domenica 16 dicembre 2012

Niente dissenso in Piazza San Pietro

Levare dei cartelli di dissenso contro la linea espressa dal Papa (attenzione, non contro il Papa, bensì contro quello che ha detto) implica istantanea censura. Ditemi voi se vi sembra una cosa normale. Ps Quanto durerà questo video su yoube? 24 ore? Si accettano scommesse.

3 commenti:

loran ha detto...

Da un certo punto di vista è "normale" visto che il vaticano è una delle poche monarchie assolute ancora esistenti e lo stato italiano una suo vassallo, quello che bisognerebbe sapere è se la piazza è già territorio del vaticano e se i signori in borghese erano dipendenti del vaticano o agenti di pubblica sicurezza della stato italiano a cui eventualmente ci si poteva appellare per far rispettare la libertà di espressione.

Velies Thyrrens ha detto...

mi viene giusto in mente quella famosa frase che tutti noi ignoravamo prima di sentirla ne "i soliti sospetti" (il film), e cioè che la beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato far credere al mondo che lui non esiste.

In questo caso l'inganno consiste nell'averci fatto credere che il fatto che vengano dei tizi nerboruti che obbligano altri tizi ad abbassare i cartelli sia una cosa NORMALE.

Non lo è! In Sudan, forse, o in Cile!

loran ha detto...

Si uno crede che certe cose succedano solo in stati dove la democrazia è un concetto non ben definito ma purtroppo oggi nel nostro paese non è così.