domenica 31 gennaio 2010

Malati di spermatorrea

Dispositivo medico risalente alla prima metà dell'ottocento volto a impedire la masturbazione e le polluzioni notturne. Come sapete, la pratica dell'autoerotismo non era infatti tenuta in grande considerazione, e anzi, la medicina la condannava senza mezzi termini già da almeno un centinaio di anni (pare che il primo trattato sull'argomento, risalente al 1712, sia stato quello opportunamente intitolato "Onania: ovvero l'odioso peccato dell'autopolluzione e tutte le spaventose conseguenze per entrambi i sessi, con consigli spirituali e materiali per coloro che si sono già rovinati con questa pratica abominevole e opportuni avvertimenti ai giovani della nazione di ambo i sessi....") L'ordigno sopra riprodotto, tuttavia, si distingue per il particolare ingegno con cui è costruito: si attaccava con la clip metallica alla base del pene e quando interveniva un'erezione il pene stesso entrava in contatto con il bordo puntuto, così da sperimentare un istantaneo calo del desiderio :(

giovedì 28 gennaio 2010

Puli-mamme (magre)

CLEANmomma, nome di fantasia che più o meno corrisponde al titolo che ho messo a questo post, è un sistema di esercizi ginnici ideati da un'ex danzatrice quarantenne, Carolyn Barnes che ha pensato di trasformare i normali movimenti che si fanno durante i mestieri di casa in attività aerobiche. L'obiettivo sarebbe di lustrare come uno specchio la casa e, contemporaneamente, riguadagnare la forma fisica perduta a causa dell'età o delle gravidanze. "Get lean while you clean", dimagrite mentre pulite! Per soli 14.95 dollari, spese di spedizione escluse, potete assicurarvi il DVD >> con i dettagli del geniale sistema di fitness (vietato rivolgersi al Mulo!!). Tranquilli, se funziona per BUBBIE, la simpatica signora del filmato, funzionerà per voi. Anche se somiglia in modo sospetto a "dai la cera, togli la cera"!

mercoledì 27 gennaio 2010

Salsicciotti letali

Curioso cartellino con prezzo apposto ad un cibo non ben identificato. Io, nel dubbio, non ne mangerei.

Novak Djokovich prono

Senza parole (qui un ingrandimento, ottimo come sfondo del desktop).
Ps carino, il nome sul calzoncino... ^^'

Corsetti per uomo

Perfetto nel comfort, il Corsetto per uomo sostiene e modella. Prodotto dalla società Body Aware e disponibile online >> tramite il sito Xdress.com, costa solo 50€, spese di spedizione escluse. E' consigliabile affrettarsi finchè le scorte durano.

martedì 26 gennaio 2010

Della mansuetudine

A meno che non viviate in una capanna su un albero ^^' avrete letto le dichiarazioni del nuovo Arcivescovo del Belgio, André-Mutien Léonard, che qualcuno ha chiamato "il Ratzinger belga" - come se l'originale non fosse più che abbastanza. L'illuminato prelato, che da tempo si distingue per le sue posizioni liberali e progressiste, ha dichiarato durante un'intervista rilasciata ad una televisione che a suo avviso l'omosessualità è come l'anoressia: l'omosessualità non è la stessa cosa del sesso normale così come l'anoressia non è un normale appetito. Il buon pastore ha comunque precisato che non ritiene ANORMALI coloro che sono affetti da anoressia, il che ha fatto tirare a froci ed anoressici il proverbiale sospiro di sollievo. La Rete, naturalmente, è esplosa di fronte a quest'ennesima scempiaggine: ebbene, che ci crediate o no, a me dell'opinione del Primate (mai parola fu più appropriata) del Belgio NON MI FREGA NIENTE. Proprio niente niente. Non sono neanche tanto sicuro di saperlo ritrovare su una cartina, il Belgio. Non solo, ma non mi incazzo nemmeno; del resto, dal Ratzinger belga ci si può aspettare questo ed altro: mi contenterei se per festeggiare l'elezione alla carica non avessero arsa viva una strega.

