venerdì 30 settembre 2011

Il gatto che dice NO

Il felino più inquietante del mondo è orribile a vedersi e in più dice NO con convinzione. Ci pensate se, entrando in casa di notte, vi imbattete questo MOSTRO sferiforme intento a respingervi con la sua stentorea negazione?!? Io non sopravviverei allo spavento.

giovedì 29 settembre 2011

Prima e dopo la cura

Mateus Verdelho, brasiliano, ventisette anni, prima e dopo la cura. Ovvero, come sprecare un capitale di bellezza, freschezza e sex appeal. ORRORE.

Uomo gelato scambiato per militante KKK

I proprietari della Ice Cream Family Corner and Sandwiches, in Florida non sono esattamente degli esperti di marketing e di pubblicità. Hanno affidato la loro immagine ad un inquietante e bizzarro "uomo gelato" che, per di più, terrorizza le persone che lo scambiano per un militante del'organizzazione razzista KKK. A vederlo da vicino, il costume appare più batuffoloso che spaventoso; tuttavia esso tende ad afflosciarsi e il "cono gelato" è nascosto dal cartello, cosicché l'errore in cui alcuni sono incorsi non è poi così peregrino. Anzi, un'impiegata della vicina banca pare sia scoppiata in lacrime, abbia chiamato il marito e si sia rifiutata di attraversare l'incrocio (una reazione matura e misurata). "Siamo un ambiente per famiglie, e siamo molto molto religiosi", precisano opportunamente i proprietari. (fonte: http://www.ocala.com/article/20110926/ARTICLES/110929750?tc=ar)

Cerotti spiritualmente provvidi

Cerotti "abbelliti" con l'immagine del Salvatore, sei euri scarsi: dubito che aiutino la guarigione ma almeno danno nell'occhio e testimoniano la vostra fede (qui ingrandimento). Non sono sicuro che Nostro Signore apprezzerebbe un uso tanto disinvolto della sua immagine. Mi ricordo che la mia mamma mi dava un bacino sulla bua fino a quando le dissi che mi faceva male lo stesso e non glielo chiesi mai più. Me lo ricorda ancora, secoli dopo.

mercoledì 28 settembre 2011

Immagini inconsulte

Cosa sta succedendo, esattamente?!?

Due uomini e mezzo per Ashton

Una bizzarra scena della sit com Due uomini e mezzo (Two and Half men, arrivato alla nona stagione): il nuovo personaggio, quello interpretato da Ashton Kutcher, il baby marito della furbissima Demi Moore, ha fatto davvero un debutto col botto.

Sarà stato contento il suo compagno nella scena.

La rumorista del porno

Vi siete mai domandati chi realizza la "traccia audio" del porno quando il filmino non è in presa diretta? Forse qualcuno preferisce pensare che si tratti degli stessi protagonisti immortalati nel filmato: per chi ha questa convinzione, la visione di questa sconcertante clip è fortemente sconsigliata. A pensarci bene, forse è sconsigliata un po' a tutti... vi raccomando discrezione, specie sul luogo di lavoro :)

martedì 27 settembre 2011

lunedì 26 settembre 2011

Braccialetto scheletrico

Raffinato braccialetto scheletrico, si porta con eleganza sia in casa che fuori. E' una creazione di una tizia chiamata Delfina Delettrez (?) e, se ho capito bene, è in vendita per un piatto di minestra: 23.000 dollari, che al cambio attuale 17.000 euro circa. Neanche tanti, per farsi prendere per il cu*o.

I signori Verdelho

Mateus e Dani, sposi da una manciata di mesi, dividono con la Rete un momento di intimità, del tutto spontaneo (!). Resto dell'idea che quei tatuaggi non si possano guardare, perfino su un corpo come quello.

Jabba the Hutt in carne ed ossa

A cominciare il lunedì con un bel ragazzo sono capaci tutti: troppo comodo! :)

venerdì 23 settembre 2011

Simulatore di gravidanza

Simulatore di gravidanza: un'invenzione giapponese idealmente dedicata ai padri che vogliono sperimentare in prima persona la sensazione di sentire un esserino crescere e muoversi dentro di loro. Il "sorprendente" risultato è ottenuto grazie ad una speciale fascia provvista di un serbatoio che si riempie d'acqua, per simulare il peso del feto e di un sistema di palloncini che vengono gonfiati con un compressore in modo da dare la sensazione dei "calcetti" dati dall'interno. Non so a voi, ma a me sembra orripilante.

giovedì 22 settembre 2011

Eric cybersesso

Eric Belanger, il modello canadese che qualche anno fa fu il protagonista di un simpatico spot pubblicitario Vodafone, si cimenta qui in una sorprendente "session" di cybersesso. Il filmato naturalmente è una finta, ma il risultato è comunque molto sexy ed intrigante.

Effettivamente Eric è di una bellezza quasi dolorosa. (clic e clic - discrezione consigliata)

Va in onda l'outing

Stando alle anticipazioni della stampa, domani è il gran giorno: Aurelio Mancuso renderà pubblica una lista di dieci nomi di politici omofobi segretamente omosessuali. L'iniziativa può apparire di una sorprendente violenza, ed infatti molte sono state le voci contrarie che si sono levate. Grillini, Scalfarotto e la Concia si sono espressi in modo apertamente critico. "A caldo" mi sentirei di condividere la loro posizione: l'outing è infatti una pratica sorprendentemente violenta che rischia di nuocere a chi la pone in essere più che a chi ne è destinatario. Tuttavia... Tuttavia, l'attualità ci ha dimostrato senza tema di smentita che noi gay siamo sotto tiro: costantemente sviliti, vilipesi, zittiti con l'accusa di vittimismo. Non so voi, ma io ne ho LE PALLE PIENE (e lo dico da gay NON praticante - purtroppo).

Quand'è che basta?!? Quando sarà che qualcuno, anche a livello istituzionale, inizierà a dare una sterzata ad un malcostume che appare insopportabile?

Prevengo l'obiezione: l'outing dei politici gay e tuttavia omofobi è una risposta non adeguata: però l'ipocrisia di queste persone, che predicano bene e razzolano male, è doppiamente vigliacca e come tale, assolutamente odiosa. Non ci farà guadagnare dei punti nei confronti dell'opinione pubblica, ma certo non ce ne farà perdere: peggio di così... Magari a qualcuno di questi signori politici, prima di partire "lancia in resta" contro la squadra nella quale, loro malgrado, si trovano a giocare, ci penseranno due volte... La minaccia dell'outing ci porterà a qualche concessione da parte della politica? Ne dubito: ma certo non ci gioveranno i cinici sofismi di D'Alema e compagnia bella: anzi, io trovo molto peggiori quelli delle pur infami sparate dei leghisti di turno.

E in ogni caso, sarà interessante vedere come reagiranno i politici destinatari di cotanta brutalità: se partiranno le querele, e cioè se gli "smascherati" si sentiranno diffamati, vuol dire che siamo messi MOLTO PEGGIO di quello sembra. Io, per esempio, se mi danno di BERGAMASCO, mica mi offendo. E neanche se mi scambiano per eterosessuale. E voi, signori politici?

L'emulo di Freddie Mercury

L'idea che ci possa anche solo essere un EMULO di Freddie Mercury mi appare sconvongente e assolutamente blasfema. Tuttavia quest'omino non è niente male e ammetto che qualche brivido me lo ha dato. Quando è morto Freddie Mercury ero al primo anno di università. Mi ricordo esattamente quello che ho fatto la mattina in cui si diffuse la notizia, me lo ricordo come fosse ieri, eppure sono passati venti anni. Mamma mia.

Fangirl

Gente malata. E poi 'sto Justin Bieber non mi sembra neanche un granchè.

mercoledì 21 settembre 2011

Segretamente

L'amore tra uomini rappresentato quando ancora nessuno ne parlava apertamente. Particolarmente azzeccato appare il brano che costituisce la colonna sonora di questa sorprendente clip amatoriale: si tratta di "Secretly", ossia "Segretamente", un brano tradizionale qui interpretato da Jimmie Rodgers nel 1958. Abbinandola alle immagini, sorprendentemente naif, la canzone acquista tutto un altro significato.

Perchè devo incontrarti in un luogo segreto
Perchè dobbiamo allontanarci furtivamente per rubare un bacio o due
Perchè dobbiamo aspettare per fare le cose che vogliamo fare
(...)
Vorrei non doverci incontrare segretamente
Vorrei non doverci baciare segretamente
Vorrei che non avessimo paura
Di dire al mondo che ci amiamo
(...)

Se vi piace, condividetelo: c'è tanto di tastino apposito, qui sotto... Ci conto! :)

Pubblicità discutibili

Ho sempre pensato che una pubblicità dovrebbe far sembrare attraente il prodotto. O, almeno, non repellente o disturbante. A me questa pubblicità di Toyota dà i brividi.

martedì 20 settembre 2011

Il lanciatore di giavellotto

Andreas Thorkildsen, lanciatore norvegese di giavellotto, classe 1982. (qui l'ingrandimento e qui un'altra foto). Che bello.

La canzone della cacca arcobaleno

Ingeriamo tutti caramelle colorate per ottenere feci multicolore e cantare anche noi questa allegra canzoncina. Cominciate voi, però.

Susanna silicone

Maschera femminile "Susanna Silicone": la ciliegina sulla torta per chi esige un travestimento perfetto nei minimi dettagli e vuole provare per qualche ora l'ebbrezza di cambiare sesso. Come vedere, la maschera è perfettamente naturale ed è quindi in grado di ingannare anche l'osservatore più smaliziato.

Completa di florido seno artificiale, costa solo 500 dollari spese di spedizione escluse >>
. Garantite consegne in tutto il mondo. Se qualcuno se la compra, io mi prendo quella "da figo" e poi si va in giro insieme.

domenica 18 settembre 2011

Froci da bruciare

"Froci da bruciare: Per la prima volta, la verità circa l'allarmante diffusione dell'omosessualità nell'America contemporanea.", simpatico libretto del 1962 di un certo Matt Bradley. Secondo me qualcuno ce l'ha ancora nella biblioteca e ogni tanto se lo rilegge. Un brano a caso:

"Il pervertito ha rapporti sessuali con animali, mostra i genitali ai bambini piccoli, mutila donne inermi mentre sono legate e imbavagliate, indulge in rapporti sessuali con i cadaveri, si percuote o prega altri di essere percosso e compie persino atti di cannibalismo. In altre parole, i pervertiti sono pazzi. Gli omosessuali sono semplicemente sciocchi." Naturalmente non sono in grado di verificare l'esattezza della citazione, che ho trovato qui >> Anche se quindi gli omosessuali sarebbero semplicemente "sciocchi" se paragonati ai veri e propri malati di mente, non mi sembra comunque una cosa carina da dire.

giovedì 15 settembre 2011

Urne personalizzate

Volete perpetrare per generazioni a venire il ricordo di un parente scomparso? Crematelo e conservatene i resti mortali in un'urna a forma di CAPOCCIA DEL DE CUIUS! Potete ottenerne una inviando alla Cremation Solution inc >> due fotografie del soggetto da immortalare. Utilizzando software di ultima generazione la società statunitense realizzerà un modello 3d a partire da esse e appronterà un campione sul quale ottenere la vostra approvazione prima di passare alla realizzazione dell'urna defintiva. A richiesta l'urna, disponibile in due dimensioni (15 e 30 cm), può essere fornita con un'apposita parrucca che completi la somiglianza con il caro estinto. L'incredibile suppellettile costa solo 2.600 euro: suggerirei di approfittare fino da ora del cambio favorevole.

L'uomo domopack

Ci sono delle cose che non capirò mai, e questa è una di quelle: cosa ci trovano di tanto sexy nel mortificare il partner avvolgendolo nel nastro adesivo? E a toglierlo, non gli si fa male?!? (oltretutto, privato delle bende, non è neppure tanto male). Ho trovato questa immagine insieme a tante altre in un sito "dedicato", e alcune posizioni non le ho neanche capite tanto bene. Il bondage, e tutte le sue sottospecie, sono una delle cose che considero meno attraenti in assoluto. Io sono il tipo da massaggino e cioccolata calda, figuriamoci... ^^'

Per favore non provate i preservativi

Si saranno accorti di quanto questo cartellino appare demenziale?!?

martedì 13 settembre 2011

Evergreen

Ogni volta che vedo filmati come questo mi si rivolta lo stomaco. Lo ripubblico dopo averlo già messo tempo fa perché trovo che meriti una seconda visione: questa donnuccia è la personificazione dell'intolleranza (basta guardare come cambia espressione), la negazione di quello in cui dice di credere. E' anche per colpa sua che si propaga l'odio, che si perpetra uno stigma sociale insopportabile. Ed è molto più pericolosa di quello che sembra: è a persone come questa vengono affidati i bambini perché esse li "educhino". Come ho detto tante volte, fate schifo.

Anche io sono leggenda

"Mi è difficile persino uscire di casa per fare qualcosa di semplice come andare al parco... abbiamo tanti bambini, ci vuole uno sforzo fenomenale per andare ovunque.. Abbiamo riempito il serbatoio della macchina solo due volte in tutta l'estate per andare un po' in piscina all'aperto. Questo è tutto. (...) ma ora la verità è che non voglio tornarci.

Oggi abbiamo deciso di andare al parco. Viviamo vicini ad un piccolo parco, tranquillo, pulito e silenzioso. Due delle mie bambine erano nel recinto con la sabbia, una sull'altalena e mentre prendevo il piccolino dal passeggino ho visto quattro donne che ridevano in direzione di un bambino su una specie di dondolo... Sembravano innocue, ma sono così sensibile alla stranezza che ho sviluppato questo onnipresente senso di disagio quando sono in pubblico..."

Non è una prospettiva spaventosa, quella di non essere più al sicuro nella propria casa? Quella di essere quasi l'ultimo della propria specie, in un mondo diventato ostile e riempitosi di mostri? Chi ha letto "Io sono leggenda", il romanzo di Richard Matheson, uno dei capisaldi della narrativa di settore, sa bene quale angoscia coglie il protagonista, ormai unico uomo normale in una terra popolata di vampiri. Il brano che leggete sopra, e che ho tradotto scrupolosamente, sembra uscito da quelle pagine, tale e quale.

Invece no.

E' uno scritto di una certa Stacy Trasancos, ex ricercatrice chimica alla Du Pont e ora, dopo la conversione al Cattolicesimo, felice madre di sette figli. Stacy ha avuto la bella idea di scagliarsi contro la pubblica ostentazione del peccato che, a suo dire, gli omosessuali perpetuano mostrandosi nei luoghi aperti al pubblico, insieme alle loro "pseudo famiglie" (in Massachusetts, luogo di residenza di Stacy, il matrimonio gay è legale da qualche tempo) e, quel che è peggio, insieme ai loro bambini.

"C'erano due uomini al lato della piscina, vicini l'uno all'altro in modo innaturale, che si massaggiavano e si scambiavano occhiate. Guardavo ansiosamente i miei bambini, sperando che non facessero domande. Loro vedono Papà fare queste cose solo con la mamma". Ed ancora:

"Questa è la mia comunità. Non riesco neanche ad uscire di casa senza preoccuparmi della depravazione che incontreremo. Siamo cittadini responsabili, ma siamo soverchiati, siamo una minoranza. Non posso neanche andare in posti normali senza dover stare seduta in silenzio, tollerando l'immoralità. Sappiamo tutti cosa succederebbe se chiedessi a due uomini o a due donne di smettere di dimostrare, di fronte a me e ai miei figli, che essi vivono nella sodomia."

Il post della signora Transacos (che prosegue mettendo insieme, in un delirante calderone, anche condotte penalmente illecite che nulla hanno a che fare con le unioni civili tra omosessuali), prontamente linkato da tanti blog (escluso questo), è stato subissato da commenti di varia natura, molti intrisi d'odio (ma certo, chi semina vento...), altri ferocemente critici ma civili e ben argomentati. Essi naturalmente non faranno recedere la sig.ra Transacos (e le altre come lei) di un millimetro, ma almeno rafforzano me nella mia convinzione: se questo significa essere cristiani (e non credo), ne faccio volentieri a meno. Fate schifo.

