venerdì 29 febbraio 2008

Specchietto per le allodole

No, non solo non sono io (magari), ma oggi non sono neanche tanto incazzato, casomai spallato. Si tratta invece di una trovata propagandistica di un partito che si presenta alle prossime elezioni politiche e del quale ho rimosso accuratamente nome e simbolo dato che vorrei parlare del messaggio piuttosto di chi lo propone.

L'immagine pubblicitaria è completata con una serie di frasine la cui adeguatezza è quantomeno discutibile: "guardami: non ti sembro il figlio di un dio minore? Nessun diritto né riconoscimenti. Turbo le loro coscienze. Non voglio più nascondermi". Ora, ma dico io: ma per chi mi avete preso?!? Va bene la strizzatina d'occhio, ma una captatio benevolentiae di questa sfacciataggine... E poi, ma non ce l'avevate un pubblicitario un po' più bravo? Su qualsiasi blog, perfino sul mio, si trovano cose più argute e meno superficiali di "figlio di un dio minore", "turbo le loro coscienze"! La verità è che il teatrino della politica, colpevolmente inerte su certi temi, si affanna adesso per raccattare voti dove può, e ogni stratagemma è buono, perchè la guera è guera. Che sia necessario prevedere diritti per le persone omosessuali è ovvio e non sono (solo) io a dirlo: ritengo però che dai propri rappresentanti sia lecito aspettarsi un po' di più, anche in termini di messaggi e di modi di veicolarli.

8 commenti:

david ha detto...

ciò non toglie che il ragazzo nella foto sia bellissimo!

Velies ha detto...

concordo in pieno: ma il trucco non consiste nella barbetta, ce l'ho anche io e il risultato non è lo stesso ^^'

quanto al messaggio, avrei preferito dicesse "STAVOLTA CI PROVIAMO", sarebbe stato più onesto, così è solo una presa di cu*o

david ha detto...

in questi casi secondo me l'importante è smuovere un po' le acque e creare interesse. prendi la canzone della tatangelo a sanremo. lei lo avrà anche fatto per puro interesse mediatico o economico, ciò non toglie che una canzone che parla di gay sia passata a sanremo e su raiuno. io tendo a gioire delle piccole vittorie. al resto ci pensa la chiesa!!! (ps speravo avessi letto la mia mail...)

Velies ha detto...

mah... hai ragione, penso.
però un conto è PORTARE qualcosa (informazioni, come nel caso della canzoncina), un conto è CHIEDERE qualcosa (nella specie, un voto), e la foto di un bel ragazzo con uno slogan un po' superficiale non è necessariamente una buona ragione per darlo...

ps no, non l'ho ancora vista, l'email

david ha detto...

... ti sento molto "sul pezzo"!!! sono d'accordo con te al 100% e ti dirò di più: temo che menefreghismo, pressapochismo e superficialità poco alla volta avranno la meglio e l'unica cosa che possiamo fare è denunciare, alzare la voce, dire la nostra, lottare, o anche solo dare il buon esempio.

(peccato per la mail mi fai stare sulle spine)

david ha detto...

(ti aspetto nel mio motel)

Felipe ha detto...

A me resta solo un dubbio: cosa sarebbe successo se in questo paese avessimo mai avuto un governo di sola sinistra, senza centro?
Chissà... non lo sapremo mai!

Felipe ha detto...

E poi perché quell'orecchino? Cos'é, il marchio dei gay?