Quello che mi fa rivoltare ogni volta lo stomaco è invece altro: ammettiamo pure che l'omosessualità sia una malattia, un grave peccato, un orrendo disordine morale. Per quanto ne so io, potrebbe pure essere vero: però com'è che questi leader spirituali che predicano, almeno a parole, la mansuetudine, non si sono MAI sentiti dire nel contesto dello stesso discorso "Noi, come chiesa, vi amiamo anche se siete degli invertiti, anzi, a maggior ragione?!?!?" Una considerazione sorge spontanea: fate schifo.

Virzì secondo me

Al cinema con Virzì mi sono sempre divertito, anche se non posso dirmi un suo fan. Ho trovato i suoi film abbastanza garbati, arguti e relativamente di buon gusto: avevo apprezzato Tutta la vita davanti, che pure mi era sembrato un po' troppo furbo, e mi aspettavo che l'ultimo "La prima cosa bella" fosse costruito sullo stesso schema, quello della commedia brillante. Chi ha visto il film sa che questo è molto lontano dal vero. "La prima cosa bella" è la storia di una madre e di una famiglia disastrata e preda degli eventi: un film malinconico, a tratti doloroso, i cui protagonisti sono presentati come costantemente fuori posto e mai all'altezza delle situazioni. Una madre sopra le righe, dei figli "rovinati" da una genitrice tanto ingombrante, dei bizzarri comprimari rappresentati in modo un po' troppo macchiettistico da risultare credibili. In generale, comunque, un film da vedere: mi è piaciuta molto Stefania Sandrelli, meno Valerio Mastrandrea (molto invecchiato, ahimé) che finisce per interpretare sempre lo stesso personaggio, quello di chi ha un perenne mal di vita.

Stormtroopers danzanti

Un plotone di Stormtroopers, soldati di elite dell'Impero, opportunamente ribattezzatosi DANCEtroopers, si esibisce nelle strade di Seoul sulle note della canzone Nobody del gruppo coreano Wonder Girls, tra lo sconcerto e il divertimento degli astanti.

lunedì 25 gennaio 2010

Ristorante - ospedale

Una premurosa infermiera/cameriera nutre uno dei clienti del ristorante a tema "sanitario", Hospitalis che si trova a Riga, in Lettonia.

All'arredamento del ristorante, un'idea del medico Māris Rēvalds, ha contribuito il museo locale di Storia della medicina, che ha fornito svariate attrezzature ospedaliere dell'ex Unione sovietica.

Stando al sito ufficiale >>, il locale è un mix di umorismo nero e di alta cucina, ed è provvisto di tutti i dettagli per rendere "autentica" l'esperienza, comprese posate e bicchieri a forma di ferri chirurgici e ampolle da laboratorio.

Se il cliente lo desidera può consumare il pasto in una sala operatoria stilizzata o in uno pseudo obitorio "abbellito" da scene di autopsie. Questo naturalmente in attesa dell'apertura del nuovo locale, LAZZARETTO. Boh.

Il ratto di Novak

Il giovane tennista serbo Novak Djokovich è qui oggetto di quello che sembra essere un ratto a scopo di libidine (come dare torto all'aggressore, mi domando... :) Novak ha sempre dato di sè un'immagine scanzonata ed autoironica, cosa rara di questi tempi in cui l'ultimo stron*o rilascia interviste come se avesse scoperto la cura per il cancro, e questo me lo rende ancora più simpatico.

domenica 24 gennaio 2010

Para-pipì

Spugnetta para-pipì, perfetta per proteggere la vostra igiene al momento in cui cambiate i vostri bambini: a quanto pare, infatti, i fantolini non vedono l'ora di farvela in faccia mentre state sostituendo il vecchio pannolino: "adesso i miei genitori mi mettono questo campo di forza in spugna tra le gambe e game over! Babbo 1, Kenan 0". Dieci dollari, disponibile online >> in varie fogge e colori per un regalo di sicuro effetto. Approfittate del cambio favorevole!

sabato 23 gennaio 2010

Filmetto

Bruce Weber, noto fotografo e regista statunitense, ha prodotto questo breve filmato per Yves Saint Laurent che è stato proiettato ieri a Parigi, prima della sfilata. Confesso che non me ne è esattamente chiaro il significato. I ragazzi, tuttavia, sono molto attraenti (anche se un po'... underaged) e può valere la pena darci un'occhiata.

venerdì 22 gennaio 2010

Sculture iper realistiche

A ben vedere, questa fotografia è in effetti molto più difficile da decifrare di quello che appare a prima vista. Il particolare destabilizzante è costituito dalle mani che circondano i protagonisti e che paiono completamente fuori scala.

Il fatto è che l'immagine delle due persone sdraiate è in effetti la foto di una scultura di Ron Muech (1958 - vivente), artista australiano da anni residente a Londra.

Muech realizza modelli ed animatronic per la pubblicità ed il cinema (ricordate il leggendario Labyrinth?) e ha perfezionato la sua tecnica al punto che le sculture, originariamente inquadrabili da un'unica prospettiva, sono ora complete in tutti i dettagli.

Qui >> trovate altre opere: le sculture sono belle e particolari a vedersi, ma se me ne mettessi una in casa probabilmente morirei di infarto rientrando la sera!

giovedì 21 gennaio 2010

Vestirsi da tavolo

Abito da sera con tavolo incorporato: sembrerebbe un costume di carnevale (ora che siamo in tema) ed invece no. Si tratta a quanto pare dell'ennesima follia della moda, anche se non sono in grado di identificare il geniale stilista. Chissà se questa roba è davvero in vendita!

Libri da vampiri

Copertina di un'edizione in lingua inglese di "Cime tempestose", il libro preferito di Bella ed Edward, con tanto di titoletto in fondo alla pagina L'amore non muore mai. Va bene che in amore ed in guerra tutto è lecito, ma qui si rasenta il ridicolo. Sarei sorpreso se le sedicenni che se lo comprano, attratte dall'orrenda operazione di marketing, ne leggessero più di dieci pagine. Però bisogna ammettere che quei personaggi hanno effettivamente ottenuto un posto nell'immaginario collettivo: è stata brava l'autrice della saga, Stephanie Meyer, a reinventare una storia già raccontata mille volte. Ma Pattinson, secondo me, resta inguardabile.

martedì 19 gennaio 2010

Musica per feti

Vostra moglie è incinta e volete regalarle qualcosa di sfizioso per il nascituro? Basta completini per infanti o posate per la pappa: per il feto del terzo millennio occorre Ritmo, il lettore mp3 da pancione! Del resto, il suddetto feto ha esattamente 9 mesi di ozio totale, ed è dimostrato che la musica può aiutarne lo sviluppo: perchè non approfittare di questa lunga permanenza nelle visceri di vostra moglie per iniziare a prendervi cura della carne della vostra carne? Il simpatico lettore mp3 si porta con eleganza sia in casa che fuori: alimentato a batteria, è provvisto di quattro altoparlanti che diffondono la musica al vostro pargoletto-in-divenire, non importa come lo stesso è posizionato nell'utero. In pratica, non avrà scampo. Disponibile online >> a soli 99 dollari, spese di spedizione escluse. Un affarone

Tennisti servizievoli

Una simpatica immagine (ingrandisci) che ritrae in un curioso atteggiamento due assi del tennis: Rafa Nadal e Novak Djokovich, il cui nome ho solo di recente imparato a scrivere ^^' A quanto pare, l'immagine è tratta dalla serata di beneficienza tenutasi nell'ambito degli Australian Open e organizzata da Federer a beneficio delle vittime del terribile terremoto di Haiti: ero tentato di commentare la foto con un sottotitolo di mia invenzione ma mi astengo ;)

lunedì 18 gennaio 2010

Criceti sulla ruota del Mondo

Cena al ristorante etnico, ieri sera. Una compagnia allegra ma non sguaiata, tra le cui fila mi sorprendo di vedere il mio amico d'infanzia che ho accompagnato giorni fa fuori dall'ospedale, appena dimesso. Ha guidato per raggiungere il posto e siede consumando il pasto con lo stesso piacere di sempre: comportamenti questi che mi sembrano in totale contrasto con i suoi guai di salute (non tanto gravi da far temere per la sua incolumità ma abbastanza seri da richiedere le cure di un cardiologo e farmaci da assumere in perpetuo). Osservo che quel genere di alimentazione non mi pare esattamente indicato e lui fa spallucce, commentando "in fondo è carne con verdura". Desisto, pur convinto che spiedini di agnello e insalata greca non rappresentino esattamente il modello ideale di "carne con verdura". In seguito gli ricordo di fare del moto e ottengo una sorprendente reazione stizzita: "non posso campare da malato per vivere da sano! Inoltre, non ho mai un momento libero, ho X giorni di ferie arretrate che non riesco a sfruttare, figurati se ho il tempo per la palestra!" Boh. Certa gente ha la sindrome del criceto sulla ruota del mondo ed è convinta che sia solo il suo correre frenetico a tenere in movimento il cosmo, diversamente destinato al collasso. E poco importa che invece dell'intero universo mondo, di un macro cosmo, si tratta viceversa di un MICROcosmo, fatto di personali incombenze quotidiane e di orizzonti più limitati: niente da fare, o la corsa o la morte. Sto per obiettare che mi sembra ben difficile che, di fronte a motivi tanto seri, si possa rispondere che si hanno ZERO momenti liberi all'interno della settimana (non POCHI, ma ZERO), poi preferisco ripiegare sul Saganaki. Se qualcuno scopre che la stessa sindrome è venuta pure a me, è pregato di abbattermi.

Avatar secondo me

Qualcuno, tempo fa, mi chiese di parlare sul blog dei libri e dei film che avevo letto/visto negli ultimi tempi. Lo faccio cominciando da Avatar, il fenomeno mediatico del momento, perchè il discorso si risolve in poche battute. Fantasmagorico. Andatelo a vedere: vi sorprenderà e vi strapperà il cuore come è accaduto a me. Forse lo troverete ruffiano, o troppo buonista, ma anche se così fosse (e non è affatto detto), la magnificenza delle immagini ripagherebbe comunque ampiamente i dieci euro del biglietto. Date retta a me: andatelo a vedere.

domenica 17 gennaio 2010

Evandro backstage

Non scopro l'acqua calda se dico che le foto candid, non preparate, sono molto più interessanti e sexy di tutti i complicatissimi allestimenti fotografici che la moda e l'industria del look ci propinano. Qui Evandro Soldati, il top model brasiliano che chi viene da queste parti conosce molto bene, appare davvero irresistibile (e questo perchè non avete visto l'ingrandimento, in grado di dare alla parola irresistibile significati del tutto nuovi). La vita non è giusta.

venerdì 15 gennaio 2010

Comunicazione di servizio

Mi scuso per la mia parziale latitanza dal blog, ma ho avuto una settimana impegnativa :( Prometto di ricominciare a pieno regime già a brevissimo, ma mi raccomando, rimanete sintonizzati!!! Ho notato una flessione delle visite che ha molto nuociuto alla mia autostima!! :(((

giovedì 14 gennaio 2010

Graziosa principessa

Giocattolo con minikit per trucco "Graziosa principessa", perfetto per imputtanire una bambina già in tenera età. Del resto, perchè aspettare?!? :(

Cristiano per Giorgio

Come molti di voi sanno, Cristiano Ronaldo ha preso il posto di David Beckham sui cartelloni pubblicitari di Giorgio Armani. La Rete ha prontamente diffuso alcuni degli scatti, in cui il ragazzo appare depilatissimo, fotoscioppatissimo e, soprattutto, con delle sopracciglia piluccatissime.

Sono il solo a pensare che queste foto, tra le altre della campagna pubblicitaria, siano orrende?!

mercoledì 13 gennaio 2010

La doccia di Orlando

Il simpatico Orlando Bloom, qui paparazzato su uno yacht durante una vacanza ai caraibi, si sciacqua il pube attraverso il costume e il getto d'acqua che vi si infrange viene "deviato" e quasi vi si riflette (?)

Qui un'altra foto della stessa serie.

martedì 12 gennaio 2010

Fortunato Antonini

Senza parole

Unicorno samurai

Il modello russo ma inglese di adozione Alex Kovas (1977 - vivente) ha ideato e rappresentato un nuovo personaggio: l'Unicorno samurai (!!) - come se i precedenti non fossero stati già abbastanza. Kovas ha un fisico pazzesco, ma freddo-freddo e per niente sensuale: mi fa venire in mente una macchina perfetta e mi dà le stesse emozioni. Senza contare che queste sue "incarnazioni" risultano sinceramente incomprensibili e disturbanti.

Tatuarsi gli occhi

L'idea di tatuarsi gli occhi appare assolutamente inaudita e repellente tanto che una domanda sorge spontanea: PERCHE'? L'eccentrico signore di cui al filmato, David Boltjes, a oggi detenuto per frode con carte di credito, ritiene che la domanda giusta sia "perchè no?" I dettagli del procedimento, che viene praticato dai detenuti, l'uno sugli occhi dell'altro, vengono accuratamente mantenuti segreti. I carcerati comunicano soltanto che è doloroso, che richiede molta forza di volontà e che non comporta alcun problema per la vista (secondo loro!). Anche un altro dei tizi del filmato, il compagno di cella di Boltjes, è fiero dell'impresa "Scommetto che nessuno al mondo ha occhi come i miei..." L'amministrazione penitenziaria sembra comunque meno entusiasta della cosa, tanto che i due saranno sottoposti a sanzioni per aver tatuato i loro occhi... Boh.

domenica 10 gennaio 2010

Madido Nadal

Rafa Nadal, bagnato fradicio, rivela involontariamente alcuni dettagli interessanti del suo abbigliamento da gara. Se non sbaglio, il giovanotto indossa un sospensorio di colore scuro...

Zampa lapide

Zampa-lapide commemorativa dei nostri amici a quattro zampe scomparsi. Personalizzabile con una foto del caro estinto, riporta una significativa frase di commiato "I nostri cuori ancora sono preda della tristezza e lacrime segrete ancor oggi scorrono. Cosa ha significato perderti, nessuno saprà mai." Disponibile online >> per il prezzo politico di otto dollari scarsi. Boh.

giovedì 7 gennaio 2010

Scroto da golf

Simpatico SCROTO PORTAPALLE DA GOLF (!!), perfetto per strappare una risata all'uomo che ha tutto e per ricordargli che per il golf ci vogliono le palle. E' la geniale trovata della ditta statunitense Mysack >> (how very appropriate), che si è ovviamente precipitata a brevettare l'elegante oggetto: disponibili online sconti per grandi quantità e, alla bisogna, portapalle personalizzati con il logo della ditta per un souvenir di grande impatto.

Collare apribottiglia

Collare per cani con apribottiglia incorporato (!), per accaniti bevitori di birra con quadrupede al seguito:

Questa straordinaria idea ci è venuta in occasione di una festa in piscina. Eravamo lì, circondati da donne bellissime, sotto il caldo sole d'estate e con una tonnellata di birra ma senza un cavatappi a portata di mano. Come altri imprenditori siamo abituati a pensare alla svelta, e in un batter d'occhio ecco che abbiamo usato il collare del nostro cane per aprire un paio di bottiglie. Ecco come è nata l'idea. Dopo mesi di prove possiamo tranquillamente immettere sul mercato la nostra rivoluzionaria invenzione. Finalmente un collare per cani con apribottiglia incorporato "Perchè non ci ho pensato io"?. Già, perchè?

