lunedì 31 marzo 2008

Vecchie parole

Ritrovo il romanzo rovistando tra le cose nella casa di mia madre. "Natale '96 E' bello avere un amico con cui dividere tanti interessi! Auguri F." scritto sotto il titolo. Ricordi, amico mio?

Primissimo regalo ricevuto da F., passato in questi lunghi anni da compagno di giochi a vero e proprio punto di riferimento della mia vita. Dodici anni ci separano da quella dedica: io ed F. eravamo due persone molto diverse da quelle che siamo adesso, e non so capire se questo è un bene o un male.

p.s. mi spiace, ragazzi, ma in questo momento un serio problema personale assorbe la mia attenzione ed il tempo che avrei dedicato al blog. Fatemi gli auguri, ok?

sabato 29 marzo 2008

Infanzie rovinate

Getto per caso un occhio sull'ennesima replica di una puntata de "I cavalieri dello Zodiaco" (in originale Saint Seiya), non perchè lo abbia mai seguito, ma perchè non avevo meglio da fare. Ci intravedo dei significati omoerotici, ma lì per lì non ci do tanto peso; forse mi sono sbagliato, che diamine: e poi noi froci vediamo rosa dappertutto... Mi viene voglia di informarmi, e scopro che non sono il solo ad aver intuito un sottotesto omosessuale. Nella clip sopra Shun, androgino dai capelli verdi, scalda col calore del suo corpo Hyoga, caduto in battaglia. E poi si dice che i bambini vengono su male!!

giovedì 27 marzo 2008

L'umiliatore

L'umiliatore, penultima frontiera (almeno per quanto riguarda una persona ben poco trasgressiva come me) dei giocattoli sessuali: si applica alla bocca del partner per il ludibrio di entrambi, e poi si gioca a sostituire uno con gli altri i tanti simpatici accessori. Lo scopettone per il water è uno...

l'elegante posacenere, per uno schiavo non solo sottomesso ma anche utile...

ed il raffinato vassoietto porta... porta hhmmm... Che diamine è quella cosa? Ah, ok. preferisco non saperlo. P.s. si, ci sono anche foto di ragazzi, in pose ugualmente poco sexy (ma non metto il link, così almeno non procuro pubblicità gratuita per cose che trovo così poco attraenti!)

mercoledì 26 marzo 2008

Prognosi e privacy

Dal blog di Fabio e Claudio >>, una coppia fra tante. Probabilmente considerazioni come quelle del post di cui sopra ad alcuni non fanno nè caldo nè freddo, ma io non posso fare a meno di interrogarmi su come sia possibile, in un paese come il nostro dove si inventa la legge sulla praivasi, ignorare altre istanze un po' più serie del semplice rispetto della riservatezza, relegandole alla mera irrilevanza giuridica. Su questo, tuttavia, altri hanno scritto di più e meglio di quanto potrei fare io.

martedì 25 marzo 2008

Il ritorno di Andrew

Il buon Andrew *supersex* Stetson, mia fissazione senile al pari di Evandro, manca da molto tempo su questo blog: spesso cerco sue immagini nei forum, ma finora non avevo avuto fortuna e anzi ero quasi arrivato a grattare il fondo del barile, riciclando vecchie foto di cui Andrew stesso avrà forse perduto le tracce.

Questi recenti scatti pubblicate da fantasticmag >> sono l'occasione giusta per dare al giovane Mr. Stetson la pubblicità gratuita alla quale la sua bellezza scintillante gli dà diritto.

Il servizio fotografico è composto da almeno una ventina di immagini, e davvero non ho avuto che l'imbarazzo della scelta.

Queste foto le ho scelte per puro gusto personale, ma sarebbe stato più giusto fare un... post monografico pubblicandole tutte (per quanto stavolta mi sono lasciato un po' prendere la mano, e ne ho messe più delle solite 4/5)

Notate anche Andrew in versione "replicante sexy" (con la pittura sugli occhi come Pris di Bladerunner): nonostante il trucco quantomeno bizzarro, Mr. Stetson è tutt'altro che ridicolo.

Deve essere fantastico essere tanto attraenti e, anzi, mi domando come si possa comunicare in modo normale con le persone (non ditemi che la bellezza non fa differenza persino nei minimi rapporti interpersonali perchè non è così). Avevo detto che i principi azzurri sono tutti MORTI: se Mr. Stetson si lava e sa mettere quattro parole in croce, vuol dire che mi ero sbagliato.

lunedì 24 marzo 2008

Zio zozzone

"Uncle Dirty è mio prozio: a 86 anni è ancora completamente ossessionato dal body building. Anche se ha smesso di fare esercizi qualche anno fa, trascorre ancora molto del suo tempo ad ammirare il corpo che una vita intera di sollevamento pesi gli ha permesso di ottenere: si scatta fotografie e si riprende con la telecamera digitale mentre indossa dei tanga da lui stesso confezionati. Negli anni 40 e 50 era una leggenda: si svegliava al sorgere del sole e faceva pesi prima di cominciare la sua lunga giornata alla guida del camion (fare il camionista gli permetteva di allenarsi ancora caricando e scaricando merci)."

"Questo è stato il suo hobby negli ultimi dieci anni, ne ha fatti centinaia. Alcuni delle immagini di membri provengono da riviste quali "WANG", ma la maggior parte sono foto digitali del suo che taglia ed incolla sui corpi fotografati. E' molto fiero del fatto che anche alla sua età non ha problemi ad avere un'erezione." (...) "Quando muoio voglio essere cremato e voglio che le mie ceneri siano sparse nell'oceano. Se sono ancora in buona forma, potreste impagliarmi e tenermi in salotto, col mio tanga addosso"

Supercubo

Il kit per potenziare il cubo di Rubik: manualetto, cacciavitini, olietto lubrificante (!) e, naturalmente, cubo da competizione, valido per il record mondiale. A quanto pare qualcuno riesce a ricomporre il diabolico rompicapo in meno di dieci secondi, e se volete cercare di stare al passo vi occorre questo piccolo necessaire che fa sì che gli elementi del cubo girino con rapidità ed efficenza. Non ho capito neanche quanto costa, ma in una giornata uggiosa e di skazzo mortale :( come questa è quello che ci vorrebbe. (click >>)

sabato 22 marzo 2008

Cover: Ken Lee

Lì (o meglio Lee) per lì non avevo neanche capito chi o cosa fosse il fantomatico Mr. Lee, poi lentamente ho avuto un barlume. Un'esilarante "cover" della canzone di Mariah Carey "Can't live (without you)" apparentemente tratta da una specie di "Amici" bulgaro. Notate il "tulibu dibu douchoo": lì mi sono sentito in imbarazzo per lei.

venerdì 21 marzo 2008

Evandro imbruttito (?)

Evandro *supersex* Soldati manca da un po' su questo blog, ed è il caso di rimediare (lo so, lo so: fissazione senile). Non so perchè lo abbiano pittato in questo modo, ma se intendevano imbruttirlo mi sa che non ci sono riusciti. La sua ragazza è fortunata: fisicamente parlando, quantomeno; magari umanamente è uno stron*o

Senza parole: Marco Dapper (non depilato)

Marco Dapper, 24enne "divo" dei due film "Eating Out".

Forse, dopo, le altre.

giovedì 20 marzo 2008

Frontiere del piacere

Che belli, questi giocattoli per adulti... e pensate che non ho messo neanche i più bizzarri, ma solo i meno impresentabili! Qui sopra, per il divertimento vostro e del vostro partner, l'inserto a forma di teschio, con tanto di anellino nelle fauci, buono per farvi assomigliare al portone di una casa di campagna...

... i guantini elettrificati, perchè, come dice il saggio, pain is so close to pleasure.

... questa invece è la "bacchetta del principe". Lì per lì non avevo neanche capito a cosa serve o come si usa, e ho dovuto controllare sul sito (click >>) ... davvero trasgressivo, da parte mia (ed infatti questa roba non mi attira per niente - figuratevi io sono il tipo cioccolata calda e coccole!)

