venerdì 28 gennaio 2011

Riflessione

Antonio Albanese non mi è mai piaciuto e ogni volta che lo vedo in TV cambio canale con un moto di sincero fastidio: potete immaginarvi che effetto mi fa un manifesto pubblicitario come questo. Tuttavia, il dubbio che mi viene riguarda più che altro il finto slogan, peraltro crasso e volgare: e se invece in foto ci fosse stata, per dire, Platinette e una frase ugualmente delicata, tipo "mi piace la banana"? Il "senso comune" lo avrebbe tollerato oppure, come io credo, lo avrebbe invece respinto con indignazione? E in quel caso, quale sarebbe la differenza concettuale con il motto che troneggia sulla bella faccia di Albanese ? Cosa renderebbe accettabile l'uno e censurabile l'altro?

8 commenti:

byb ha detto...

da Fazio ha spiegato che non hanno inventato niente, non sarebbe satira ma cronaca.
era un'intervista interessante, forse più della visione integrale del film.

Velies Thyrrens ha detto...

L'intervista non l'ho vista ma se non sbaglio questa cosa del "PILU" risale a Mai dire goal, quindi quasi vent'anni fa. Comunque lui continua a non piacermi

Valentina ha detto...

Hai mai visto il film "giorni e nuvole" con albanese e la buy? se non l'hai visto, te lo consiglio: potresti in parte rivalutare l'attore, che in quella sede dimostra di non essere solo una "macchietta" (a differenza di amendola che mi fa veramente schifo). Io forse sono un po' di parte perchè la pellicola è girata nella mia città e vi recita anche un professore con cui ho dato un esame!

Luca ha detto...

Ma lo slogan è ovviamente volgarissimo, è lo scopo del personaggio e del film (poco riuscito) di Albanese.
Qualunquemente purtroppo è più vero che finto, con una campagna elettorale estremamente trash, voti comprati, interessi della criminalità... Non fa ridere e basta. Anche se, come ho scritta sopra, poteva venire decisamente meglio.
Io Albanese l'ho sempre apprezzato, specialmente in altri personaggi (Epifanio, Perego...).

Velies Thyrrens ha detto...

Ok, ma io avevo domandato un'altra cosa...:P

MeM ha detto...

Premesso che non amo Albanese, anzi, credo che un manifesto di Platinette ormai non desterebbe chissà quali umori, a me personalmente viene da sorridere non appena vedo o sento qualcosa detta da lei. Per quello che riguarda il manifesto di "Qualunquemente" ho scoperto lo slogan grazie al blog, e solitamente non sono solito dare peso a queste provocazioni.. credo che come la comunità GLT abbia il diritto di esprime il suo pensiero altrettanto possano fare gli eterosessuali. Lo slogan è indubbiamente volgare, ma non dimentichiamo che molto spesso lo sono anche slogan gay.

loran ha detto...

Anchea me lui non piace molto ma bisogna dire che è uno dei pochi che riesce a evidenziare alcune brutte abitidini degli italiani un pò come faceva Alberto Sordi nei suoi migliori film.

loran ha detto...

L'accettabile e il censurabile oggi in italia dipende molto da chi sponsorizza dal suo peso politico e dall'uso che si vuole fare dello slogan.
Non sò se un ipotetico manifesto con Platinette con quello slogan sarebbe censurato magari non se servisse ad allontanare dal cavaliere le accuse di omofobia.