giovedì 3 febbraio 2011

Origami per il gingillo

Avete presente l'Origami, l'antica arte giapponese di piegare la carta per realizzarne sorprendenti figurine? Sappiate che di essa esiste una singolare variante, altrettanto venerabile (anzi, secondo alcuni persino più risalente nel tempo) denominata Kokigami, che prevede la realizzazione di "vestitini" di carta per adornare il pene (!) Il Kokigami deriva dalla tradizione di confezionare involti e pacchetti esteticamente pregevoli e già nel periodo Heian (quello compreso tra l'VIII e il XII secolo d.c.) si diffuse tra le classi aristocratiche che la praticarono ritenendola un atto di grande intimità e sensualità. Ancora oggi, nel terzo millennio, il Kokigami ha i suoi estimatori: qui >> trovate un libro che contiene diversi costumini da stampare ed indossare insieme al/alla partner, che però deve prendere parte attiva al gioco, "recitando" il piccolo copione indicato nel libro. Un esempio? "Sono sopraffatto di fronte al tuo splendore, permettimi di smarrirmi nel bagliore dei tuoi raggi" da declamarsi da parte della Falena, il cui "portatore" deve muoversi in cerchio intorno al/alla partner agitando le braccia come fossero ali. Come se trovare un partner non fosse già abbastanza difficile così, senza dovergli fare pure il teatrino.

Nessun commento: