venerdì 16 marzo 2012

Qualcosa si muove

A quanto pare, qualcosa si muove: mi riferisco naturalmente alla nota sentenza della Corte di Cassazione in cui si afferma che la coppia di persone dello stesso sesso ha il diritto legale a ricevere un «trattamento omogeneo a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata». Non ho ancora letto la sentenza: la mia onerosissima banca dati online, che pago con l'equivalente di cinque litri di sangue il mese :), non l'ha ancora pubblicata (SGRUNT) e quindi non mi pronuncio. Temo tuttavia che esultare sia un tantino prematuro: comunque, se vi volete fare un giro sui forum dei quotidiani che hanno pubblicato la notizia e leggere un po' di commenti, troverete di che divertirvi. Io ne ho letti tre di numero e ho il voltastomaco da stamattina: pregiudizi, luoghi comuni, odio cieco e disprezzo ("con tutti i problemi che ha l'Italia, si pensa solo ai gay"). Molto più misurato e signorile il commento fornito da Sgarbi: "si accontentino di prenderlo nel culo". Noblesse oblige.

1 commento:

Amleto ha detto...

Sgarbi è un cretino che vuole fare il colto, ma alla fine è sempre nei programmi trash, dove fa il ridicolo. Tanta gente è come lui, frasi del genere ne sento e ne leggo tutti i giorni! Forse io sarò un rotto in culo, ma ne sono fiero, se per alcuni essere etero vuol dire questo.
Dalle piccole cose si può giungere a quelle grandi…
La speranza è l’ultima a morire…
Ti saluto e buona giornata
P.S. Spero di non risultare volgare!