sabato 31 luglio 2010

Pizza alla pizza

Pizza alla pizza (!): la solita idiozia, presumo, da americani con disturbi alimentari. A ben vedere si distinguono alcuni ingredienti, tra cui spiccano mais e piselli (?). Boh.

Cambi di look

Questa foto è troppo spassosa per non pubblicarla qui. E poi mi serve un post qualsiasi per testare il nuovo layout... :D

giovedì 29 luglio 2010

Capitan Prepuzio

Capitan Prepuzio (in originale "Foreskin man" - scusate la traduzione libera ma mi sembrava che suonasse meglio) è il nuovo supereroe che interviene per preservare l'integrità fisica dei neonati e difenderli dal coltello del crudele circoncisore che, senza alcuna pietà, cerca di privare i maschietti di una parte tanto importante del loro corpo (occhio al simbolo dell'eroe, apparentemente astratto ma in realtà denso di significati).

Qui sopra vedete il crudele Dr. Mutilatore, l'antagonista del supereroe, un altrimenti pacifico medico che, novello Mr Hyde, si scatena alla vista di un prepuzio intatto.

Capitan Prepuzio è un fumetto disponibile gratuitamente online >>, scritto e creato dal presidente di un'associazione anti-circoncisione >>, Matthew Hess che, grazie ad una grafica accattivante e all'argomento inconsueto, si prefigge di sensibilizzare il pubblico sulla circoncisione infantile. "Nel corso degli anni c'è stata una grande razionalizzazione a proposito di questa pratica, per giustificarla e perpetrarla ma il fatto è che la circoncisione forzata viola i diritti umani: spero che questa storia aiuti a convincere di questo le persone". A noi europei, mediamente intatti, una simile iniziativa fa sorridere ma a quanto pare la circoncisione, ampiamente praticata negli Stati Uniti a partire dal 1800, è causa di grossi danni psichici (complessi d'inferiorità, senso d'impotenza, stress post traumatici) che fanno seriamente dubitare se il gioco vale la proverbiale candela. Non a caso, alcuni hanno escogitato rimedi inconsulti per riguadagnare i centimetri perduti...

martedì 27 luglio 2010

A domanda diretta

Confesso di essermi sentito rivolgere direttamente una sola volta la domanda "Sei gay?"Non ho problemi a rispondere, ma sono comunque in imbarazzo perchè si tratta di cose molto personali. Per curiosità, voi come vi regolate?

Sciarpina per cani

Sciarpina - tette per cani (!!) Confezionata a mano e disponibili in vari colori di "pelle" e di "capezzoli", è perfetta per i padroni di cani che vogliono prendersi cura dei loro cuccioli tenendoli caldi senza rinunciare ad una risata (anche se bisognerebbe sapere cosa ne pensano i cani). Per soli 20 dollari, spese di spedizione escluse, sembrano un affare da non perdere (clic >>)

lunedì 26 luglio 2010

Il nuotatore

Un paio di scatti, scelti secondo il mio gusto, tratti dal numero di agosto 2010 della rivista GQ Germania.

Ormai non riporto neanche il nome del ragazzo.

sabato 24 luglio 2010

Gesù nelle piume della gallina

Il Salvatore Gesù Cristo, le cui vie sono davvero infinite, ha scelto stavolta di appalesarsi nelle piume della gallina Gloria (così chiamata in onore della sig.ra Gaynor e del fatto che she survived alle grinfie di un predatore). Il venticinquenne Mitchell Grainger, della Contea del West Midlands (UK) ha individuato il Salvatore mentre il simpatico pennuto razzolava distrattamente nel cortile. "Quando ho visto quell'immagine ho detto proprio Gesù Cristo! La faccia di Gesù si vede bene e quando l'ho indicata a mia madre lei ha addirittura notato la corona di spine". Fonte >> P.s. dato che queste apparizioni miracolose si manifestano con sorprendente frequenza le ho catalogate tutte sotto la nuova etichetta visioni mistiche

giovedì 22 luglio 2010

Mascherarsi da figo

La SPFX Masks è una società specializzata nella realizzazione di maschere di silicone (asseritamente) iper realistiche. Fondata nel 2001 da Rusty Slusser e dal suo socio Ron Hess, SPFX Maschere ha recentemente lanciato sul mercato quello che ritiene il suo prodotto di punta, la maschera da figo ("Handsome guy human mask") >>.

