giovedì 30 settembre 2010

Bolle per Vogue

Roberto Bolle, col suo corpo statuario ed infinitamente desiderabile, posa per il numero di ottobre 2010 di Vogue Paris (qui la foto intera). Ricordo che, tempo fa, sono quasi cascato di bicicletta per guardare la sua foto sulla locandina di un settimanale di moda. Trovo Bolle pressoché irresistibile e capisco che non voglia pronunciarsi sulla sua sessualità, molto discussa. E' vero, sono fatti esclusivamente suoi: inoltre, un improvvido coming out potrebbe essergli professionalmente fatale. Ma, primedonne da salotti televisive a parte, quali modelli positivi di gay esistono nel nostro Paese? Nessuno, e questo non è mica un bene.

Preservativi per dita

Preservativi per dita: anche se la lingua rimane una barriera insormontabile, la forma di questi oggetti e la figurina sulla confezione sembrano inequivocabili. A cosa serviranno, esattamente?

martedì 28 settembre 2010

Perle di saggezza

Secondo Giovanardi “imporre a un bambino due genitori dello stesso sesso significa fargli violenza psicologica”. Meglio lasciare che si rilassi in orfanotrofio.

Tratto da www.spinoza.it, segnalatomi da F., "ascia del mio fianco, arma del mio braccio, spada della mia guaina, scudo del mio petto" (cit.)

PS. NO! Non è Il Signore degli Anelli! Sgrunt!

L'uomo da due milioni di euro

Come avrete letto sui giornali, Lele Mora, l'ex re Mida della TV che alcuni chiamavano "Signor 20%" perchè a tanto ammontava il suo guadagno di manager sugli ingaggi dei suoi protetti, ha dichiarato di aver avuto una relazione con Fabrizio Corona per il quale ha speso in due anni due milioni di euro in regali, tra autovetture e appartamenti di lusso. Sono sicuro che Corona sia un uomo molto sensuale, che in certe faccende sappia il fatto suo e anche se a me non è mai piaciuto non si può dire che non sia attraente. Non so se io avrei speso tanto denaro per assicurarmi le sue grazie, però se qualcuno ha scialacquato quasi quattro miliardi di lire per lui, qualche appeal deve pure averlo. Voi che ne dite?

lunedì 27 settembre 2010

Pubblicità borderline

Vi sorprendereste nello scoprire quanti "lanci di agenzia" ricevo da parte di marchi di abbigliamento intimo e per il tempo libero. Del resto, a loro "costa" un'email e la prospettiva di veder pubblicizzato un prodotto sui blog solo perchè la clip mette in mostra dei bei ragazzi è troppo allettante per lasciarsela sfuggire. Non ricordo di aver mai ricevuto notizie da questi tizi qui: sinceramente il filmato mi sembra persino un po' troppo morboso ed esplicito. Qualche anno fa lo si sarebbe bollato come osceno, senza se e senza ma. Giudicate voi

Piccolo boscaiolo barbuto

Cappello da piccolo boscaiolo barbuto, realizzato interamente a mano in lana acrilica. Adatto per un bambino di età non superiore ai 5/6 anni o per un preadolescente. Disponibile direttamente online >> per 46 dollari, spedizione esclusa

domenica 26 settembre 2010

Inception secondo me

Ho apprezzato abbastanza il filmone del momento, "Inception" di Chris Nolan con Leonardo di Caprio di cui forse avrete sentito parlare. Mi è piaciuto molto il modo in cui regista tiene insieme una storia potenzialmente oscura e complicata, anche se rimangono diversi buchi nella trama. Prima di vederlo pensavo che si trattasse di una versione de menare di Paprika >> ed in effetti la mia impressione è stata quasi completamente confermata, visto anche che il film d'animazione del compianto Kon è stato espressamente citato da Nolan come una delle sue fonti d'ispirazione. Ho apprezzato meno la trovata narrativa delle scatole cinesi che sembrano aprirsi quasi ininterrottamente le une dentro le altre, così come mi è garbato poco il finale volutamente ambiguo che non aggiunge niente in termini di fascino alla vicenda e che dopo due ore abbondanti di proiezione il pubblico non avrebbe meritato. Discreti i protagonisti: bravo Di Caprio, che smessi i panni dell'irresistibile efebo per sopraggiunti limiti di età, ormai interpreta sempre lo stesso personaggio (vedi Shutter Island, Blood Diamond, The departed....). Menzione d'onore per il trentatreenne Tom Hardy, che tempo fa suscitò un delirio di desiderio ammettendo di aver avuto rapporti con ragazzi - per poi scoprire che la cosa non faceva per lui.

giovedì 23 settembre 2010

Avatar porno

Axel Braun, il geniale cineasta autore della porno parodia di Superman, ha colpito ancora. E' la volta di Avatar, trasformato in un film a luci rosse che sarà disponibile dal 28 settembre in versione Blu Ray e DVD (fonte >>)

Notate la Na'vi pettoruta, a sinistra nell'immagine. Non so quanta concupiscenza possano suscitare dei tizi dipinti di blu e con delle maschere: per quanto mi riguarda, nessuna.

mercoledì 22 settembre 2010

Tagliapizza Enterprise

Geniale. Si compra qui >> per 25 dollari, spese escluse, ma volete mettere il figurone!!

Superman porno

Chi dice che i film porno non debbano avere una trama, anche relativamente sofisticata? Nel caso di questo Superman XXX troviamo non solo una sceneggiatura, bensì degli effetti speciali (!) utilizzati per creare la scena finale in cui Superman e Lois si allontanano volando nel crepuscolo.

Nella clip che vedete il regista, "Axel Braun" (per quanto possano significare i nomi nell'industria del porno) sembra prendere il suo lavoro piuttosto sul serio, spiegando quali sono le sue fonti di ispirazioni e quali i criteri seguiti per questa porno parodia di prossima uscita che certo farà felici i dententori del marchio "Superman" e soprattutto i loro avvocati. Il supereroe, tuttavia, non è niente male: a quanto pare si tratta di "Ryan Driller" (Ryan Trivella, ma in inglese suona molto meglio) che avrebbe "interpretato" anche filmetti gay sotto l'altro suo nome d'arte (si fa per dire) di Jeremy Bilding. Non vi sarà difficile verificare voi stessi.

Vita matrimoniale

Avete visto UP, il penultimo film Pixar? Ricordate questa sequenza? Si tratta di Married Life, il segmento di quattro minuti circa che racconta, senza una sola parola, l'intera vita di Karl ed Ellie. Lo mostro qui non perchè abbia un particolare sottotesto, né perchè intendo trarne spunto per qualche tipo di riflessione, bensì per la ragione che annulla e rende superflue tutte le altre, e cioè perchè è bellissimo.

martedì 21 settembre 2010

Jake cavallerizzo

Dopo Brokeback Mountain Jake Gyllenhaal ha dimenticato come si sta a cavallo senza sembrare una ragazzina. Chissà a quando risale questa foto.

Novak in mutande

Il giovane tennista serbo Novak Djokovich, seminudo negli spogliatoi, si concede all'occhio della telecamera, conversando come un ventenne qualsiasi invece che come un campione dello sport. Sarà anche un atteggiamento, ma ogni volta che lo vedo o che leggo le sue interviste ho la sensazione che non se la tiri per niente.

lunedì 20 settembre 2010

Cuffietta-zucca per cani

La festa di Halloween si sta avvicinando a grandi passi e non è il caso di ridursi all'ultimo momento per i preparativi. Sono sicuro che i più lungimiranti di voi non si faranno sfuggire il copricapo a forma di zucca per cani, che protegge, riscalda e rende irresistibile il vostro amico a quattro zampe. Lavabile a macchina ed adatto per animali di piccola taglia, il geniale copricapo è confezionato interamente a mano ed è disponibile direttamente online >> per trenta dollari soltanto. Affrettatevi finchè durano le scorte.

Bolle vaginali dall'inferno

Ricordate i bei vecchi tempi andati, quando i supereroi del cinema d'animazione giapponese si sfidavano con l'alabarda spaziale e il grande boomerang? A quanto pare, la gloriosa tradizione di munire gli eroi di armi inconsulte e rutilanti è proseguita ben oltre l'età d'oro dei robottoni e anzi ha raggiunto vette d'eccellenza in questa serie risalente ai primi anni 90 ed intitolata "Donne Ninja: Le cronache magiche" (o qualcosa del genere), in cui la protagonista Kunoichi combatte i cattivi con mezzi di offesa piuttosto originali (per così dire). Stavolta l'eroina, anche se ferita a morte (?) riesce a trionfare grazie alle micidiali bolle prodotte dalla sua stessa vagina ("vagina bubbles from hell") che, non a caso, hanno la meglio sul virilissimo samurai, sconfitto dall'orrore e dalle mortali bollicine. Se volevano un modo per rendere attraente il sesso femminile ci sono riusciti. E poi ci si stupisce se uno diventa frocio...

sabato 18 settembre 2010

Scoperte: Eddie Redmayne

Grazie alla miniserie Pillars of The Earth, segnalatami da amici e procuratami da un equino atto al P2P, di prossima programmazione su Sky in lingua italiana, scopro Edward John David Redmayne (1982 - vivente), attore e modello britannico che finora mi era completamente sconosciuto.

I ragazzi che mi attraggono di più sembrano fatti con lo stampino. Eddie è un concentrato delle doti fisiche che trovo irresistibili (lì per lì lo avevo scambiato per Gaspard Ulliel versione baby) ed infatti la sua performance nella miniserie ispirata al libro di Ken Follett mi è completamente indifferente: non lo ascolto nemmeno, lo guardo e basta.

Il fatto che abbia anche interpretato il ruolo di un omosessuale nel film Savage Grace (2007, altra pellicola di cui non sapevo assolutamente niente fino a qualche momento fa), me lo rende solo più attraente, se possibile. Che meraviglia.

giovedì 16 settembre 2010

Educatori

Una "vecchia" clip per un concetto sempre di moda (grazie Parva per la segnalazione). Pensate che a questa gente gli danno i figlioli da educare nell'amore e nella mansuetudine... Fate schifo.

Il ritocchino di Ricky Martin

Ricky Martin si è fatto ritoccare i tatuaggi per ravvivarli (clic). Lo ha detto lui stesso >>.

Il Papa e il gelataio furbo

Questa curiosa immagine pubblicitaria del gelato "Antonio Federici", prodotto e venduto nel Regno unito, ha causato grandi polemiche ed è stata ritenuta offensiva dal Advertising Standards Authority, l'autorità amministrativa indipendente che in Inghilterra vigila sulla pubblicità diffusa sui media, che ne ha ordinato la rimozione.

Il furbissimo sig. Federici ha colto la palla al balzo e, approfittando dell'imminente visita del Papa che questo venerdì si recherà in visita all'Abbazia di Westminster, ha annunciato che intende sfidare l'interdetto dell'Autorità, tappezzando l'area circostante con nuovi, provocatori poster (quelli che vedete sopra riguardano le campagne pubblicitarie degli anni scorsi). Chissà se la nuova trovata non sia persino più esplicita. Un portavoce della società ha annunciato che i prossimi cartelloni riproporranno lo stesso tema, sviluppandolo. Non so se il tizio sa fare il gelato, ma di comunicazione ha capito tutto. (fonte >>)

mercoledì 15 settembre 2010

Terreno comune

Alcune vignette di Stefano Disegni rappresentano una cosa tragicamente vera: ma com'è che ci odiano tutti, Dalai Lama compreso?!? Non è che c'hanno ragione loro?

martedì 14 settembre 2010

Kirk da Bill Gates

Questa incredibile composizione di fili di metallo e perline (!), intitolata Mirror Mirror (dal nome di un omonimo episodio della serie classica di Star Trek) è opera dell'artista newyorkese Devorah Sperber >> e, ovviamente, riproduce l'equipaggio della mitica astronave nel momento della rimaterializzazione dopo il teletrasporto. La geniale installazione si trova negli uffici di Microsoft, a Redmond (notate il marchio, al centro della foto).

Per casa mia sarebbe perfetta, anche se non so se potrei permettermela dato il livello di dettaglio delle immagini e la mostruosa mole di lavoro che il crearle ha evidentemente richiesto. Comunnque, e lo dico da vecchio Trekkie (la serie classica piaceva anche a mia nonna novantenne), Sperber santa subito!! (fonte >>)

lunedì 13 settembre 2010

L'immaginario erotico degli altri

Ho già detto molte volte che non provo alcuna repulsione per il sesso femminile, anzi. Le ragazze, mediamente, mi piacciono abbastanza ed essendo provvisto di occhi, sono in grado di dire se qualcuna è attraente oppure no (almeno a mio avviso). Meno comprensibile mi appare lo stereotipo della ragazza carina, innocente e poco intelligente che pare vada fortissimo tra gli etero e che invece a me dà sinceramente sui nervi (anche le ragazze che si credono irresistibili e si comportano come tali mi innervosiscono, ma meno). La biondona pettoruta e stupidissima rimane però un evergreen: persino per Hugh Hefner questa tizia qui, Kendra Wilkinson, sarebbe stolida ed estremamente limitata e ciononostante il vecchio allevatore di conigliette non avrebbe disdegnato di calmare la sua sete ad una sì facile fonte. Chi viene qui conosce a menadito il mio personale immaginario erotico: ma qual'è la nostra percezione di quello dei nostri dirimpettai, gli etero?

Mestieri pericolosi: le previsioni del tempo

E' vero quello che dice il mio capo, siamo ritti per cascare! Qui, poi, l'idea del cascare appare particolarmente adeguata. Chi si sarebbe mai immaginato che fare le previsioni del tempo potesse essere così pericoloso?

Waffel ripieno di banana

Uno dei rari casi in cui il ripieno di una pietanza non è al gusto di banana, ma è proprio banana, in senso letterale del termine. C'avranno messo la FORMALDEIDE PER MUMMIE, per mantenere intatto il frutto dentro la merendina... La sezione "pappa buona" in cui raccolgo i post di argomento alimentare contiene delle lordure orripilanti, ma questo Waffel mi fa quasi gola.

domenica 12 settembre 2010

Il Brokeback Mountain indiano

L'India è la seconda nazione più popolosa del mondo e i suoi abitanti rappresentano il 17% della popolazione mondiale. La sua industria cinematografica "di cassetta", da non confondersi con altri filoni creativi indiani, è ironicamente soprannominata Bollywood (fusione di Bombay e Hollywood) e produce oltre 1000 film l'anno: nessuno dei quali ha mai rappresentato in modo serio e non caricaturale l'omosessualità, che infatti è stata depenalizzata solo di recente con una decisione che ha suscitato grandi polemiche. Il tabù gay/cinema è caduto di recente col film Dunno Y Na Jaane Kyon, del regista Sanjay Sharma, che racconta la storia di Ashley, omosessuale sposato e ovviamente non dichiarato, e della sua relazione clandestina con un giovane aspirante attore cinematografico. "Era un argomento difficile, lo sapevo fino dall'inizio", dice il regista, "Ma non avevo idea di quanto la realizzazione potesse essere problematica", a cominciare dal casting. "Quando ricercavo il mio protagonista tra gli attori più maturi ed autorevoli, ricevevo dei netti rifiuti, il che è triste perchè se si offre a questi attori ruoli da contrabbandieri o terroristi li accettano. Se gli chiedi di fare un omosessuale mostrano apprensione" (tutto il mondo è paese, a quanto pare!!) "Alcuni hanno suggerito di far passare la trama gay in secondo piano e di farne una sottotrama, altri hanno chiesto di eliminare la scena del bacio". La scelta dei protagonisti è poi caduta su Aryan Vaid (1974 - ), ex modello e Mr. India 2000 e Kapil Sharma, fratello del regista. Il film è stato proiettato al festival del cinema omosessuale di Mumbai, con grande successo di pubblico ma ha però suscitato reazioni contrastanti nel recente Indian Film Festival di Londra. "Siamo stati contenti che non ci fossero proteste da parte di gruppi religiosi", si contenta il regista. (fonte >>)

giovedì 9 settembre 2010

Pubblicità gratuita: Justin

Anche se sto cercando di aggiornare la linea editoriale :) di questo blog, emendandolo da un uso eccessivo di immagini di ragazzi (e questo a costo di perdere i molti che vengono solo per vedere le foto:), faccio volentieri un'eccezione per lo statunitense Justin Gaston (1988 - ), qui ritratto in uno scatto veramente riuscito (clic).

Justin lo si è visto relativamente di frequente in questi due/tre anni, ma la sua metamorfosi da ragazzino a giovane uomo non aiuta a riconoscerlo nelle varie fotografie che si vedono in giro per la Rete (una rapida googolata vi riporterà alla memoria una faccia probabilmente già vista).

Sembra anche che nei suoi late teens abbia lavorato (clic) per una rivistina G rated, Electric Youth (ma sarà la stessa per cui ha posato Evandro?), e in giro si trovano sue foto relativamente esplicite ma molto sexy (clic e clic)

Lavatevi le palle

Una nota marca di prodotti per l'igiene personale ha diffuso questo sconcertante filmatino che pubblicizza un detergente per le parti intime. Lo spot è efficace, anche se non si può dire che l'umorismo sia esattamente finissimo "Come possono fare i ragazzi a pulire le loro palle in modo che sia più divertente giocarci?" Il semplice sapone, naturalmente, non è sufficiente, ma il magico prodotto risolve il problema e le presentatrici ci tengono a confermarlo "Con queste potrei giocarci tutto il giorno!", afferma sicura Denise, dopo una dimostrazione che può apparire piuttosto sexy (al secondo 58 circa). Meno attraente è la prospettiva delle vecchie palle di Mr. Ackerman, ma l'anziana moglie seduta tra il pubblico sembra di diverso avviso. Tutto considerato, mi sembra uno spot di pessimo gusto. Alla RAI non lo trasmetterebbero mai, e farebbero bene.

mercoledì 8 settembre 2010

Comunicazione di servizio

Per ragioni collegate agli infami contratti di internet providing, la mia connessione casalinga è ancora inattiva: scusate, ragazzi. Fosse per me, bloggerei pure ma non saprei come fare, e con l'iPhone mi è troppo difficile!! A domani (spero!!) Voi però non ve ne andate, eh?! Non fate che torno e non trovo nessuno! ^^'

Non è bello ciò che è bello...

Mi rendo conto di non rappresentare esattamente il target dei Jonas Brothers - considerando che io stesso ho appreso da poco chi sono - però secondo me sono davvero dei cessi. (scusate il giro di parole) Anche a dodici anni io avevo gusti migliori.

lunedì 6 settembre 2010

Whisky fatto con la pipì

In un mondo in cui le risorse stanno rapidamente diminuendo, l'idea di riciclare prodotti di scarto non è tanto peregrina. A patto di non superare un certo limite. Il designer londinese James Gilpin ha un'idea tutta sua sull'estensione di questi limiti e utilizzando un procedimento di sua invenzione ha potuto realizzare un prodotto chiamato Family Whisky. Cosa c'è di strano? Il fatto che la prelibata bevanda è stata ottenuta a partire dallo zucchero contenuto in grandi quantità nell'urina di pazienti diabetici, prima fra tutte la nonna dello stesso James. A quanto pare, il procedimento implica la distillazione ed il filtraggio della pipì. Le molecole di zucchero, che data la loro grandezza possono essere estratte e purificate con relativa semplicità, sono poi aggiunte ai malti per accelerare il processo di fermentazione. Anche se il sig. Gilpin non sembra intenzionato a mettere in vendita il suo liquore (e vorrei pure vedere...), c'è comunque la possibilità di assaggiarne un sorso: il giovanotto parteciperà ad una mostra specializzata a Londra, prevista per questo mese di settembre e garantirà ai visitatori un goccio del suo Whisky di famiglia, con tanti saluti alla nonna. (fonte >>)

domenica 5 settembre 2010

Birra fritta

Il cuoco texano Mark Zable ha ultimato una sua personale ricerca durata tre anni ed è giunto finalmente alla ricetta della birra fritta (!) A quanto pare, la birra viene posta in una specie di raviolo di pasta da pretzel e fritta per venti secondi in olio bollente e così facendo mantiene tutte (?) le sue proprietà organolettiche e, naturalmente, il suo stato di liquido. La ricetta, ovviamente segretissima, è in corso di brevettazione e la sua efficacia è tale che la Texas Alcoholic Commission ha stabilito che i gustosi snack possano essere venduti solo a persone maggiori di ventun anni. Boh. (fonte >>)

sabato 4 settembre 2010

giovedì 2 settembre 2010

Domande esistenziali

Facendo zapping la sera, qualche volta mi fermo su Il mercante in fiera, programmino modesto ma meno infame di tanti altri. Il meccanismo su cui si basa, naturalmente, è quello del tradizionale gioco di carte, reso per quanto possibile più televisivo da qualche stacchetto o qualche allegro jingle. Tipo quelli che accompagnano il fatto che una data carta viene giocata. Il tema del Pinocchio di Comencini, quando esce "la balena" (ma non era un pescecane?!), la sigla di Heidi per "la capra" ed altri. Ma com'è che quando viene fuori "il finocchio", perfettamente disegnato con tanto di foglioline, fanno partire "I will survive"?! :D grandi!! :)

mercoledì 1 settembre 2010

Portaoggetti a forma di tette

Portaoggetti a forma di tette, realizzato rigorosamente a mano utilizzando tre tipi di legno pregiato: ciliegio, ciliegio della Pennsylvania per la base e Bubinga per i capezzoli. Disponibile su richiesta in diverse dimensioni >>, per un regalo originale e di sicuro effetto.

Detto tra di noi, non so se mi fa più impressione chiuso o aperto.

Ventri antropomorfi

Cose veramente, veramente bruttissime.