mercoledì 30 settembre 2009

Tatuaggi repellenti

Come chi mi legge saprà gia, detesto i tatuaggi: stanno bene ad una persona su cento, e solo se hanno la forma di una fascetta tribale che cinge un bicipite gagliardo. Non di più. Chi si è tatuato delle aquile sulla pancia (Robbie Williams ha due rondini attorno all'ombelico) non ha considerato l'aspetto che l'addome avrà di lì ad una ventina d'anni. I tatuaggi che vedete sopra, però, seppure provvisti di una loro propria estetica, mi paiono repellenti.

Non tanto per i motivi che rappresentano, quanto perchè sono enormi, assolutamente astratti e, soprattutto, permanenti, come tutti i tatuaggi.

Si tratta di esempi dell'opera di Jann Travaille, artista canadese, che li espone su un apposito sito, opportunamente chiamato "La tua carne è mia" >>

martedì 29 settembre 2009

Adorabili coniglietti

Pigiamino a forma di coniglietto, adorabile e coccoloso. Ideato e realizzato negli Stati Uniti da "Zia Clara" e "Zio Sam", è confezionato con materiale sintetico (No bunnies were harmed in the making of these pajamas) ed è in vendita online >> per circa 120 dollari, esclusivamente in taglie da adulti: i pargoli che volessero usarlo come costume di Halloween sono invitati a mutare il loro proposito.

Il bizzarro pigiama è confezionato con una certa arguzia: ha infatti guantini rovesciabili, in modo da poter gustare il pollo fritto senza toglierli, e dispone di un paio di adorabili ciabattine che fanno pandan e che, molto opportunamente, sono staccate dal resto del costume (mentre cappuccio e guantini ne fanno invece parte). Questo consente al felice possessore dell'elegante indumento di calzare stivali, racchette da neve o pattini onde esibirsi all'esterno della propria casa (tana?), per il ludibrio dei più. Aggiungete un cesto pieno di uova di cioccolato, e sarete perfetti anche per Pasqua, precisa il sito!

venerdì 25 settembre 2009

Prediche in TV

Ma com'è che quando accendo la TV vedo spesso un prete che, in una rete pubblica, ammaestra le folle attraverso il mezzo televisivo?!?! Non potrebbero astenersene, non fosse altro per quel minimo di misura che è richiesto loro?!? Cos'è, la catechesi per forza?!? Non ce l'ho in particolare con questo qui (anche se è quello che più di tutti mi dà sui nervi), è che siamo circondati!

giovedì 24 settembre 2009

Perle di saggezza

Lo scrittore statunitense Joe R. Lansdale >>, suggeritomi dal mio sempre attento best bud F. è l'ultima mia scoperta in ordine di tempo e la sua (di Lansdale, non di F.) saga di Hap e Leonard, due strampalati ed improbabili investigatori, mi ha davvero divertito. Lansdale è uno scrittore smaccatamente eterosessuale, in grado di raccontarci l'inaudito appeal erotico di dettagli insignificanti del corpo di una COMPRIMARIA della vicenda, che però ci lascia nel dubbio circa il boyfriend di Leonard, uno dei protagonisti, di cui non si sa neanche il colore dei capelli. Ciononostante Lansdale sa quello che fa. O ha un bravo ghost writer :) Leggete qui.

- E' difficile amare qualcuno nel modo giusto.
- Se vuoi sapere quanto è difficile, prova ad immaginare cosa vuol dire essere omosessuale. John ed io non possiamo nemmeno tenerci la mano, senza che la gente vada fuori di testa. Tu puoi tenere la mano di una donna per strada, e nessuno lo trova strano. Ci provo io con John, e la gente si ferma e ci fissa.
- Però ti ho visto farlo, in pubblico.
- Certo, non ho detto che non ci provo, ma non è piacevole. Quando la gente non accetta il tuo amore, quello stesso amore è ridicolizzato. Che male gli fa, vorrei sapere?

Ho notato che in genere c'è più saggezza in cose come queste che in tanti discorsi fatti per riempirsi la bocca, in TV e altrove: in certe ribalte si sente dire che i gay, per il quieto vivere (degli altri), dovrebbero infatti - tra altro - astenersi dall'ostentare la loro sessualità (qualunque cosa questo significhi) mentre non si chiede niente del genere ad alcuno. Infatti, oggi, una donnina ha fatto due occhi tanti davanti a due tizi che si tenevano per mano e si è anche voltata per guardare meglio. E poi ci dicono che siamo troppo suscettibili, che ci incazziamo subito.

Disclaimer: no, non mi incazzo, ed esorto gli altri a non farlo. Questi post non servono per alimentare il rosicamento individuale, ma sono solo l'occasione per riflettere su certi argomenti insieme a chi vuole farlo. Per quanto mi riguarda, sono in pace e di queste cose parlo perchè, in fondo, un post vale l'altro. Si fa solo per giocare.

Barriere

Un curioso contatto in campo tra i calciatori Sol Campbell, quello di colore, disposto in barriera, e Jim Bentley. Ovviamente questo genere di cose sono tutt'altro che infrequenti sui campi di calcio, però in questo caso l'espressione vagamente rassegnata di Campbell. Per i miei personalissimi ed opinabili canoni estetici, comunque, non si possono guardare, nessuno dei due.

mercoledì 23 settembre 2009

Il cobra

Minitanga "Cobra" che, per quanto sembri essere scomodissimo, "sta su" perfettamente. Ameno, così pare: non ho verificato.

Realizzato in pelle nera stampata come se davvero si avesse un rettile che ci cinge le vergogne, è ideato da un tizio newyorkese che lo vende per soli 28 dollari tramite questo sito >> in cui sono pubbicizzate diverse altre meraviglie. Il tale che lo indossa non è da buttare, ma a me questo Cobra mi sembra ORRENDO, e per niente sexy. Voi che dite?

martedì 22 settembre 2009

David sciupacchiato

Come dice l'antico adagio, invecchiando migliora soltanto il vino. David *supersex* Beckham, nonostante il suo status di uomo immagine di se stesso e nonostante la ricchezza smodata che gli dà accesso a tutti i trattamenti di wellness inventati o inventandi, non fa eccezione. Come ho sempre detto, tuttavia, Beckham mi piace un sacco, e anche se ha perduto la sua aria da ragazzino, due scoppi per lui ci saranno sempre. E, per piacere, non vi scatenate dicendo che scarterei gli uomini per sopraggiunti limiti di età, perchè non è affatto così. (ad averli, gli uomini da poter scartare!)

lunedì 21 settembre 2009

Maschere

Che stanchezza... però ho trascurato il blog, in questi giorni, e vorrei vedere se invento qualcosa. Hmmm, questo no, troppo crudo. E questa foto è sgranata, non va bene. Un "giocattolo" con le sembianze di un personaggio famoso?!? No, che poi a beccarsi una querela è un attimo. Qualcosa di super-trash? Beh, magari col solito discorsino di presentazione, fintamente serio e perfettamente forbito... Ecco, ecco: Evandro! Adoro Evandro, e poi tutti sanno che a Velies Thyrrens piace un casino! Cosa scriverebbe, lui? "Il buon sig. Soldati resta sempre un bel vedere, specie quando si cinge di uno straccetto che a stento gli copre le pudenda e niente altro: notate lo stomaco DI MARMO, nel quale si distinguono muscoli dei quali i più ignoravano l'esistenza" o roba così. Predispongo il post per la pubblicazione automatica, ma soprassiedo sulla didascalia sfacciato/ormonata. Ripenso a quando di recente mi sono presentato ad alcuni dal vivo, senza la maschera di Velies Thyrrens, e devo ammettere di essere stato un po' in imbarazzo. Credo (e spero) che mi abbiano trovato diverso da quello che si aspettavano.

Copri iPod

iPod è stato davvero il gadget del millennio, ed io stesso ne ho svariati esemplari (ma conosco qualcuno che ne ha acquistato uno per ogni tipo immesso sul mercato...): nessuna meraviglia che in molti abbiano tentato di salire sul carro del vincitore, offrendo accessori di tutti i tipi per il geniale lettore mp3. Questa specie di custodia a tema sacro, però, si classifica tra i peggiori. Adatto forse per i podcasts di Radio Maria, ma impresentabile tra amici. E, incredibile ma vero, pensate che c'è anche quello della Madonna...

domenica 20 settembre 2009

Benedittàfono

Benedittàfono, o mini registratore digitale modellato a raffigurare il faccione tranquillizzante (?) del Sommo Pontefice. Notate i tasti Rec e Play sulla tiara papale, davvero un tocco di classe. Mi sono imbattuto in questo simpatico gadget, persino peggiore di uno che ho visto a Padova e che posterò in questi giorni, ravanando per la Rete e non so perciò dire se, a parte la pubblicità su questo sito >>, si tratta di un oggetto davvero in vendita o di un semplice concept. In caso ne compraste uno, ordinatene uno anche per me!

