venerdì 28 ottobre 2011

Il dildo della Morte

Un modo come un altro di esorcizzare la morte, per quanto non esattamente quello che avrei scelto io. Una ventina di centimetri di lunghezza, cinque di larghezza, in morbido silicone, disponibile in due colori di gran moda. Googolate liberamente se interessati: non mi sembra il caso di generare traffico a favore di gente che vende cose tanto sconvenienti! :)

mercoledì 26 ottobre 2011

A Chris Martin piacevano i Take That


"Da ragazzino mi piacevano gli U2 e quei cinque bei ragazzi gagliardi di Manchester e Stoke", ha dichiarato giusto l'altroieri Chris Martin (1977 - ), sopravvalutato leader dei Coldplay (molto meglio il bassista), in occasione della consegna dei Q Awards, uno dei quali è andato a proprio a Gary Barlow in riconoscimento delle sue doti di compositore. "Non ho alcun timore ad ammettere che (i Take that) mi hanno fatto pensare di essere gay", ha aggiunto simpaticamente Martin. La dichiarazione è persino un po' troppo paracula ma non si può dire che il buon Chris non avesse buoni gusti.

Vi ricordo infatti che i Take That hanno avuto il loro momento di assoluto splendore in tempi pre-internet, quando il nudo maschile era ancora meno accessibile di adesso (almeno virtualmente...) e non c'è da stupirsi che questi ragazzotti abbiano generato un delirio di desiderio. Il video che vedete qui sopra ha 19 anni compiuti (!!!) ed è così sexy e sconveniente che a distanza di tanto tempo se ne parla ancora. Chris Martin non è il solo a cui piacevano i Take That.

martedì 25 ottobre 2011

Sfigurato dai tatuaggi

La Rete trabocca di immagini come questa e ormai ci dovrei essere abituato, eppure ogni volta mi domando come si fa a sprecare un capitale così. Prendi un bel ragazzo, con un bel corpo, lo ricopri di inchiostro indelebile, di disegni e di scritte demenziali, tra cui ONORE e VEGANO, e cosa ottieni? Un MOSTRO, ovviamente! :(

lunedì 24 ottobre 2011

Giabiconi, giocattolo canterino

E' un bene quando un toyboy ha una sua dimensione nella quale esprimersi, lontano dal proprio pigmalione: da che mondo è mondo si sa infatti che è sempre meglio tenere il guinzaglio un po' lungo e non pretendere di avere il controllo totale (anche se per quanto mi riguarda, non uscirebbero neanche di casa). Chissà quindi cosa pensa Karl Lagerfeld delle prodezze canore del suo scintillante giocattolo Baptiste Giabiconi, di anni 22, che da un po' si è dedicato alla musica (si fa per dire).

Le doti di performer del giovane sig. Giabiconi non sembrano esattamente eccelse, ma a quanto pare il ragazzo si piace e non poco. Non mi sento di dargli torto. (clic, clic e, con un po' di discrezione, clic)

Divi in carne

Haley Joel Hosmet, il bambino de "Il sesto senso", ventitrè anni.

Axl Rose, frontman dei Guns and Roses. Davvero un bel vedere, tutti e due. Mamma mia.

giovedì 20 ottobre 2011

Ora parliamo di sesso

"La nostra ignoranza abissale genera preconcetto, violenza e sofferenze intollerabili", titola la rivista brasiliana Trip, il cui target sono i giovani maschi eterosessuali. Nell'articolo di punta dell'edizione di ottobre (sopra, l'immagine di copertina) si riflette sul fatto che non c'è un'unica differenza che separa i sessi (come recitava una vignetta degli anni 70 che raffigurava due bambini di sesso opposto che si sbirciavano nel costume da bagno), ce ne sono centinaia, migliaia, forse infinite. Ridurre la sessualità ad un fatto esclusivamente genitale è rozzo e ottuso come l'idea di pensare che la genialità di un campione del calcio ha sede esclusivamente nella punta dei piedi. (clic >>). Noi italiani ci facciamo dare lezioni veramente da tutti. Non facciamoci sentire dal sig. Giovana*di, sennò sai quante ce ne dice...

La trombetta con la verdura

Questo simpatico signore nipponico confeziona "strumenti musicali" usando degli ortaggi e, giustamente orgoglioso, li sottopone all'apprezzamento della Rete realizzando clip youtube. Quella che vedete è una specie di trombetta fatta con un cetriolo, un peperone e un pezzetto di carota. Detto così non promette molto bene, ma se ascoltate il suono avrete una sorpresa...

David Gandy non si piace

Il trentunenne sex symbol David Gandy, volto e corpo Dolce e Gabbana, non si piace e anzi, fa sapere che non è e non sarà mai felice del suo aspetto fisico. "Non mi piace particolarmente gran parte del mio corpo. Sono molto critico su me stesso. Penso di essere un perfezionista in tutto quello che faccio e quindi non sarò mai felice.". Boh. Secondo me ci prende per il cu*o. Facciamo così: riparliamone tra una ventina d'anni e vediamo se si piacerà allora... (fonte >>)

mercoledì 19 ottobre 2011

Bodybuilder tatuato

Da come sghignazza gonfiando i muscoli, credo si debba dedurre che si piace. Qualcuno dovrebbe fargli un discorsetto. Volete mettere il ragazzino snello e sinuoso della danza del ventre?!?

martedì 18 ottobre 2011

Danza del ventre

Un ventenne russo (?) si esibisce in una sensualissima danza del ventre e poi pubblica il filmato su youtube, consapevole del fatto che sarebbe stato desiderato da qualcuno. Infatti io lo desidero. Se non mi trovo un marito rincretinirò completamente. Proposte?

lunedì 17 ottobre 2011

Comunicazione di servizio

Sarò in giro per lavoro, questa settimana (proprio ora sono in treno davanti ad un ragazzo piuttosto carino :), quindi i post saranno sporadici. Ci scusiamo per il disagio!

giovedì 13 ottobre 2011

Marines in mostra

Sfacciati e pieni di sé ma decisamente molto attraenti, specie quello con gli occhiali, che ha un corpo davvero perfetto (ingrandimento). Basta carne, me ne vado a mangiare la mia insalatina scondita, o mi verranno i crampi.

Sirenetti cresciuti

Il buon Zac Efron, 24 anni tra qualche giorno, non è cresciuto solo di età ma anche di spessore. Un po' plasticoso, ma decisamente bello e sexy.

It gets worse (andrà peggio)

Mi è passata la voglia di parlare e di stare a sentire cose gay liberal: tutti si riempiono la bocca di gran discorsi, di uguaglianza e di non discriminazione, ma quando si arriva al sodo siamo ancora al livello di cinquanta anni fa: prese per il culo e battute da caserma. L'unica differenza è che le persone, essendo più scafate, stanno più attente a farsi beccare e normalmente rispondono in modo politically correct. Ma basta tenere aperte le orecchie per un po' e tutto diventa chiaro: persino tra i miei amici (considerate che con loro io sono completamente out) ci sono scivoloni clamorosi. Commentando il DELIRIO postato su Facebook da una terza persona, uno di questi "amici" lo ha stigmatizzato con forza osservando "Ha perso la testa, scrive cose senza senso, dice che tizio o caio è gay e fa tanto di nomi. Roba da querela". Di nuovo la vecchia equazione: ti do del gay, ti becchi una denuncia. Ormai non mi incazzo neanche più e lascio dire, anche perchè quando mi sono provato a fare qualche osservazione ho ricevuto sguardi sbigottiti che sottintendevano "cosa ho detto di male?"

Sono pertanto giunto alla seguente considerazione: guardando la politica da osservatore distratto e assolutamente disgustato, percependo i vari segnali che vengono da ogni parte, ascoltando gli anatemi di una Chiesa che sparge odio invece che amore, mi sento di fare un appello ai giovani omosessuali, ricalcando quello utilizzato nella campagna statunitense di sensibilizzazione "It gets better":

Diventare grandi non è facile. Molti giovani affrontano quotidianamente bullismo e vessazioni che fanno loro pensare di non aver nessuno cui rivolgersi. Questo vale in particolare per gli adolescenti omosessuali, che spesso nascondono la loro sessualità per paura di essere tormentati. Senza altri uomini adulti omosessuali, senza figure di riferimento, essi non riescono ad immaginare cosa il futuro riservi per loro. In molti casi, gli adolescenti gay e lesbiche sono vilipesi e persino torturati semplicemente per essere quello che sono: ebbene, sappiate che di qui a poco tempo

ANDRA' PEGGIO

Ma MOLTO PEGGIO, proprio. Sembra impossibile, ma è così: emigrate, qui non ci sono speranze. Purtroppo.

martedì 11 ottobre 2011

Completino game boy

Travestimento Game boy, confezionato a mano negli Stati Uniti e in prevendita su Etsy.com. Diffidate delle imitazioni, ammonisce l'astuta creatrice che, giustamente, ci tiene a rivendicare la paternità (o maternità?) di un capo di cotanta eleganza. Sono quasi tentato di comprarmelo per farmi fare delle foto...

Antihalloween

"Tutti gli anni, il mondo ed il suo sistema mettono da parte una giornata (31 ottobre) per celebrare immagini BLASFEME e personaggi MALVAGI ed i Cristiani di tutto il mondo partecipano, si nascondono o semplicemente tacciono. Il momento di stare nascosti è finito: come cristiani, scegliamo di LEVARCI IN PIEDI PER GESU'! "

Davvero un'ideona: celebrate anche voi l'Anti-Halloween come fanno questi tizi, regalando una bibbia (!) ai bambini che vengono a chiedere i dolcetti: magari se la MANGIANO! Idioti. Capisco la fede e la dedizione, ma questa è gente fanatica e malata, che non vede al di là del proprio naso. E l'Anti halloween (niente link, da me non avranno un contatto che sia uno) non è solo una cosa da americani: so di tanti uomini di chiesa nostrani che vedono la "festa degli spiriti" come fumo negli occhi. Non è che se un bambino si veste da FANTASMA e va a fare BUH ai vicini diventa un eretico... Idioti, ribadisco.

Pizza per Amanda

Cartello "pubblicitario" visto a Seattle, città natale della Knox. Io lo trovo demenziale.

Farsi possedere dai mostri

Le vie dell'autoerotismo sono infinite: se qualcuno di voi coltivasse il sogno proibito di concedersi a Frankenstein o a Dracula, sappia che può realizzare il suo sogno con settanta euri scarsi e senza neanche dover telefonare, il giorno successivo. Flashjack, "nota" società di giocattoli per adulti, ha infatti realizzato i DILDOs modello Frankenstein, verde e provvisto di vitolìne (tosc. per "viti") e Dracula, rosso, inquietante e pubblicizzato con uno slogan involontariamente comico: "Adesso puoi avere un ca**o millenario e famoso". Per ovvie ragioni ho evitato di mettere "in prima pagina" le immagini. Se avete più di diciottanni, potete vedere qui e qui. C'è anche la versione Zombie, ma penso che abbiate capito il genere. Boh.

lunedì 10 ottobre 2011

Sport di contatto


Meno male che il nuoto, che pratico per ischerzo, non offre simili spettacoli: probabilmente smetterei di comportarmi da gentleman.

sabato 8 ottobre 2011

L'evasione

Una stupidissima, eroticissima evasione di prigione da parte del prigioniero più sexy che si sia mai visto. Ormai gli spot pubblicitari sono al limite del filmetto a luci rosse. Non che mi dispiaccia.

venerdì 7 ottobre 2011

Chi si rivede: Kostas Martakis

Qualche anno fa ho scoperto il baby cantante greco Kostas Martakis, il cui volto delicato ed espressivo ha colpito in modo indelebile la mia attenzione. Ogni tanto Kostas intona le sue modeste canzoncine attraverso le cuffie del mio iPhone e non mi dispiace avere l'occasione di parlarne nuovamente. Qui sopra lo vedete immortalato insieme ad un tale Diana Diez nel dietro le quinte di un servizio fotografico realizzato a Creta per una rivista russa (!) - qui un'altra immagine.

Io lo trovo bellissimo.

Vita da modelle

Scarpe minuscole e strizzatissime, passerelle e lunghe permanenze in piedi. Scattata alla sfilata Louis Vuitton primavera-estate 2012: ai colleghi maschi probabilmente va meglio.

giovedì 6 ottobre 2011

Cuccioli

Il baby modello Simon Nessman si fa ritrarre mentre gioca col suo gattino. Una foto di una ruffianaggine clamorosa e tuttavia non priva di un suo appeal (qui la foto intera).

Nessman sembra quasi impubere, eppure ha "già" ventunanni. E no, non sono io che sono un depravato: so' questi ragazzini che fanno di tutto per farsi desiderare. Riuscendoci.

mercoledì 5 ottobre 2011

Trecento volte in un minuto

L'attrezzo ginnico "Free flexor" è costituito da una coppia di pesi montati su una specie di manico flessibile e la sua "rivoluzionaria" conformazione dovrebbe garantire un esercizio particolarmente efficace per tonificare i muscoli. Il filmato, tuttavia, porta alla mente tutt'altro: non un allenamento in palestra, bensì un'attività da praticare nell'intimità della propria casetta e al riparo da sguardi indiscreti... (verificate al minuto 1.14...)

Novak a mollo

Il campione serbo di tennis Novak Djokovich si fa immortalare dagli astanti mentre passa qualche momento a mollo, per ragioni non chiarite. Devo dire che la faccia è la cosa che ho guardato per seconda (ingrandimento)

martedì 4 ottobre 2011

Le scarpe di Sam

Il modello britannico Sam Way sfoggia il solito fisico scintillante e l'espressione impertinente di chi è ben consapevole di suscitare molto desiderio (ingrandimento). Specie in una posa così sfacciata come questa. La foto fa parte di una serie dedicata alle calzature ed, evidentemente, alla bellezza maschile, realizzata dal fotografo Giampaolo Sgura e pubblicata sulla rivista francese Antidote.

Qui sopra, il dietro le quinte del servizio fotografico, tanto allusivo e malizioso da essere quasi sconveniente.

Collare punitivo per cani

Vi capita mai che, portando a spasso il vostro amico a quattro zampe, quest'ultimo tiri un po' troppo il guinzaglio, strattonandovi in modo del tutto inopportuno? Insegnategli a non farlo usando un fastidioso ultrasuono che lo punisce ogni volta che tenta di accelerare l'andatura! Lo sgradevole segnale è emesso da un apposito collare ad ultrasuoni che potete procurarvi online >> per "soli" quaranta dollari, spicciolo più, spicciolo meno: regolabile in tre diverse modalità, emette uno sgradevole segnale che si intensifica quanto più il cagnolino tira il guinzaglio ma che fortunatamente è completamente inudibile dall'orecchio umano. Roba da pazzi: se vi dà fastidio che il vostro cane si comporti da tale, basta non averne uno, no?