"I want it that way"

Da una canzoncina dei Backstreet boys, un video un po' risibile, un po' demenziale, un po' sexy. Speriamo non lo veda il ministro Giovan***i, sennò mi fa chiudere il blog per contrarietà alla Costituzione.

lunedì 12 settembre 2011

Oscar vicinissimo

Il venticinquenne atleta sudafricano "amputato bilaterale" Oscar Pistorius mancherà pure delle gambe, ma a me mi sembra parecchio discreto. (qui l'ingrandimento, qui un altro scatto)

venerdì 9 settembre 2011

Cani travestiti. Da dinosauri

Volete rendere ancora più adorabile il vostro cucciolo, suscitando AHHHH meravigliati dagli astanti? Cosa c'è di meglio che TRAVESTIRE da DINOSAURO il vostro cane, usando uno degli sfiziosissimi costumini, disponibili direttamente online >> per una manciata di dollari!! I costumi, realizzati in poliestere al 100%, sono imbottiti e provvisti di chiusure di velcro, per il massimo comfort e sono garantiti per adattarsi a quasi ogni cane. Affrettatevi finchè durano le scorte.

I toast di Gesù

Chi mi segue sa che pubblico spesso le immagini sovrannaturali che di volta in volta appaiono nel mondo: esse sono per me fonte di assoluto sbigottimento e meraviglia. Purtroppo i prodigiosi avvistamenti sono piuttosto rari, così qualcuno ha inventato un sistema per produrre immagini del genere a volontà: nasce così il Tostapane Gesù, ideato e realizzato da una piccola società del Vermont, la Burnt Impressions Inc., che consente di tostare una fetta di pane in modo che, dopo l'operazione, la stessa presenti l'immagine del Salvatore. Il prodigioso elettrodomestico, non a caso argutamente battezzato PANE QUOTIDIANO, è disponibile direttamente online >> e viene spedito anche all'estero, con grande sollievo di coloro che temevano di non poterselo assicurare. Chi fosse interessato può trovare anche una variante con la Madonnina, per colazioni sane e spiritualmente provvide.

giovedì 8 settembre 2011

Fallo distruttore

Roba da pazzi. Chissà se quell'orrendo casino che c'è nella stanza è dovuto all'azione dirompente del prodigioso gingillo (che abbisogna persino di essere sostenuto con un legaccio dietro il collo) o se c'era di già, frutto di precedenti imprese...

martedì 6 settembre 2011

Libertà di parola, cazzate, responsabilità

Questo tizio qui, del quale mi ero ripromesso che non avrei fatto il nome, è un omino piccolo piccolo piccolo: giornalista e psicologo, ha approfittato della ribalta televisiva per dispensare ai telespettatori del TG del quale è direttore un farneticante e offensivo monologo: "Mi rifiuto di passare le immagini del concorso di Miss Trans - pur avendole, così come abbiamo fatto per Mister Gay Italia. Se è considerato ingiusto tenere in casa i diversi, fare i Gay Pride o organizzare dei concorsi di bellezza mi sembra eccessivo. Torre del Lago da questo punto di vista, sta diventando un problema di ordine pubblico. Ma forse non ce ne accorgiamo". Di fronte ad affermazioni tanto volgari e ingiuriose, la Rete si è accesa come un albero di Natale: se avete lo stomaco forte, leggete i commenti al video che si trova su Youtube, e passerete un bel pomeriggio di rosicamento. Personalmente però ho trovato molto più irritanti le "giustificazioni" che questo signore ha dato a sé stesso. Le riporto col copia ed incolla, traendole da qui >>

"La mia è stata semplicemente una battuta infelice, e per questo motivo ho chiesto scusa alla comunità GLBT della Versilia

Hanno chiesto le mie dimissioni. Sono veramente molto amareggiato: non è possibile far perdere il posto di lavoro ad un uomo di 58 anni per una battuta. Per questo motivo chiedo solidarietà da parte dei giornalisti della lucchesia, affinché si mobilitino contro la mancanza di tutela della nostra categoria.

Ho preso anche contatti con tutti i rappresentati della comunità gay di Torre del lago per porre formalmente le mie più sentite scuse, ed hanno capito. Che devo fare di più?
"


Non so a voi, ma il rimedio (queste "scuse"), mi sembra peggiore del male. Infatti:

a) una dichiarazione della durata di un minuto è un pistolotto, e NON una battuta: quest'ultima viene infatti definita dal mio vocabolario "motto di spirito, arguzia, facezia". Le parole del suddetto signore non ci somigliano nemmeno.

b) Cercare di far passare la richiesta di dimissioni come un attacco alla categoria dei giornalisti mi sembra veramente eccessivo. Ci sono persone che identificano sé stesse con un dato valore, come se essi stessi ne fossero portatori e lo incarnassero, ritenendo che criticare loro significhi prendersela, per esempio, con la libertà di stampa. Un po' di senso della misura non guasterebbe.

c) La domanda "Che devo fare di più?" sembra sottindendere che il giornalista abbia fatto il massimo che ci si poteva umanamente aspettare, che la questione debba per forza di cose ritenersi chiusa come se nulla fosse mai successo. Troppo facile. A questo punto, l'unica condotta accettabile sarebbe starsene zitti, senza pretendere di voler passare per la vittima: la frittata è fatta, ed è giusto, anzi INDISPENSABILE che ci siano delle conseguenze. Quali, non spetta a noi deciderle. Ognuno deve poter dire quello che vuole, esprimendosi nei termini che ritiene più opportuni. Però poi non si può far finta che certe cose NON siano state dette, o liquidare la cosa dicendo "tanto mi sono scusato" (ammesso che questo sia vero >>). Non si può ignorare tutto, trincerandosi dietro alla libertà di parola, perchè questo legittima tutti a dire la prima cosa che passa loro per la testa, come se non ci fossero anche altri meritevoli del medesimo rispetto che si esige per noi stessi. Non trovate?

Evandro insuperabile

Evandro Soldati, con una camicina che neanche il tizio della pubblicità del tonno Insuperabile, è ciononostante di una bellezza folgorante (qui la foto intera)

lunedì 5 settembre 2011

Sale e pepe

Dispenser di sale e pepe "a forma" di bassotto incontinente: kitsch in modo raccapricciante, ma almeno poco costosi. Dieci dollari circa, direttamente online >>. Continuo a preferire che mi regalino una cravatta.

Tatuaggi

Ho detto altre volte che i tatuaggi non mi dispiacciono: possono essere molto belli su persone molto belle. Sfortunatamente non si rimane "molto belli" per sempre. A differenza dei tatuaggi, che invece rimangono lì per l'eternità. Quelli di Fabrizio Corona poi sono sinceramente grotteschi: c'ha anche la Madonnina, e non sono certo che a quest'ultima faccia piacere. Sembrano l'album da disegno di un serial killer. Non oso pensare a che effetto faranno tra vent'anni...

venerdì 2 settembre 2011

Sirenetti d'annata

Il buon Sam Way, modello britannico più volte capitato su queste pagine (e non altrove, putroppo), è qui immortalato in una sorprendente foto d'annata nella quale mi appare praticamente irriconoscibile. Non sempre "invecchiando" si peggiora: a lui non è successo. Certo, il fatto di avere 25 anni aiuta... Dovremmo riparlarne tra un po'!

giovedì 1 settembre 2011

Bachi da seta in scatola

Ho sempre qualche dubbio quando leggo che una qualche orrenda lordura è in effetti commestibile: certo, a meno che non sia infetto e conduca a morte immediata, quasi tutto è commestibile. Ma da qui ad apparire sapido o gustoso, ce ne corre: è il caso di questo BUN DAE KI, e cioè stuzzichino coreano di bozzoli di bachi da seta (!!), che, stando all'etichetta, sarebbe provvisto di grosso contenuto proteico e particolarmante adatto come accompagnamento per bevande alcoliche (tanto che il buontempone che l'ha assaggiato l'ha guarito con gli stuzzicadenti con il pennacchio). Com'è il sapore? Indovinate: RIVOLTANTE. Chi lo avrebbe mai detto, eh? (fonte >>)