lunedì 6 giugno 2011

Il perfido Mohel

"Nulla piace di più al perfido Mohel che tagliare la carne del pene di un bambino nato da otto giorni. E dopo che la milà (la circoncisione rituale) è stata completata, il succhiamento del sangue della ferita è proprio la ciliegina sulla torta! Tanti hanno fatto pressione perchè il perfido Mohel cessasse la sua pratica, ma questo non accadrà. Dovranno prendegli le forbici dalla sua gelida, fredda mano."

Chi di voi ricorda Capitan Prepuzio, il supereroe che difende l'integrità fisica dei bambini maschi? Il perfido Mohel, il circoncisore che pratica l'escissione rituale del prepuzio, è il suo nuovo avversario e come tale è descritto come un vero e proprio mostro.

Va detto però che la milà è la circoncisione praticata per ragioni religiose e, per quanto discutibile, non può certo essere equiparata a quella praticata per ragioni "estetiche". Non a caso, tanti hanno accusato l'autore del fumetto di antisemitismo e hanno visto nell'eroe Capitan Prepuzio, biondo e con gli occhi azzurri, il prototipo dell'eroe ariano. Personalmente non mi spingerei tanto in là: da che mondo è mondo, l'eroe deve essere figo. Inoltre, anche l'autore ha respinto le accuse, confermando che ce l'ha con la circoncisione in quanto tale e non con l'ebraismo. Però capisco che agli ebrei il "perfido Mohel" non sia piaciuto. (fonte >>)

P.s. questa discussione mi ricorda un po' quello che successe col ritardato Simple Jack...

Nessun commento: