venerdì 18 maggio 2012

La giornata dell'omofobia

Alcuni si saranno chiesti come mai, a differenza del 98% dei blog gay friendly, io non abbia postato nulla a proposito del giorno internazionale contro l'omofobia, che è stato ieri 17 maggio. Semplice. Preferisco commemorare la giornata di oggi, 18 maggio, che è invece la giornata A FAVORE dell'omofobia, e quindi dell'ostilità nei confronti dei gay. Come lo sarà domani, e dopodomani, e dopodomani ancora, e si sa che da che mondo è mondo, la maggioranza vince. Non ci vuole Einstein per constatare che l'omofobia batte il sentimento opposto con uno schiacciante 364 a 1 (e anche su quest'uno si può discutere). E la cosa bella è che la cosa non è una sorpresa per nessuno. Non ci credete? Ecco qui:

- la maggioranza degli italiani è d'accordo sul fatto che una coppia di persone omosessuali che convive possa avere per legge gli stessi diritti di una coppia sposata, ma solo il 43,9% ritiene giusto che una coppia omosessuale possa sposarsi
- il 61,3% degli italiani ritiene che in Italia gli omosessuali siano molto o abbastanza discriminati, e il 73% condanna i comportamenti discriminatori. Tuttavia, per il 41,4% non è accettabile un insegnante di scuola elementare omosessuale, per il 28,1% un medico, per il 24,8% un politico. 
- Il 55,9% degli italiani ritiene che gli omosessuali sarebbero più accettati se fossero più discreti

Festeggiamo il comune sentire, quindi, senza tante storie e senza rosicare tanto (come fanno alcuni, tra cui io, sul perché e sul percome di questa situazione). L'Italia E' un paese omofobo, un paese palesemente e serenamente omofobo (dico "serenamente" perché nessuno di quelli che tengono comportamenti discriminatori si ritiene in mala fede). Lo dimostrano le statistiche che ho riportato e che ho tratto da qui >>, lo dimostra QUOTIDIANAMENTE la classe politica da barzelletta che ci è toccata in sorte. 

Perché, sia chiaro, l'omofobia non è solo menare le mani contro il frocio di turno, è anche e soprattutto sghignazzare, lanciarsi in distinguo, dire "io non discrimino nessuno, MA". Accettiamo stoicamente questo fatto e cerchiamo di prendere la vita con filosofia, tanto sennò non andiamo da nessuna parte. Del resto, basta essere un po' più discreti e il gioco è fatto. Che ce vo'?!? E quindi, buona giornata dell'omofobia a tutti!

2 commenti:

Amleto ha detto...

Hai ragione! Comunque oggi è la giornata dell’odio omofono come ieri. Devo dire che io non sapevo dell’esistenza di questa giornata. Scusa la mia ignoranza! Mi sono sorpreso che Google non abbia fatto una grafica riguardo questa giornata. Evidentemente è una vergogna mondiale! Alla fine potrà sembrare una cavolata, ma le nuove generazioni spesso vanno sul web, se trovassero un segno del genere… Forse l’ho vista male io, questa cosa! Ma hanno fatto delle grafiche per personaggi sconosciuti, ne potevano fare una su un tema così importante…
Ti auguro una buona serata

Pier(ef)fect ha detto...

per rispondere rispettivamente ai 3 dati che hai messo basta dire che
- l'Italia è un paese chiuso cattolico
-L'Italia è un paese chiuso e ignorante
-L'Italia è un paese chiuso e di vecchi