Il "figo", stando alla personalità fittizia creatagli, è modello ed attore, ama far colpo sulle donne e fare palestra e detesta gli uomini effeminati. Credo di poter dire senza tema di smentita che, se è per questo, gli uomini effeminati (e anche tutti gli altri) detesterebbero lui. L'idea che qualcuno produca e venda maschere di silicone non mi disturba nè mi stupisce: quello che sorprende è che questa dovrebbe rappresentare un uomo particolarmente avvenente. E' questa la vera finzione, non il fatto che si tratti di una maschera!!!

mercoledì 21 luglio 2010

L'autoscatto di Enrique

Il buon Enrique Iglesias, figlio del famigerato Julio che decenni fa faceva palpitare il cuore di molte casalinghe disperate, nel corso di una recentissima performance si è impossessato di una fotocamera e si è immortalato il pacco, guadagnandosi così la gratitudine di qualcuno e soprattutto molta pubblcità gratuita. Date le condizioni in cui è stata scattata, ritengo che la foto sia venuta malissimo e che ci sia ben poco da vedere. La curiosità, tuttavia, è un'altra (e come al solito la lingua inglese non aiuta >>): quando si legge "Enrique Iglesias pointed a fan's camera down his pants" si parla di un fan maschio o femmina? :)

lunedì 19 luglio 2010

Evandro per Sergio

Non chiedetemi chi è Sergio perchè oltre al fatto che è un tizio brasiliano che disegna vestiti (?) non so altro. Non che la cosa faccia la minima differenza: lo invidio ugualmente. Pensavo di non poter desiderare di più Evandro, invece ogni volta che lo vedo, specie ultimamente che si è imputtanito, è peggio. Sgrunt.

Andrew puntuto

Non c'è niente da fare: certi uomini non perdono un'oncia di fascino qualunque cosa abbiano addosso. Compreso questo orribile accessorio irto di punte, che però adorna il corpo di Andrew *supersex* Stetson come se fosse stato fatto apposta per lui.

Eh sì: abbiamo visto Andy vestito da TOPOLINO (!), da gamberetto e ora da porcospino cyberpunk ^^, e ciononostante rimane sempre un gran bel vedere. Forse, volendogli trovare un difetto, si può osservare che ha troppa stoffa addosso (clic) ma questo è un dettaglio trascurabile (e scusate la botta di ormone, tempo una doccia fredda mi passa!).

Ps questo post è dedicato ad M&M, in rappresentanza dei tanti lettori silenziosi. Vabbé che uno si diverte anche a guardare e basta, però che ca**o, sembra che il blog me lo faccia per me! Ragazzi, non siate timidi, appalesatevi nei commenti, si fa per gioHare!!:D

Cane a molla. Incontinente

Giocattolo a molla con le sembianze di un cane. Incontinente (!). Ripugnante, ma caro :) quindici dollari, spese di spedizione escluse, si carica d'acqua ed è pronto in un secondo per rendere impraticabile la vostra scrivania. Se considerate che l'idea di un canide che me la fa in casa mi fa accapponare la pelle, potete immaginare che appeal può avere su di me un ordigno del genere. Comunque, per chi è meno schifiltoso di me, il balocco è disponibile direttamente online >>

domenica 18 luglio 2010

Della finzione nei libri

In un certo periodo della mia vita sono stato un lettore vorace ed onnivoro e anche oggi considero il tempo speso su un libro ottimamente impiegato. Del resto, come diceva qualcuno "Una notte d'amore è un libro letto in meno", per quanto io non sia del tutto d'accordo. Ora che il tempo a mia disposizione è diminuito sono diventato schifiltosissimo e appena mi accorgo che nella storia che sto leggendo c'è qualcosa che non va mi interrompo immediatamente senza il minimo pudore. Mi è accaduto con IMPERIUM un innocuo romanzetto di Robert Harris, del quale ho letto con piacere la prima puntata. Ero lì lì per comprare il seguito quando in libreria l'occhio mi casca su un improvvido "proseguirono IN FILA INDIANA" che mi fa accapponare la pelle: considerando che l'io narrante è il segretario personale di Cicerone che ben poca dimestichezza si presume abbia avuto con gli usi guerreschi degli indiani d'America, ho ritenuto di impiegare altrimenti i venti euro del prezzo. Quando leggo un libro sono capace di bermi la peggio spazzatura: anche che gli alieni hanno nascosto un ordigno ASTROPSICOSINCRONICO nella cascate del Niagara. Ma se mi accorgo che non ci crede neanche l'autore (o più in generale, se mi accorgo che c'è un autore), mi disamoro subito. L'ultimo dei caduti in questo mio personale gioco è Eric Emmanuel Schmitt, scrittore piuttosto quotato, che fa dire al "suo" Gesù (che chiama, opportunamente, Joshua):

"Avevo mescolato le carte del mondo. Vedevo il gioco capovolto. Gli uomini giocavano male. Pensando di dover vincere, gettavano sul tavolo le carte sbagliate"

Peccato che le carte da gioco siano comparse solo dopo ALMENO un migliaio di anni dalla nottte del Getsemani, presumibilmente importate in Europa dagli Arabi. Uccidere la sospensione dell'incredulità, per uno scrittore, è un crimine senza attenuanti.

giovedì 15 luglio 2010

Tango maschile

I "Due uomini" (Two men) si esibiscono in un sexy tango nel corso di una trasmissione televisiva brasiliana - in pratica il "got talent" locale. Il balletto è simpatico e sexy e si conclude con una "sorpresa" che manda in visibilio il pubblico (in particolare le ragazze) - v. min. 2,45. In Italia non si sarebbe mai visto.

Cleopatra

Cleopatra, monili da clitoride (!!), sono concepiti in modo da rimanere in posizione senza bisogno di piercing (e vorrei pure vedere!!). Confortevoli ed economici, aumentano il sex appeal di chi li indossa, garantendo l'aumento della vascolarizzazione proprio lì. Online per qualche spicciolo soltanto >>.

martedì 13 luglio 2010

Sandwich alle lasagne

Il sano SANDWICH ALLE LASAGNE, o più precisamente, "a ciò che gli inglesi pensano che siano le lasagne" è in vendita da ieri nei supermercati della catena Tesco, sparsi in tutto il Regno Unito. Se vi sembra ripugnante è solo perchè non avete letto gli ingredienti: dopo che lo avrete fatto, la parola ripugnante acquisterà significati nuovi ed inconsulti (riporto col copiaincolla sennò non ci credete >>):

‘two thick slices of bread and a filling of diced beef in a tomato and herb sauce layered with cooked pasta sheets and a creamy cheddar, ricotta and mayonnaise dressing’.

che in poche parole sarebbe: 'Due spesse fette di pane e un ripieno di carne di manzo tagliata a dadini in salsa di pomodoro ed erbette aromatiche intervallate da strati di pasta e un dressing a base di cremoso formaggio ceddar, ricotta e maionese. '(n.d.V. Manca solo il GUANO, poi c'è tutto).

Il delizioso snack è un'idea della sig.ra Laura Fagan (crucifige!!) e, anche se non appare particolarmente appetibile, almeno è salutare: contiene SOLO 595 calorie (in pratica, due piatti di pasta) e 24 grammi di grasso per ogni porzione. Di tutte le orripilanti lordure che ho raccolto nella significativa sezione "pappa buona" questa è di gran lunga la peggiore.

lunedì 12 luglio 2010

Immagini incomprensibili

Fermo immagine (?) tratto da un cartone animato giapponese. Per inciso, tanti di noi sono cresciuti proprio guardando i cartoni giapponesi. E poi ci si stupisce se uno esce frocio. Se qualcuno può fornire una spiegazione qualsiasi è il benvenuto.

Di tutto un po'

Insegna di un centro commerciale, uno dei pochi aperti la scorsa domenica di caldo TORRENZIALE ;) Non sono sicuro che comprerei dei preziosi dove si vende tanta altra roba, per di più così disparata.

sabato 10 luglio 2010

Il cinema secondo me: Toy story 3

Fantasmagorico: e ve lo dice uno che non ha amato particolarmente gli altri capitoli della saga. Toy story 3 è un film sorprendente: vi divertirà e commuoverà come è successo a me. Persino le le gag più marginali sono ideate con grande intelligenza e non sono mai scontate. E non date retta a chi sostiene che è un film sessista e contro i gay: sapete come sono sensibile sull'argomento; eppure l'oggetto del contendere, il bambolotto Ken in questa versione Pixar, che è assurdamente fashion e che ad un certo punto viene anche sospettato di indossare tacchi a spillo sotto una tuta da astronauta (trovata spassosissima, insieme a quasi tutte le altre che lo riguardano) non mi ha infastidito minimamente. Date retta a me: anche se non avete visto i precedenti Toy Story, andate a vedere questo. Pellicole di questo spessore se ne vedono poche, a prescindere dal mezzo tecnico (animazione o no) con cui sono realizzate.

giovedì 8 luglio 2010

Il piccolo principe

Il noto cantautore statunitense Prince (all'anagrafe Prince Rogers Nelson) cura il proprio abbigliamento di scena ma non abbastanza il proprio intimo. Uno slippino non ci sarebbe stato male :(

Cuscino - patatina

Il Cuscino "patatina", realizzato completamente a mano è perfetto per dare un tocco sbarazzino all'arredamento di casa VOSTRA (e non lo dico a caso: a casa mia non ci entrava neanche se ero etero). Forse è di gusto discutibile, ma almeno :) è caro: 100 dollari, spese di spedizione escluse (clic >>). Affrettatevi finchè durano le scorte.

mercoledì 7 luglio 2010

Lo smalto nero di Ronaldo

Cristiano Ronaldo mette lo smalto nero alle unghie dei piedi (qui la foto intera). Sapete bene quanto io apprezzi un piede perfetto e potete pertanto immaginare che appeal possa avere su di me l'idea di pittarsi le unghie :( E' fantastico essere così popolari e bloggati da poter lanciare una moda (a breve prevedo degli imitatori). Per quanto mi riguarda, però Ronaldo è buono per una cosa sola. E senza gel.

Teste di sapone

Le deliziose saponette a forma di testa di bambola (!), a base di latte di capra e al profumo di vaniglia, sono il regalo perfetto per chi ha tutto. Del resto, chi non desidererebbe qualcosa in grado di orripilare gli ospiti?!? Confezionate rigorosamente a mano, erano disponibili online >> per soli otto dollari al pezzo fino quando le scorte si sono sfortunatamente esaurite. Speriamo che ne facciano presto una nuova edizione, così posso fare rifornimento! Ho quasi terminato quelle a forma di mano di bambino!

martedì 6 luglio 2010

Blogger e i commenti

Sembra che ci sia qualche problema nella pubblicazione dei commenti, che non vengono visualizzati nonostante siano stati regolarmente inseriti! :(

lunedì 5 luglio 2010

I fili delle marionette gay

Un tizio che ho conosciuto anni fa mi ammonì circa il fatto che non si deve mai cercare di vedere i fili delle marionette e a distanza di tempo quel consiglio rimane valido. Naturalmente so che i pupazzi di legno non si muovono da soli, che c'è una mano che li anima: tuttavia, scoprire i dettagli più nascosti può rivelare delle spiacevoli "sorprese". Traduco e riporto qualche riga dal blog di un ragazzo che ha lavorato per un noto sito di porno asseritamente amatoriale:


"al telefono il tale che mi ha ingaggiato mi ha dato indicazioni sul mio aspetto e mi ha fatto domande per creare il mio "personaggio". Mi voleva bisessuale. Gli ho spiegato che sono out da quando avevo quindici anni e che ballo nei bar gay dal 1998. Non ci crederebbe nessuno. Cosa fai, mi ha chiesto. Sono un ballerino professionista e un coreografo. Faccio danza esotica in modo professionale, ho risposto. Questo non lo puoi dire, mi fa. Al capo non piacerebbe, non dirlo a nessuno: è troppo gay.
"Ah. Quindi non vi piacciono i ragazzi gay".
"Niente affatto. E' che gli etero si vendono meglio"

Se nei video vi sembro timido o insicuro è per via delle istruzioni che mi hanno dato prima delle riprese "Non parlare con le mani, non usare paroloni e tieni bassa la voce," sempre per non sembrare troppo gay.

