lunedì 21 marzo 2011

Parchi giochi

Alcuni parchi giochi dell'ex Unione sovietica avevano ben poco di divertente: questo si trova a Sergeevka, nei pressi di Odessa.

Che bello: invece di sollazzare i bambini, li si traumatizzavano irrimediabilmente. Secondo me alcune di queste "attrazioni", oltre ad avere tutte un aspetto minaccioso, hanno anche reconditi significati sessuali.

A parte il mostro supino che si appoggia sul proprio gomito (la prima foto), quello peggio è senz'altro questo sopra: se guardate bene, c'è anche una specie di Pinocchio con un imbuto sulla testa che, contro un leone dalla testa sferiforme, brandisce un'ascia, sotto lo sguardo benevolo di uno gnomo su una scala e di un mascherone dall'espressione enigmatica, come i Moai dell'Isola di Pasqua. Sembra un totem blasfemo.

2 commenti:

Franci ha detto...

carina la tua descrizione dell'ultima statua, ma oserei dire che è il mago di oz... con lo spaventapasseri, l'uomo di latta e il leone XD

Velies Thyrrens ha detto...

HMMMMMM... Potresti avere ragione, in effetti! Ci sarebbe da chiedersi quanta familiarità possano avere i ragazzini dell'ex unione sovietica con la bambina del Kansas, ma va bene. Comunque a me sembra ugualmente un totem blasfemo! (e mi fa pure un po' paura, specie lo gnomo sulla scala!)
:)