giovedì 26 luglio 2012

Kellan ultimo etero

Il ribaltamento della prospettiva è un vecchio gioco della fantascienza: ricordate Io sono leggenda, il romanzo di Richard Matheson il cui protagonista è l'ultimo superstite di una razza umana sconfitta dai vampiri? L'umano diviene per una volta "il diverso" e come tale viene trattato (ma vi consiglio di dare un occhio anche a "Sentinella", di Fredric Brown). 

Questo meccanismo rimane un evergreen e sembra che sarà utilizzato anche nel film di prossima uscita "All you need is love?", interpretato da Kellan Lutz. Il film è ambientato in un mondo nel quale l'omosessualità è la regola e l'eterosessualità l'eccezione e tratterà della relazione segreta del buon Kellan con la sua amata e delle difficoltà che i due incontreranno nel mantenere nascosto il loro rapporto, delle vessazioni che subiscono una volta che esso viene reso pubblico. Detto così sembra fantastico, ma a istinto mi dà più l'idea di un'allegra scempiaggine fatta per catturare il pubblico omosessuale: non a caso, è stato scelto un protagonista maschile di una bellezza sfacciata. Oltretutto, credo che film come questi non facciano mai davvero differenza: è fin troppo semplice tornarsene a casa pensando "tanto è tutta fantascienza". Comunque, se capita l'occasione, lo vedrò.

1 commento:

Casualboy ha detto...

maremma, neanche in un film full-homo fa la parte di un gay! ç_ç