giovedì 9 ottobre 2008

Ragazzini emo

Ogni tanto mi imbatto in qualche foto di ragazzini dall'aria pallida ed emaciata, rigorosamente truccati di nero e da non molto tempo apprendo che si tratta degli Emo boys: abbigliamento da pseudo skater, frangia asimmetrica, smalto alle unghie. In una parola, degli sfigati :)

Facezie a parte, sembra che questi ragazzi, che si ritengono in grado di sperimentare emozioni in modo più intenso dagli altri, si sentano parte di una specie di sottocultura mal vista dal resto delle persone. Eppure le ragazzine vanno matte per gli Emoboys, sarà anche perchè scatta loro l'ormone - gli emo di sesso maschile si baciano spesso tra di loro: ma voi che pensate?

9 commenti:

caiman23 ha detto...

cosa vuol dire "sperimentare emozioni in modo più intenso degli altri", hanno uno strumento a disposizione che misura il grado di intensità di emozione che prova una persona in determinati momenti?
Più che parte di una sottocultura questi secondo me questi sono proprio degli SFIGATI.
Non mi piaciono!

loran ha detto...

Nel mondo dei fumetti giapponesi c'è uno stile che si chiama Yaoi, sono funmetti che raccontano storie di affetto e d'amore tra ragazzi con un estetica molto simile agli emoboys, disegnati da ragazze per un pubblico femminile.
Per quanto riguarda il mondo reale potrebbe essere una fase dell'adolescenza dove non si ha più timore come prima di baciare il proprio migliore amico o un omosessualità latente o che ha trovato un nuovo modo di celarsi.

fili ha detto...

Io in classe ho un ragazzino emo (anzi, due, ma solo uno dei due è "dichiarato")...ebbene, tra tutti i ventiquattro ragazzi, il più omofobo è proprio lui...!


(ciao, eh...! leggo sempre, ma intervengo poco!)

Ccri ha detto...

Anch'io mi sono accorta di loro solo recentemente (ne avrei fatto a meno)...

Mutatis mutandis, mi sembrano nella sostanza un recupero vintage di quelli che ai nostri tempi si definivano alternativi, ma con un look riveduto e corretto.

Le teenagers ne vanno matte più che altro sulla scia del (per noi inspiegabile) fenomeno Tokyo Hotel...
Ma pare che il principe (o la principessa, come preferisce chiamarlo qualcuno) degli Emo, resti sempre Jared Leto, in versione cantante... A lui sono disposta a perdonare anche questo! ^__-

B6x75 ha detto...

Personalmente trovo molto sexy il fenomeno, per chi abita Milano può andare alle "colonne" e ne trova quanti ne vuole...

Parlando di omosessualità, faremo i conti tra qualche anno contando quanti diventeranno tali.

Personalmente preferivo tenere per me i miei giochi adolescenziali coi compagni di scuola piuttosto che renderli "approvati" dalle mie compagne di classe brufolose e secchione.

Velies Thyrrens ha detto...

((O_o))
Fili, ma che sorpresa! Pensavo fossi MORTO!! :D
(oh, ragazzi, vale per tutti: lasciate un saluto, ogni tanto, specie se passate di qui spesso, eh?!)

B6x75 ha detto...

Veliè, il problema è che con il nuovo layout è un casino lasciare un commento...mi sa che è questo che non aiuta..

B6x75 ha detto...

PS: Visto che l'argomento sfiora i Tokyo Hotel, suggerirei una lettura educativa:
http://bisessuale.blogspot.com/2008/09/femmenelle.html

keiry_diamond ha detto...

Oh ma chi cazzo ha scritto sta roba? Emo non è niente di tutto questo. Emo è musica, cazzo! <>
MA CHì SEì TU PER GìUDìCARE? Ma vorreì vedere come vaì tu ìn gìro. Dìo santo la gente è veramente uno schìfo, ìmparate a non gìudìcare la gente dall'aspetto.
Emo è Musica e lo è sempre stato. Adesso è una "moda" del cazzo perchè ci sono sempre più bimbiminchia in giro che si credono emo perchè hanno il ciuffo sull'occhio e sono truccati. Ma RìPìGLìATEVì GENTE! Davvero.
Bella! :D