giovedì 4 settembre 2008

Salvezza per forza

Quest'oggi il Servizio di Informazione Religiosa della Cei, si è espresso in termini fortemente critici sulla decisione del ministro Gelmini di reintrodurre il maestro unico alle elementari, affidando il suo messaggio ad un esperto di scuola che ha confermato in modo molto esplicito che la presenza contemporanea di più insegnanti è di giovamento ai bambini. Confesso che sulla questione non so pronunciarmi, ma quest'ennesima invadenza della Chiesa mi lascia davvero perplesso: considerate anche che io a catechismo ci ho schiacciato POMERIGGI interi (ho smesso solo quando NON sono stato molestato :) e quindi, almeno in linea di principio, sono tutt'altro che anticlericale. Eppure, queste entrate a gamba tesa nella politica da parte del Vaticano non mi piacciono affatto: se avete notato, infatti, la maggior parte delle battaglie che la Chiesa porta avanti (aborto - eutanasia - matrimoni tra omosessuali - divorzio ed altre) sono volte NON ad introdurre certi nuovi istituti nell'ordinamento, a regolare certe esigenze che già esistono, a creare nuove "caselline" che la nostra coscienza ci dirà se barrare oppure no; viceversa, l'intento sembra quello di ridurre il novero degli strumenti a disposizione, di eliminare certe possibilità facendo venire meno i relativi istituti (o evitando che ne siano introdotti di nuovi). Per chi non crede questo non può che suscitare sconcerto, anzi, somiglia molto alla "salvezza per forza": mi batto acciocchè certe "cose" non si possano fare perchè nuociono alla tua anima, che tu ci creda o no. Ma non sarebbe meglio "indirizzare", piuttosto che farlo "precludendo" qualcosa?

3 commenti:

ribaldo ha detto...

In un dialogo di qualche anno fa con Flores d'Arcais, il card. Ratzinger sostenne che il pensiero e le scelte etiche delle persone erano perlopiù influenzati dalle leggi vigenti. E ne conseguiva che tanto più le leggi fossero state eticamente monodirezionali, tanto più le persone vi si sarebbero adattate senza difficoltà. Un tipo del genere non poteva che fare il papa di mestiere...
E direi che tutti i rivoletti che scendono dalla fonte principale lo stanno interpretando alla perfezione.

Watkin ha detto...

Don Zauker!!! :D

Anonimo ha detto...

Benvenuto tra i laicisti