Cibi borderline

E' incredibile la quantità (e qualità) di cose che la gente del mondo ingerisce, ritenendole (a mio avviso erroneamente) commestibili e/o nutrienti! Queste sono teste di anatra, e vengono vendute negli allegri negozietti delle strade di Shangai, cotte a puntino e parzialmente aperte in modo che chi lo desidera, dopo aver rosicchiato il fuori (eeeewwww) possa proseguire a consumare anche l'interno (click - ma a me fa schifo anche solo la foto). Mia nonna, pora donna, faceva i colli di pollo ripieni e il sughino con le creste di gallo: io non solo quella roba non l'ho neanche mai toccata con un bastone, ma non l'ho neanche mai voluta vedere. Però le teste di paperella sono peggio...

martedì 18 marzo 2008

Guerre stellari (di cartone)

Il giovane Chris Parrott, studente di architettura all'Università di Sheffield ha ideato e realizzato insieme ad alcuni amici questa poverissima "rilettura" del classico Guerre Stellari: un vecchio barilotto di birra, dei rottami pescati in garage, qualche scatola di cartone per un risultato sorprendente e, a modo suo, esilarante. Qui >> il "dietro le quinte" del progetto.

Ancora tatuaggi per David

Chi mi segue sa che David Beckham è da molto tempo uno dei miei preferiti. Ignoro la ragione per la quale continui a ricoprirsi di tatuaggi (non lo desidererò più di così per questo). L'ultimo in ordine di tempo va dal petto all'inguine: è una scritta cinese, realizzata con una tecnica particolare che lo fa assomigliare ad una vera e propria pennellata sulla pelle. A quanto pare significa "La vita e la morte hanno momenti prestabiliti. Le ricchezze e gli onori dipendono dal paradiso" (?!?) Boh. Una scelta discutibile, tanto la scritta quanto il tatuaggio in sé. Quando David smetterà di giocare e ingrasserà per via dell'ozio avere la pelle dilatata e coperta di inchiostro non sembrerà poi un'idea tanto azzeccata.

lunedì 17 marzo 2008

Martin

Per nessuna ragione particolare (o meglio, per l'unica che appare evidente), il babydivo spagnolo Martin Rivas (classe 1985) protagonista della serie TV "El internado", e recentemente eletto il galiziano più avvenente nel corso di un sondaggio promosso dal sito galiciagay.es >>

Proprio il mio tipo, lineamenti regolari, faccia da bravo ragazzo, fisico da fantascienza. Se posso essere onesto, comunque, lo avevo mentalmente etichettato come un sirenetto della pornografia da famiglie... (lo dico intendendolo come complimento!!)

Pescetti massaggiatori

Sono di pessimo umore, in questi giorni, e forse un massaggio plantare praticato dai pescetti che ti rosicchiano lo strato superficiale dell'epidermide, asportandolo, potrebbe giovarmi. Riflessologia ittica, potremmo tradurre. Il trattamento costa solo 35 dollari e viene praticato in un istituto specializzato sull'isola di Sentosa >> (Singapore). Pare che sia molto rilassante, ma questa tizia >> ridacchia in modo troppo nervoso per i miei gusti. Infatti a me mi pare una cazzata.

domenica 16 marzo 2008

Depilatore per la schiena

Il depilatore RAZORBA è perfetto per chi tra di noi detesta i peli sulla schiena e non ha sotto mano un partner sufficientemente paziente che faccia per lui il lavoro. In pratica si tratta di una specie di rastrello di plastica nella cui estremità inserire un rasoio usa e getta: non preoccupatevi di come mettere da soli la schiuma da barba, il sito ufficiale assicura che è meno difficile di quello che sembra. Disponibile online >> a partire da 23 dollari e spiccioli il modello base, spese di spedizione escluse. Non fa per me: non solo perchè non mi depilo, ma perchè io non sono nè diligente nè prudente nè perito. Già mi vedo fiondarmi al pronto soccorso con la schiena straziata. Chi glielo spiega, al medico?!?

sabato 15 marzo 2008

Parole private

Il giovane croupier distribuisce con sicurezza le carte e conduce il gioco, indirizza gli scommettitori, si congratula discretamente per i loro successi, e poco importa se quello è un gioco d'azzardo per scherzo, se in palio ci sono solo i gadget dello sponsor. Il tavolo, uno tra i tanti, è infatti allestito perfettamente: il contenitore delle fiches, il panno immacolato, il sabot di legno lucido. Conquisto a fatica una postazione e nell'arco di poche mani consumo i gettoni ricevuti all'ingresso. Non riesco a staccare gli occhi di dosso dal ragazzo, noto la regolarità dei tratti, la pelle liscia, le sopracciglia depilate che, pure, nel suo volto appaiono tutt'altro che innaturali, e mi stupisco dell'intensità con cui lo desidero. Per un istante accarezzo il pensiero di invitarlo a bere qualcosa, poi il raro privilegio della consapevolezza mi giunge in soccorso: vedo me stesso nel cuore della notte, da solo, con le mani sudate in attesa che il giovanotto esca dalla sala, mentre escogito qualcosa da dire per attirare la sua attenzione; immagino il suo sguardo smarrito di fronte a quel quarantenne dall'aria sbattuta che si sforza di sembrare a proprio agio, lo ascolto mentre mi risponde qualcosa, la prima che gli viene in mente (perchè è tardi, e la divisa del "casinò" comincia a diventare scomoda), intravedo il lampo di consapevolezza che gli attraversa lo sguardo. Di fronte a quell'immagine, il terrore di apparire patetico, di sembrare uno scolaretto nei panni di un uomo adulto (o peggio), azzera il desiderio e mi fa passare ogni velleità di seduzione, anche se mi toglie il sonno (sono le 5 e 15 del mattino). La mia cronica incapacità di comunicare e la lunghissima privazione fisica mi stanno davvero facendo soffrire.

P.s. non ve ne abbiate a male se ho disattivato i commenti, ma la battuta tagliente di un "anonimo" qualsiasi potrebbe davvero ferirmi, e non posso permetterlo. Con la luce del giorno mi pentirò di questo post, che tuttavia descrive come mi sento adesso, e quindi lo lascio, per i miei occhi solamente. Chi vuole dirmi qualcosa sa come fare, ok?

giovedì 13 marzo 2008

Abitini di gusto

"beh sai, mi mancava il pane e sono uscita con il primo straccetto che ho trovato nell'armadio..."

Simpatici abitini fotografati nel corso della settimana della Moda di Tokio >>, attualmente in corso. Nella specie, si tratta di creazioni degli stilisti (o stiliste? Uno ed una?) Kazuaki Takashima e Hiroko Ito. (è giusto dare a Cesare quello che è di Cesare. E poi se vi venisse voglia di comprarne uno, come lo rintraccereste senza il nome di chi lo ha disegnato?)

Non mi intendo molto di moda (non ho preso da mia madre che da giovane ideava vestiti per quella che oggi si direbbe una grande firma), ma so se una cosa mi piace o no, e queste mi fanno orrore. E non mi venite a dire che la moda deve provocare, per favore! E' stata un'impresa perfino trovare un ragazzo decente.

Cartelli involontariamente comici

Mi si dice che questi cartelli siano autentici, e anche se di stranezze fotoscioppate trabocca la Rete, non ho ragione di dubitare che lo siano. Del resto, a chi verrebbero in mente delle idiozie di questa portata?

Sono le bizzarrie che escono fuori quando qualcuno si sforza, per la verità con non molto impegno, di parlare una lingua diversa dalla propria. (notate il gentleman con la gonna). Mi ricordano i sottotitoli di Star Wars dei quali parlai un milione di anni fa (o forse dueee)

mercoledì 12 marzo 2008

Iconoclasti

Immagini pubblicitarie di un bar gay nelle Filippine >>: notevole il Darth Vader con vestitino stile Principessa Jasmine e il Superman mezzo Wonder Woman (a me però il personaggio non ha mai dato la sensazione di essere un omaccione, neanche col costume d'ordinanza né mi ha mai suscitato alcuna concupiscenza).

Harry Potter è già più credibile. Anche se Daniel Radcliffe, il diciottenne attore che interpreta il minimago, si sta facendo proprio un bell'ometto.

ps. ed OT: il mio raffreddore si è trasformato in una simpatica influenza con febbre, che è proprio la cosa giusta al momento giusto :(

martedì 11 marzo 2008

La bella faccia di Gaspard

Per nessuna ragione particolare, la bella faccia di Gaspard Ulliel, babydivo francese tale e quale ad un mio giovane amico del quale ho parlato in precedenza e di cui ho perso le tracce. Per quanto ne so è in Inghilterra per un trimestre di studio della lingua, ma non dubito che sfrutterà la sua avvenenza per giacersi come una bestia. Beato lui: sfortunatamente, da quel che ho potuto appurare, è un regolare. Ma mi piace ugualmente.

