martedì 12 febbraio 2008

Parole per tutte le occasioni

La società statunitense Hallmark >>, leader nel settore delle cartoline e biglietti di auguri, ha recentemente immesso sul mercato una linea di biglietti intitolata Journeys ("viaggi") destinati ad essere spediti in momenti particolarmente delicati. Lotta contro il cancro, depressione post parto, disordini alimentari: 176 nuove cartoline a coprire quasi ogni possibile evento della vita. (fonte >>)

I messaggi appaiono francamente un po' sconcertanti: "Il cancro è un nemico che gioca sporco, ma non può offuscare il tuo spirito né soffocare una preghiera", "Quando il mondo si fa pesante ricordati che sono accanto a te per condividerne il peso". All'interno della linea Journeys ci sono naturalmente anche alcuni bigliettini dedicati alle persone omosessuali e al (terrificante) momento del coming out, per quanto le allusioni sono piuttosto velate: "Sii te stesso" o "Questo è quello che io sono".

Una portavoce della Compagnia, Theresa Steffens, ha dichiarato che l'idea è nata perchè "alle volte le persone non sanno cosa dire in certi momenti e finiscono per non dire nulla". Mah. Forse alle volte si fa meglio a stare zitti. Se ricevessi una cartolina con un messaggio preconfezionato e uno scarabocchio di firma non mi farebbe poi così piacere.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

il ricordo del "ciclonesco":
"se sei buco dillo!!!"
si è affacciato alla mia mente con una certa violenza....
suggeriamolo alla Hallmark!
gli americani sono unici....
se mi viene il cancro, per favore non mandatemi un bigliettino....
lo dico per voi....
senza offesa per nessuno e con un abbraccio speciale a vel
F.

Marlene ha detto...

Trovo questa idea dei bigliettini assolutamente brutta.
Sono d'accordo con Velies, in certi momenti è meglio stare zitti eccome!

Tao ha detto...

Ci sono dei biglietti anche per queste cose? Che cosa triste. Io preferisco un sorriso, che non sia di circostanza e, magari, un bell'abbraccio.
E' meglio il silezio rispetto a cose così... patetiche.
(Già mi stanno stretti i biglietti di Natale - .-)