venerdì 31 agosto 2012

Maga vende incantesimi su ebay

Jessica Black ha appreso l'arte della magia bianca da sua nonna e da "ben" quindici anni la pratica a favore dei tanti clienti anche famosi che ha. Da un po' di tempo a questa parte, tuttavia, la simpatica strega ha adottato una geniale strategia di marketing: vendere i suoi incantesimi tramite ebay. Il pacchetto "3 desideri da chiedere ad un genio millenario" >> si vende tramite il sito di aste ad un prezzo per la verità piuttosto popolare (5.99 dollari) e ha infatti riscosso già un certo successo - pare che ne siano stati venduti già 266 "pezzi". 

Esaustive le istruzioni: acquistate il sortilegio, inviate data e giorno di nascita nonché i tre desideri da chiedere al genio e la sig.ra Black vi contatterà per dirvi qual è il giorno migliore per rivolgere la richiesta al suddetto genio. Ricordatevi comunque che credere è essenziale per l'esito del rituale. Soddisfatti o rimborsati.

Cow boys

Genuina foto d'epoca. C'è qualcosa di molto sensuale, in questa immagine.

Matthew McConaughey scheletrico

Matthew McConaughey, l'attore texano che è stato volto e corpo Dolce e Gabbana, si è messo a dieta per interpretare Ron Woodruff, un elettricista omofobo e spacciatore di droga, ammalatosi di AIDS a metà degli anni 80. Quale che sia il nuovo ruolo di McConaughey, mi limito ad un giudizio meramente estetico: versione scheletro, non si può guardare (ma certo, dovendo rappresentare sullo schermo una persona malata, è perfettamente appropriato). Il fatto è che io lo detesto anche al suo massimo. Anche se c'ha i pettorali gonfi, non mi è MAI piaciuto, mi ha sempre dato l'idea di un bifolco rozzo e poco pulito.

Le folli imprese dei sexy indiani

Un curioso filmato tratto da India got talent, la versione indiana del noto talent show, nel quale alcuni tizi barbuti, col turbante ed alcuni ornamenti fetish, eseguono, a beneficio di una giuria piuttosto schifata, una serie di imprese che definirei di "fachirismo estremo". "Sexy indiani", naturalmente, era ironico.

giovedì 30 agosto 2012

Tortura del solletico

Alcuni ragazzi si accaniscono sul povero Shane che, a quanto pare, mal sopporta il solletico. Il filmato dura quasi un quarto d'ora e, a meno che non mi sia sfuggito qualcosa, non documenta atti impuri. Ciononostante, resta di un omoerotismo mostruoso.

mercoledì 29 agosto 2012

iMacchina da scrivere

Catafalco meccanico "macchina da scrivere": si applica al nostro iPad e permette di digitare alla vertiginosa velocità di qualche parola per minuto, riappropriandosi della sensazione di battere sui tasti di una vecchia macchina da scrivere. Ovvero, come prendere uno dei gadget più cool degli ultimi anni e renderlo quasi inservibile. Notate anche i martelletti che percuotono lo schermo con una certa energia: chi glielo spiega al centro assistenza, quando ci viene un buco? Ps ma come è grulla la gente?!? Sembrano le finte applicazioni di cui parlano a 610, il programma radiofonico comico della Rai!

martedì 28 agosto 2012

Travestirsi da Barbie

Pare che la signorina sia russa e che sia una cristiana in carne ed ossa: sul momento l'avevo scambiata per un manichino. Un manichino brutto e inquietante, per essere precisi.

Ribaltamenti di prospettiva

Due cose non collegate tra di loro mi fanno riflettere: - Alla radio, stamattina, lo psichiatra e psicoterapeuta Raffaele Morelli afferma con forza la necessità di non spendersi completamente, di conservare i propri segreti come una roccaforte nella quale ci si può difendere dal mondo esterno. Secondo lui questo vale a maggior ragione per il coming out che, se ho capito bene, non solo non è necessario ma non è nemmeno opportuno. Morelli sostiene infatti che la dimensione della sessualità (o dell'omosessualità) sia privata, unica ed inimitabile e condividerla non serva a convalidarsi. Non sono sicuro di aver afferrato le eventuali sfumature del discorso e certo non ho gli strumenti per contraddire un terapeuta ma, anche se apprezzo un diverso punto di vista, continuo a non essere d'accordo. 