La descrizione di cui sopra, tratta da bark4beer.com >> risulta involontariamente comica nella sua totale assurdità, ma il gadget esiste per davvero e non è neanche tanto a buon mercato (19 dollari abbondanti, spese di spedizione escluse). Chissà che non riescano a venderne davvero qualche esemplare...

L'ultimo Tato

Caio Cesar, 22 anni e uno stomaco da paura (clic), è l'ultimo dei Tati che Terra ha partorito e a quanto pare sarà quello con cui questa fortunata serie di sirenetti avrà termine, dato che il noto portale brasiliano ha annunciato la soppressione della rubrica "The boy" per ragioni di budget.

Sono sicuro che la vetrina di The Boy, unita al tam tam mediatico che mensilmente si generava sui blog (ehm) abbia giovato non poco a questi gagliardi giovanotti, il cui volto (e il cui corpo) grazie a questo diventava un po' più riconoscibile e forse un po' più... vendibile. A modo suo, anche per me The Boy ha rappresentato un piccolo "punto di svolta": dopo svariati anni di Internet, tanta bellezza come quella di Alexandre Marchi, il primo tato della cucciolata su cui ho posato gli occhi, non l'avevo vista mai...

mercoledì 6 gennaio 2010

Roddick e i koala in amore

Il tennista americano Andy Roddick ha visitato ieri il Lone Pine Koala Sanctuary in Australia e si è fatto fotografare insieme ai simpatici marsupiali.

Ha anche approfittato dello scenario naturale per rilasciare qualche intervista per la televisione a proposito del torneo ATP di Brisbane: i koala sullo sfondo, tuttavia, poco partecipi alle imprese sportive del tennista statunitense, si intrattengono reciprocamente dedicandosi ad un altro genere di passatempo. Chissà cosa ha detto Roddick!

Mutui per tutti

"Mutui agevolati alle coppie. Anche gay.", titola oggi il Corriere della Sera online >> riferendosi ad un'iniziativa del Comune di Firenze consistente nell'istituire un fondo di garanzia di complessivi 250.000 euro in modo da consentire a coloro che si trovassero in difficoltà a pagare le rate di un mutuo di attingere a detto fondo nel limite massimo di 10.000 euro in un decennio. A ben vedere, quindi, il titolo del quotidiano online, "Mutui agevolati", appare quantomeno fuorviante, dato che non è il Comune ad erogare il prestito ma, casomai a supportare chi non riesce a far fronte a debiti già contratti. A parte questo dettaglio tutt'altro che trascurabile, è comunque più interessante soffermarsi sui soggetti che possono ambire a questi benefici. Cito nuovamente il Corriere della Sera online:

I beneficiari potranno essere anche i conviventi di fatto, «intendendosi con questo termine il nucleo di persone fondato su stabile convivenza more-uxorio». «Senza distinzione di genere, senza preclusioni a coppie omosessuali o a fratello e sorella, fratello e fratello», specifica l’assessore Fantoni

Naturalmente l'arcivescovo di Firenze Betori si è espresso in modo fortemente critico sull'iniziativa del Comune, specificando che occorre privilegiare la famiglia fondata sul matrimonio e tutelata dalla Costituzione in quanto essa porta delle ricadute sull'intera società civile. La cosa non mi sorprende. Però queste "specificazioni" dell'assessore Fantoni lasciano perplesso anche me. Forse dovrei semplicemente rallegrarmi per il fatto che c'è una minima apertura (anche) alle convivenze tra persone dello stesso sesso, ma l'equiparazione di queste realtà alle coppie "fratello e sorella, fratello e fratello" proprio non mi va giù. Non tanto perchè io non pensi che due fratelli che vivono insieme non abbisognino di strumenti di tutela, quanto perchè due uomini che convivono stabilmente da più di tre anni (questo è infatti il limite minimo per accedere ai benefici del fondo di garanzia) rappresentano una realtà pseudomatrimoniale, parafamiliare composta da due persone che si sono scelte consapevolmente, ben diversa da quella costituita da due fratelli che possono trovarsi a dover convivere per le ragioni più disparate. Dire "mutui agevolati a TUTTE LE COPPIE" non significa sminuire, svilire quel poco che la garanzia avrebbe rappresentato per le coppie omosessuali?

