi in un pub inglese a metà degli anni settanta. Dopo essere caduto in un immeritato oblio, il nobile sport è stato ora resuscitato da un certo George Burgess che ha persino tentato, purtroppo invano, di far includere l'eccentrica competizione tra i giochi olimpici. Le regole sono semplicissime: vince chi riesce a immobilizzare a terra il ditone dell'avversario aggiudicandosi due round su tre. I concorrenti, sorprendentemente numerosi, vanno dai venti ai trentacinque anni (questi ultimi sono ritenuti i perfetti giocatori) e provengono da tutte le parti del mondo, oriente compreso per misurarsi con l'attuale campione del mondo in carica, Alan “Nasty” Nash, che con i suoi quasi venti anni di servizio è ormai un veterano dell'alluce di ferro. (fonte >>)

Nessun commento: