mercoledì 30 novembre 2011

L'uomo con l'alluce opponibile

Qualche mese fa il ventinovenne James Byrne si è reciso involontariamente il pollice della mano sinistra. I medici hanno tentato l'impossibile per salvare il dito e rimetterlo al suo posto, ma l'operazione non ha sortito alcun successo perché il pollice non veniva irrorato di sangue. Il sig. Byrne si era quasi rassegnato a perdere il pollice opponibile, quando qualcuno ha avuto un colpo di genio: perché non amputargli l'alluce e ricucirglielo al posto del dito mancante della mano?

La bizzarra operazione, eseguita nell'arco di otto ore presso il Frenchay Hospital da un'equipe di microchirurghi, ha evidentemente avuto successo, anche se la strada per il recupero della perfetta funzionalità (anche estetica) è lunga. "Alcuni trovano la cosa divertente, altri ne sono disgustati, altri ancora mi chiedono semplicemente cosa ho fatto al pollice che è così gonfio. Quando dico loro la verità non ci credono. (...) Mio figlio pensa che sia fantastico, mi ha chiesto di mostrarlo a tutti i suoi compagni e sono diventato una celebrità, all'asilo!". A me però fa un po' impressione. (fonte >>)

1 commento:

loran ha detto...

In effetti un po' impressione la fa ma penso che il pollice opponibile sia alla base della funzionalità della mano.