Poi il bacio col mio partner nella scena: wow. Sapore di posacenere alla menta: molto arrapante. (...) io avrei dovuto essere il bottom sottomesso e stavo conducendo il gioco un po' troppo, così hanno dovuto interrompere le riprese. Perciò mi sono trattenuto, temendo di mostrare troppo interesse nel baciare un uomo: non vorremo mica infondere dell'omosessualità in questo video, no? (...) c'è qualcosa che dovete sapere circa i modelli eterosessuali. Sono in grado di mantenere l'erezione per circa 30 secondi fino ad un minuto. Quando riescono ad arrivare su, stanno già andando giù. E' il montaggio a rendere tutto apparentemente consequenziale ed immediato. "Come fanno questi tizi ad essere eterosessuali se sc*pano o vengono sc*pati per venti minuti di video?" Perchè ogni ripresa è così breve (...) riescono ad essere gay solo per trenta secondi. (...) in sette ore di riprese abbiamo utilizzato oltre 40 preservativi. Sono stato lì lì per perdere i sensi diverse volte.

E poi c'era la costante minaccia di non essere pagati "Se concludi troppo presto si va tutti a casa senza soldi". Il mio partner nel video mi ha ammonito "Se sputtani i miei soldi finisce a manate": poi si è calmato e ha cercato di nuovo di incoraggiarmi "Pensa ai soldi!", ma più la tensione sul set cresceva e più era difficile (e doloroso) per me mantenere l'erezione. Tutto è andato bene per le prime 4 ore: nel corso della quinta ho cominciato avere seri problemi di indolenzimento agli arti. Durante la sesta ora ho cominciato a dubitare di essere in grado di arrivare fino in fondo e dopo 7 ore stavo pensando di gettare la spugna. Allora il mio partner ha chiesto "Amico, possiamo procedere? Voglio fermarmi in banca prima che chiuda!"


Che tristezza. E considerate che ho evitato di riportare i dettagli troppo crudi. Ma la cosa peggiore non è tanto lo squallore della cosa in sé quanto il fatto che, apparentemente, un megasito di pornografia gay ritiene più vendibile l'omosessuale che non sembra tale. Non che la cosa mi sposti più di tanto: che diamine, ognuno ha la propria politica commerciale e se un dato prodotto non ci piace basta non comprarlo. Però mi fa riflettere: già i media ci propongono ideali di bellezza così PAZZESCHI ed inarrivabili che il confronto con la realtà degli uomini (e donne) "di tutti i giorni" ci può sembrare destabilizzante. Serve anche il gay che, per apparire desiderabile nei confronti dei suoi "simili", sembra eterosessuale?

venerdì 2 luglio 2010

Fallo di mano

Tra quella gente deve essere tutto un grosso strofinamento reciproco, all'insegna del "ci si trom*a tra noi senza essere consenzienti".

Per curiosità, qualcuno di voi ha esperienze dirette di sport agonistico?

giovedì 1 luglio 2010

In morte di Pietro Taricone

Pietro Taricone, prematuramente scomparso a soli 35 anni, mi piaceva un sacco. Sia fisicamente che come personaggio: faceva finta di essere rozzo ed ignorante mentre era esattamente il contrario. I tanti colleghi che, in questi giorni di delirio agiografico, sono stati intervistati hanno portato di Pietro testimonianze assolutamente positive, ricordandolo come un uomo solare e schietto, un entusiasta della vita. Sfortunatamente il povero Guerriero condividerà a breve la sorte già toccata a Raimondo Vianello e a tanti altri prima di lui: cadrà nel totale dimenticatoio, dal quale ricomparirà (forse) per qualche istante grazie ad un applauso che Maurizio Costanzo - o chi per lui - gli farà tributare durante un siparietto di un programma in seconda serata. Un vero peccato: tuttavia non c'è niente di nuovo sotto il sole. Quello che mi irrita profondamente, però, sono gli editorialisti dei TG che in casi come questi se la prendono con l'Italia perchè è un Paese senza memoria. Io ho la mia personale, e di quella non mi lamento. Ma di chi è la colpa della rimozione collettiva, se non proprio dei media che ci vengono a fare la morale e poi sono i primi a cavalcare la notizia del momento senza poi interessarsene mai più?