lunedì 5 marzo 2012

Piove

Piove. Odio la pioggia, la pioggia porta con sé la promessa di una vita migliore. Cade sulle cose, sulle persone, sulle facce, sulle idee e ci si aspetta che, scorrendo, porti via le cose che non vanno, così che, tornato il sereno, sia la parte migliore della nostra vita ad aspettarci.

Ma è una menzogna: la pioggia scava i volti, consuma i sorrisi, spegne gli ardori, offusca le certezze - perché le cose sono diverse, sotto la pioggia, lontane ed irriconoscibili; e quando si torna all'abbraccio delle mura di casa, nulla è come prima. L'acqua caduta ha lavato i nostri corpi, portando via lo strato superficiale della nostra pelle, ha scavato la nostra carne, lasciandoci un po' più nudi, un po' più soli.

2 commenti:

gi. ha detto...

«Il sole è una stella che scalda ed abbronza
così come secca e brucia i raccolti
la pioggia intristisce e rallenta il traffico
ma lava e disseta la terra<
»
(Niccolò Fabi, Oriente)

È un mondo di contraddizioni, Velies.

Velies Thyrrens ha detto...

Ah, vero! Ma la mia suona molto meglio :P
:)