Controllo le statistiche del blog e i siti di provenienza del traffico: tra i tanti, trovo il blog di un collega blogger che ho letto sporadicamente ma che ho sempre apprezzato per la sue deliziose (apparenti) svagatezza e sfrontatezza. Arguto, simpatico, forse anche carino. Un gaudente, nel senso migliore della parola. Su Parole in libertà diede consigli di seduzione "Con questo metodo è sicuro che lui, come si dice abitualmente a Parigi, me lo infili in gola? NO, però..." Visito il suo blog e scopro che, molto probabilmente, è diventato sieropositivo. All'improvviso il fatto che la mia vita sessuale è, al momento, inesistente acquista un'altra prospettiva.

Assorbente intimo "sexy vampiro"

Certo, i vampiri hanno bisogno di sangue per sopravvivere. Ma che bisogno c'è di tirar fuori accessori tanto repellenti che, per di più, precisa il sito presso il quale erano in vendita >>, sono persino riutilizzabili?!?

Il pulcino, Famiglia Cristiana e la gente malata

Ho una confessione da fare: prima di ieri non avevo la minima idea di chi, o cosa fosse un PULCINO PIO. Davvero. Poi ho cercato in Rete e ora, fortunatamente, so. So che si tratta del batuffoloso protagonista di una canzoncina che è diventata il tormentone di questa estate. Non è difficile capire il perché: il motivetto è ripetitivo, orecchiabile e pronto per essere riverberato all'infinito (anche se a me fa venire in mente Alla Fiera dell'Est). I personaggi del miniclip sono accattivanti e il finale, in cui l'odioso pennuto viene spiaccicato da un trattore, relativamente sorprendente e perciò risibile. Un fenomeno da ombrellone, destinato ad esaurirsi con la fine delle ferie e indegno di alcuna considerazione, si dirà. 

Invece no, perché la GENTE MALATA è sempre in agguato. Googolando, giusto oggi trovo una preoccupata riflessione di "Un prete in Rete", pubblicata sul sito di Famiglia Cristiana, in cui si riporta che tanti genitori avrebbero protestato per come finisce la filastrocca e per il modo amaro con cui parla della morte ai più piccoli. " Il desiderio è solo quello di fermarsi per qualche istante a riflettere su quanto sia delicato e complesso parlare ai bambini più piccoli della morte. (...) Un buon numero di genitori mi ha chiesto come fare per spiegare ai loro figli la cruda realtà della morte in modo coerente con la fede cristiana". 

Ora, a me va bene tutto, ma dico io: ma tutta questa pippa per IL PULCINO PIO, che è un CARTONE ANIMATO?!? Un lettore dell'articolo osserva anche che il finale migliore sarebbe quello di vedere il pulcino morire di morte naturale, onorato dalla comunità degli altri animali della fattoria. Scusate, ma di cosa state parlando?!?! Non nego che sia importante che i bambini non siano impreparati di fronte all'eventualità della morte, che è necessario essa, piano piano, entri a far parte della loro vita. Però la menata sul pulcino Pio, no. Ma questa gente non ce l'ha un TELEVISORE? O lo tiene semplicemente spento? Non ha mai visto una pubblicità QUALSIASI?! Altro che Pulcino Pio e senso della morte!! E andiamo, dai!

lunedì 27 agosto 2012

Villosi per scherzo

Simpatico gadget "pelliccetta adesiva", per avere quel look da macho che tanto successo riscuote e cioè per sembrare non soltanto innaturalmente villosi ma anche arancioni come una carota. "Peccato" che non si trovi più e che si tratti solo di un cimelio che la Rete ha rigurgitato.

Lo spuntino di Russell Crowe

L'attore neozelandese quarantottenne Russell Crowe, l'indimenticato Gladiatore del film di Ridley Scott, occultato sotto berrettino e barba da senzatetto, si gode un meritato spuntino a base di cibi dietetici e salutari. Dice che si tratta proprio di lui, ma certo non sembrerebbe. Che brutte mani, però.

sabato 25 agosto 2012

Insieme, sessant'anni fa

Tommy e Buzz, insieme più di sessanta anni fa. 


Sul retro della fotografia, una dedica tenerissima. "A Buzz, ricorderò sempre il tempo trascorso insieme. Con tutto il mio amore, il tuo Tommy."

venerdì 24 agosto 2012

Gandalf da giovane

Sir Ian McKellen , oggi settantatreenne, in una foto di repertorio. Intrigante, indeed.

Si fa la pedicure con la fresa elettrica

Oltretutto sembra che la cosa gli appaia perfettamente normale. Sacrilegio: come molti di voi sanno, io sono molto attratto dai bei piedi. Non per feticismo (anzi). Molto semplicemente, mi piacciono le cose belle.

mercoledì 22 agosto 2012

Chi semina vento NON raccoglie tempesta

Sulle coppie gay: perle di pensiero filosofico e sociologico tratte da questo articolo >> che riassume la posizione degli esponenti di Comunione e Liberazione, in riunione in questi giorni. 

 “Un male per l’umanità”, “un rischio per l’avanzamento della specie”, “un’assurdità” 

“Se in futuro ci fossero metà famiglie tradizionali e metà gay, cosa succederebbe? Forse uno scisma, non si sa. Non si può andare contro natura” 

 “Una coppia etero dà dei figli allo Stato. Una coppia gay cosa dà? Vogliono dei diritti, ma in cambio cosa portano alla società?” 

 “Abbiamo diversi amici gay ma nessuno di loro vorrebbe sposarsi, perché le unioni gay non durano. Il matrimonio è una cosa diversa, si basa su ideali estranei a quelli di una coppia di omosessuali” 

 "Il diritto al matrimonio gay è come il diritto a girare nudo. Si può benissimo ovviare”

Con le coppie gay la vita muore, non avremmo più bambini”

“Dal matrimonio alla richiesta di adozione il passo è breve e se fossi Casini mi porrei qualche domanda sul mio essere cattolico”

Se si ha lo stomaco di vedere oltre queste dichiarazioni demenziali, appare chiaro che questa è gente che odia, senza se e senza ma. Sarebbe bello che chi semina vento raccogliesse tempesta, ed invece non è così e in Italia, complice una classe politica ostile a certi temi, non succederà mai: chi strilla e strepita, scagliandosi contro un bersaglio inviso ai più, avrà sempre un seguito. Specie quando si agitano gli spettri della fine della specie umana, o della contrarietà alla natura.

Quello che è più grave è che queste frasi, ai limiti dell'incitazione all'odio "razziale" provengono da giovani, e cioè da coloro che dovrebbero essere i più lungimiranti e tolleranti e tra le cui fila, sfortunatamente, verrà scelta la classe dirigente del domani. Fate schifo. Stare in questo paese non ha più senso e se io non avessi delle radici che, per ora, mi trattengono qui, me ne ero già andato. Non sto scherzando.

P.s. a questa gente MALATA gli andrebbe fatto leggere questo. Non il post, naturalmente, ma l'articolo al quale rinvia

30 monetine nell'ombelico: è record

Chissà perché a questo giovanotto è venuto in mente di provare un'impresa del genere, quella di riempirsi l'ombelico di monete da un quarto di dollaro, o perché ha ritenuto di doverla condividere. Certo è che 30 sono tante. Magari glielo omologano anche, il record. Io però, al posto suo, non mi sarei fatto riprendere. Quando uno è (o, come me, è stato) un ciccione, resta tale per tutta la vita, quale che sia il peso corporeo attuale, e si vergogna sempre un po'.

martedì 21 agosto 2012

Chris Evans rimbalzello

L'attore statunitense Chris Evans (ex Capitan America), come sempre perfetto in ogni dettaglio, si scontra con la sua partner nella scena. Il risultato è tutt'altro che disprezzabile. 

Tra l'altro, a me pare che lei si strofini anche un po'. Vedete sul tumblr l'animazione >>. E tornate a dirci se vi è piaciuta.

lunedì 20 agosto 2012

Rifarsi il look

Questo simpatico signore, e anche il blog, si sono fatti un significativo restyling. Non so cosa pensiate delle chiappe puntute, né mi interessa, ma vorrei davvero sapere cosa vi sembra del nuovo layout. Se non vi piace lo tolgo.

domenica 12 agosto 2012

Mitcham si nutre di Vegemite

A Matthew Mitcham, olimpionico di tuffi, piace la Vegemite - una crema spalmabile a base di estratti di lieviti tipica del suo paese, l'Australia. Non giudicatemi, ha twittato il giovane Matthew che si candida per sirenetto ultracool del decennio: pare che la Vegemite somigli un po' al dado da minestra e non incontri esattamente i gusti degli europei (suggerla direttamente dal tubo, per chi non è abituato, equivale al suicidio o al rivoltarsi immediato dello stomaco). Ora sono curioso di assaggiarla. 

ps il blog è sospeso per ferie, almeno fino alla settimana del 20 agosto: se passo di qui, magari lascio un post, ma fino ad allora mi considero in vacanza! :)

venerdì 3 agosto 2012

Mitcham e il suo ukulele

Matthew Mitcham, olimpionico di tuffi, si esibisce in una personale cover di SINGLE LADIES (Put a ring on it) accompagnandosi con l'ukulele. Il video, realizzato e postato dallo stesso Matthew, ha fatto immediatamente il giro del mondo e non è difficile capire il perché. Non ho mai visto nessuno tanto cool e tanto adorabile quanto Mitcham: ti sposo io!!

A Mitcham piace Taylor Lautner

Il giovane campione olimpionico di tuffi Matthew Mitcham mi piace da morire. E' carino, simpatico ed ultracool, (ma lui si definisce "un po' strano"): quando l'intervistatore gli chiede chi sceglierebbe per interpretare lui stesso in un film biografico risponde, senza esitazione: "Taylor Lautner, perché è un gran figo. Non perché io pensi di essere un gran figo, ma perché se puoi scegliere qualcuno che ti interpreti, almeno lo scegli figo." Come tutti quelli come lui, Mitcham si sottovaluta.

giovedì 2 agosto 2012

Equivoci olimpici

Come vari blogger hanno già notato, alcune immagini trasmesse dalle TV e relative alle olimpiadi in corso sono sorprendentemente simili a video gay malamente censurati. Queste che vedete sono le mie preferite, raccolte in giro per la Rete, ma non dovrebbe essere difficile trovarne altre. Quanta figaggine.

Il ragazzo dei giornali

Zac Efron, protagonista di quello che pare essere un modestissimo thriller, Paperboy, dà almeno una ragione per andare al cinema. Non è chiaro il perché abbia gli slip bagnati, però.


Qui >> una simpatica gif animata.

mercoledì 1 agosto 2012

Le novelle di Bersani e la mia disaffezione per la politica

Premessa: non ho un convivente more uxorio, nè un fidanzato o un concubino. Non ho neanche un toy boy e comunque non sopporterei che qualcuno, dentro casa, mi mettesse fuori posto le mie cose e mi spremesse il tubetto del dentifricio a cominciare dal mezzo. Immaginatevi quanto il dibattito sul matrimonio gay mi riguarda: naturalmente cerco di tenermi informato, ma quando leggo le cose della politica, mi cascano le braccia - per non dire di peggio. 

E' notizia di questi giorni che il PD intenderebbe fare del riconoscimento delle coppie gay un punto centrale del programma. Ora, a parte che si parla già di un'alleanza con Casini (che tutto è tranne pro-omosessuali), la preoccupazione che tutto si risolva nel proverbiale fuoco di paglia pare ben più che fondata. 

Del resto, e sempre servendosi di un motto di antica saggezza popolare, il buongiorno si vede dal mattino. Sentite che roba: 

 "la dignita' della persona umana e il rispetto dei diritti individuali sono la bussola del mondo nuovo e la cornice generale entro cui trovano posto tutte le nostre scelte di programma". "La storia per altro insegna, e questa crisi lo conferma, che non esiste una gerarchia dei diritti e che l'azione per il loro riconoscimento e la loro affermazione vive di una tensione continua sul piano politico e sociale

Questo illuminato ragionamento, espresso nella carta di intenti del PD, a casa mia si chiama RACCONTARE LE NOVELLE. Sembra il parto di Solone, ma se lo leggete con attenzione vedrete che non significa niente neanche in italiano: 

L'AZIONE PER IL LORO RICONOSCIMENTO (...) VIVE DI UNA TENSIONE CONTINUA SUL PIANO POLITICO E SOCIALE. 

Aspettiamoci quindi l'ennesimo buco nell'acqua: se va bene, e quindi nella migliore delle ipotesi, avremo un qualche registrino con valore sovra-locale in cui saranno annotati "I PATTI PRIVATISTICI DI COABITAZIONE OMOAFFETTIVA CON RILEVANZA ENDO SOCIALE" o qualche altra mostruosità giuridica che, al massimo, darà diritto a degli sconti al cinema e che ci sarà invece spacciata come un'enorme conquista di civiltà. Ecco perché questa roba potete farla senza di me.

Cibo in scatola

Cosa contiene, esattamente?!