martedì 5 gennaio 2010

Muore il marito di Freddie

Mi rendo conto che la cosa ai "non mercuriani" (assonanza con babbani non voluta ma quasi appropriata :) sia del tutto indifferente, ma pazienza. L'ultimo partner di Freddie Mercury, Jim Hutton, sessantuno anni da compiere, è deceduto in questi giorni, sconfitto dal cancro ed è stato sepolto due giorni fa a Carlow, in Irlanda (fonte >>). Mr. Mercury lo presentava in pubblico come suo "marito" e si diceva molto soddisfatto della relazione con lui. Jim non dava la sensazione di essere esattamente una cima, stando almeno al documentario The Untold Story che non sarà difficile reperire su youtube, però le interviste che ha rilasciato proprio per quel film sono garbate e a modo loro piacevoli. Nella foto Jim ha cura di uno degli adorati gatti di Freddie, che non a caso si arrabbiava moltissimo quando essi si allontanavano da lui concedendosi al marito.

domenica 3 gennaio 2010

Sesso da soap

Scott Evans (1983 - vivente), fratello apertamente gay del più noto Chris, interpreta l'ufficiale di polizia Oliver Fish nella soap Una vita da vivere in onda negli Stati Uniti dal 1958 (!!)

La storia che il personaggio di Scott ha con un altro dei protagonisti maschili della serie ha avuto in questi giorni un'improvvisa accelerazione, portando i due in camera da letto per quella che sembra essere la prima scena di sesso gay trasmessa in televisione negli USA.

"Sarà sempre così? - Sempre.
" si giurano i due innamorati, e anche se il dialogo appare fintissimo come la scena addobbata con le candele resta il fatto che la raffigurazione del sesso è garbata e per nulla repellente. Oltretutto questi sono due fighi da paura, aggiungerei.

Adrian

Adrian Mutu (1979 - vivente), attaccante della Fiorentina non è esattamente il mio tipo: mi dà l'idea di essere un po' troppo scafato...

... però il calciatore "da velina" ha sempre il suo fascino. Inoltre, NON mi sono giaciuto con gente peggiore :)

Il paese delle meraviglie

"Wonderland" è il nome che l'artista coreano Yeondoo Jung (1969 - vivente) ha dato ad un suo curioso progetto, che è consistito nel raccogliere i disegni fatti da bambini di età compresa tra i cinque e i sette anni e nel "riprodurli" con personaggi in carne ed ossa.


Ne risultano immagini un po' buffe e un po' sconcertanti ma senz'altro suggestive, specie se si considera che, a quanto pare, l'immaginario infantile è pressoché identico in tutto il mondo e i disegni di tutti i bambini si somigliano così tanto.

A ben vedere si tratta in effetti di un esercizio più intellettuale che altro: per quel poco che ne capisco, i disegni dei bambini hanno più senso come simboli che come raffigurazioni "pittoriche", però l'idea resta suggestiva

Qui >> il resto delle raffigurazioni

L'anno che verrà

L'anno che verrà difficilmente sarà peggiore di quello appena trascorso: se potessi getterei via ogni singolo giorno del 2009, così come mi sono disfatto di tutti gli orribili ordigni che, a distanza di mesi, hanno rinnovato lo strazio. Salvo soltanto il ricordo dell'affetto e del sostegno degli amici e la nuova consapevolezza con cui guardo adesso tante cose. Auguri a tutti, si riparte.