giovedì 5 luglio 2012

Distesi inteccheriti

Si, forse "planking" suona meglio di "distesi inteccheriti"- come si direbbe dalle mie parti, ma in italiano rende meglio l'idea - anche se forse la traduzione "fare l'asse" sarebbe più esatta.

Comunque si voglia chiamare la pratica consistente nel distendersi nei peggio posti, mantenendosi assolutamente rigidi ed immobili per poi farsi fotografare, mi era completamente sconosciuta fino a poco fa. Questo anonimo planker è di Minsk: alcune delle sue foto le ho trovate risibili.

1 commento:

loran ha detto...

ne avevo sentito parlare, l'unica cosa che mi suscita qualche interesse è che questa posizione mette in risalto il fondoschiena di questi ragazzi oltre a denotare una buona tonicità dei loro addominali.