giovedì 17 settembre 2009

Lavori in corso

Per la precisione, lavoro in corso (il mio). Temo di non avere tempo per il blog, in questo scorcio di settimana. Ma non sono morto, eh?!? :)

lunedì 14 settembre 2009

Il solito sirenetto

Ormai non ne faccio più nemmeno il nome... ^^ (ingrandimento)

e, dato che lo stomaco di marmo si vede poco, ingrandimento. Giuro che se, grazie a qualcuno di voi, riesco a conoscerlo e a farmi fare delle foto insieme a lui, le pubblico sul blog.

domenica 13 settembre 2009

Gli slip di Pato

Nel corso della partita Milan - Livorno è parso ovvio che il giovane Pato indossa slip neri: controllate questa curiosa clip da un forum arabo sul Milan per sincerarvene voi stessi. Quello che non mi spiego è perchè Flamini abbassi nuovamente i pantaloncini di Pato, anche se per un istante soltanto. Per darci un'occhiata anche lui? :) Eppure Pato si è già esposto più che generosamente, senza risparmiare neanche un centimetro del suo ragguardevole corpo...

giovedì 10 settembre 2009

Plastica riciclata

La plastica riciclata, nuova ossessione della political correctness, è la componente base di questo attraente completino che costa solo 149 dollari e, pare, è disponibile da Sears USA. Nessun link, stavolta: non ce la faccio a fingere di aver messo questa foto per mostrare il vestito! (ingrandimento)

mercoledì 9 settembre 2009

Il ratto di Nadal

Curioso video del tizio che ha approfittato di un buco nelle maglie della sicurezza dell'US Open Tennis 2009 e si è gettato su un seminudo Nadal per dargli, giustamente, un bacio dicendogli, altrettanto giustamente, ti amo. La notizia, naturalmente, ha già fatto il giro della Rete e grande eco ha avuto il commento all'episodio del campione spagnolo: «Per me non c'era problema, lui e' stato molto carino, era un gran tifoso, mi ha detto 'ti amo'». Ora lo amo pure io. (grazie ad F. per la segnalazione!)

Vita lunga e prospera

Ameno tatuaggio a tema Star Trek, di cui anche io sono un estimatore di lunga data senza che mi sia mai venuto in mente di farmi tatuare sul petto due vulcaniani. Chissà cosa pensano i partner della ragazzina qui sopra, se vedendolo la desiderano ancora, o se, come credo, si dis-arrapano quasi subito.

martedì 8 settembre 2009

Freddie

Fredrik *supersex* Ljungberg, ex volto e, soprattutto, corpo Calvin Klein, fotografato giusto qualche giorno fa a Londra.

Freddie mi è sempre piaciuto un sacco. Ha un bel viso, e anche delle discrete mani (ma niente a vedere con le mie :)

lunedì 7 settembre 2009

La casa di Alfie (Storia a lieto fine)

Tutti pensano che siamo davvero felici. Ma io non lo sono. Mio Papà è sempre a lavoro e quando è a casa strilla un sacco. Questo mi fa molto male.

La Mamma ogni tanto piange perchè non sa cosa fare. Poi mi abbraccia e mi racconta della sua infelicità e dei suoi problemi. Mi fa sentire molto strano e a disagio. Vorrei davvero che Papà trascorresse del tempo con me invece di strillare e di gridare.

Mio zio Pete ogni tanto ci viene a trovare e sta con noi per un po'. E' davvero gentile con me - mi abbraccia, mi ascolta, mi fa sentire amato. Una notte mentre mi abbracciava ha cominciato a toccare le mie parti intime. Col tempo mi ha insegnato a toccare e giocare con le sue. Era davvero strano, spaventoso e anche un po' bello. Mi ha detto che era OK, che voleva dire che lui mi voleva bene davvero. E' andata avanti per diversi mesi. Mi ha detto "questo è il nostro segreto speciale".

Mamma e Papà litigavano. Pensavo che non mi volessero bene. Forse litigavano per colpa mia? Quando sono cresciuto ho cominciato a sentirmi diverso dagli altri ragazzi. Alcuni mi chiamavano "fighetta", "finocchio", "checca", "omosessuale". Non sapevo cosa volessero dire.

Dopo un po' sono andato da un assistente sociale per ottenere aiuto e consiglio. Gli ho raccontato la mia storia e che pensavo di essere gay. Ha detto che non ero gay. Ha detto che avevo solo bisogno dell'amore di Papà e che lo zio mi aveva insegnato cose cattive.

Ha detto che quello che mio zio mi aveva fatto era una cosa molto brutta. Non avrebbe mai dovuto toccare le mie parti intime, o farmi giocare con le sue. Ha detto che non era colpa mia, che lo zio si è approfittato del mio bisogno dell'amore di Papà. Ha spiegato che era perchè mi mancava l'affetto di Papà che adesso cercavo la vicinanza con gli altri ragazzi, per colmare la necessità dell'amore di Papà.

Mi sono sentito così sollevato. Ha detto che avrebbe parlato con i miei genitori per aiutarli a capire. Ha anche detto che avrebbe contattato Zio Peter per assicurarsi che anche lui ricevesse aiuto. Il terapista ha spiegato a Mamma e Papà il mio bisogno dell'amore di Papà. Ha detto loro della mia confusione circa l'essere gay. Ha detto a Papà che io avevo bisogno del suo TEMPO, del suo ABBRACCIO, delle sue PAROLE.

Mamma e Papà sono andati da un terapista che li ha aiutati ad amarsi di più. Hanno persino smesso di litigare... beh, almeno la maggior parte delle volte! Il mio terapista ed io abbiamo incontrato Zio Peter: gli ho detto quanto male mi aveva fatto. Lui ha pianto, e mi ha chiesto di perdonarlo. Questo mi ha aiutato un sacco.

Adesso mi rendo conto che non sono gay. Trascorrere del tempo con il mio papà mi ha davvero guarito il cuore. Avevo solo bisogno del suo tempo, del suo abbraccio delle sue parole. Finalmente sono felice a casa.


Commovente, vero?!? Il librino si compra qui >>

Giocattoli ameni: il fischietto

Curioso fischietto libellula, allegro e colorato. Ok, ok, lo so che lo stiamo guardando a testa in giù, ed è vero che tutto è sempre una questione di prospettiva, però...

domenica 6 settembre 2009

Videogiochi per onanisti

Queste curiose ed inequivocabili pubblicità del sistema di videogiochi "SEGA" (how appropriate!) sembrano troppo borderline per essere autentiche, invece lo sono. Si tratta di immagini risalenti ai primi anni novanta e pensate appositamente per il periodico umoristico britannico VIZ >>, apparentemente una specie di Vernacoliere versione inglese, a quanto pare più nonsense e meno grossolano.

Le immagini di cui sopra e, soprattutto questa, non hanno peraltro nulla di sottile o di assurdo e sembrano particolarmente azzeccate considerando il target del prodotto che reclamizzavano. Certo, leggere come nella prima pubblicità "Te ne stai seduto lì, occhi incollati alla grafica di qualità da sala giochi, tirando e strizzando il tuo birillo, col respiro pesante" (liberamente tradotto), non è una cosa tanto bella e certo non avrebbe convinto un genitore ad acquistare il prodigioso balocco perchè il pargolo ci si trastullasse...

sabato 5 settembre 2009

Divieto di fumo

Che la funzione di traduzione automatica disponibile online non sia il massimo è risaputo. Perché allora servirsene per i cartelli di divieto?!? Questo che vedete (qui un ingrandimento) non è molto intimidatorio :D! Anzi, probabilmente me lo sarei ciulato per appendermelo in casa...

venerdì 4 settembre 2009

Le pere di Buddha

Pere da tavola a forma di Buddha (!!) modellate grazie all'impiego di un'apposita formina ideata dal contadino cinese Gao Xianzhang: gli sfiziosi frutti, che nei dintorni di Hexia (patria dell'inventore) vanno via come il pane perchè ritenuti di buon auspicio, sembrano destinati ad essere importate in Europa in termine relativamente breve (clic >>). La gente si inventa davvero le peggio cose! E comunque a me fanno impressione.

martedì 1 settembre 2009

Indovina chi

Indovinate chi è!! Qui la soluzione. Roba da non credere.

Vegliardo frocio con pannolino

Mistress Rachel deve essere proprio una professionista per aver convinto questo anziano signore, Rob Peters (?) ad auto-mettersi alla berlina in questo modo:

"C'ho su il pannolino e il mio pigiamino rosa di Topolino... e voglio dire al mondo che sono un finocchio. Si, un finocchio, proprio una checca. E porto il pannolino. Guarda il mio sederino nel pannolino. Non è carino? Si che lo è! E mi succhio il pollice un sacco!"

Se a questo punto siete orripilati è perchè non avete visto il ballettino alla fine. Io non sono di quelli che si impressiona facilmente, nè mi pare che sia il caso che cencio dica male di straccio (come si dice dalle mie parti), ma questa è GENTE MALATA!