sabato 7 aprile 2012

Le menzogne degli uomini attraenti



The lies of handsome men, filmetto di Bruce Weber sensuale, ultracool, omoerotico e confezionato al solito in modo impeccabile. Il "protagonista", di una bellezza surreale, è Matt Aymar. Trovo che questi filmati, che danno la falsa impressione di essere candid ma che ovviamente hanno dietro un grosso studio estetico, finiscano per nuocerci. Non solo ci "abituano" ad un'avvenenza fisica mai vista, ma ci propongono atmosfere che non esistono, mentre purtroppo tutto è molto, ma molto meno divertente e patinato. Lo scontro con la realtà, alle volte, può non essere semplice.

1 commento:

loran ha detto...

è un po' come per il cinema, certe situazioni capitano sole nei film e anche sognare richiede questa consapevolezza.