P.s. abbiate pazienza, ragazzi, ma oggi sono raffreddatissimo e questo è il massimo che posso fare col blog, ok?

lunedì 10 marzo 2008

Toast gonfiabili

Avete stra-mangiato come me nello scorso week end e desiderate stare leggeri? Niente di meglio di un toast gonfiabile! Ultra realistico, è realizzato in soffice materiale vinilico: si conserva in pochissimo spazio e si gonfia in un istante. Perfetto per chi ambisce ad un bello snack caldo ma non può permettersi di sbriciolare ovunque. Disponibile online >> a 6.50 dollari la coppia (che per una cosa che si guarda e basta non è neanche poco).

Matta per Pacman

L'ennesimo tatuaggio basato su personaggi dei videogiochi: pacman, inseguito dai fantasmi, in procinto di cibarsi della famosa pilloletta. Non so se mi repelle più il tatuaggio o il "velo pietoso" sotto forma di tovaglioli di carta appiccicati con lo scotch. Porella. (qui >> il resto delle immagini)

domenica 9 marzo 2008

Mr. Nove settimane e mezzo

Il sig. Micky Rourke (1956 - ) di questi tempi non è che se la passi benissimo, si dice (sottolineo si dice) per via di alcuni interventi di chirurgia plastica non andati a buon fine e dell'uso di anfetamine.

Ricordo di esserne stato moderatamente attratto, ai tempi di Nove settimane e mezzo, e ripensandoci a distanza di anni me ne domando il perché: non era certo il mio tipo, né quello era un film da omosessuali.

venerdì 7 marzo 2008

Ragazzone

La versione moderna del classico (e fallace) calzino involtolato: "The big boy", l'ingrandi-pacco, protesi in materiale plastico da indossare sotto costumi da bagno, slip e calzoncini da ciclista, perfetta "per l'uomo moderno che deve gestire una nuotata nell'acqua gelida". E, del resto, "le pillole per ingrandire il pene che si trovano su Internet non funzionano, tantovale fingere", dice lo spiritoso slogan.

"The big boy" è disegnato in modo da essere realistico senza essere fastidioso o irritante (però a me la "protesi" giallastra mi fa un po' schifo) ed è in vendita a "soli" 19,99 dollari, disponibile direttamente online >> Un affarone. In tutti i sensi :)

L'ora del tè

Simpatico commercial di Durex che invita uno dei protagonisti ad effettuare un investimento. Non voglio anticipare troppo, la sorpresa è parte del divertimento. Cucumber, naturalmente, non è cocomero ma cetriolo (e le tartine con il formaggio cremoso, la salsina ed il cucumber sono anche le mie preferite)

mercoledì 5 marzo 2008

Deodorante

Una simpatica pubblicità del deodorante Axe. Con un fisico come quello, invece di sbattere la testa e "sbucciare" parti di epidermide, mi sarei limitato a non fare nulla e a lasciare che fosse lei a preoccuparsi di essere alla mia altezza...

martedì 4 marzo 2008

Gemelli in plastica

Ricordate questi due ragazzi? Si tratta dei trentenni brasiliani Flavio e Gustavo che stati i sirenetti di Terra.br ormai qualche tempo fa. Ora i nostri due gemelli (1.90 per 84 chili ciascuno, etto più, etto meno) hanno prestato il loro corpo da fantascienza ad una ditta greca che produce biancheria intima, MED >> per un servizio pubblicitario relativo alla linea "precious".

I ragazzi sono sexy e prestanti (e piuttosto paccosi), ma le foto hanno un che di artificiale e i corpi appaiono quasi... plastificati.

Oltretutto a me le scene di omoerotismo tra consanguinei non mi attirano poi più di tanto: com'è giusto che sia, i due non si desiderano per niente, e questo fa venire meno tutto l'appeal.

Tuttavia bisogna ammettere che Flavio e Gustavo sono davvero un bel vedere, specie nelle immagini ad alta risoluzione... se tra voi ci sono dei modelli che posano per l'intimo maschile, per favore, mandatemi due righe, possiamo intavolare una trattativa!