martedì 15 gennaio 2008

Dispositivi di puntamento

Si dice che la nostra gente sia provvista di un'abilità speciale, quella di cogliere un'infinita gamma di microsegnali provenienti dalle persone e di interpretarli in modo da determinare, con ragionevole approssimazione, l'orientamento sessuale di chi li ha inviati. Gaydar, si dice in gergo, e cioè il radar gay. Sembra anzi che questa convinzione abbia avuto dei riscontri scientifici e che l'idea del gaydar non sia poi così peregrina (per quanto l'affermarsi dell'uomo metrosessuale pare abbia un po' scombinato le carte e reso il tutto un po' più difficile). Ebbene, se è vero che ogni omosessuale ha a bordo un gaydar come accessorio di serie, sappiate che il mio personale dispositivo di puntamento si è rotto nel momento stesso in cui l'ho estratto dalla scatola e ora, dopo tutto questo tempo, la garanzia è irrimediabilmente scaduta. Conseguenze? Qualche clamoroso granchio, qualche lacrima (più di qualche, in effetti)... E voi? Funziona, il vostro gaydar? Raccontate, raccontate! Non siate timidi: non è che posso denudarmi metaforicamente sempre e solo io! :)

9 commenti:

Desto Cat's® ha detto...

I granki li prendiamo tutti nella nostra vita, Velies. Mi permetto di dirti una cosa sperando ke non pensi ke sia troppo ridicolo il paragone: ricordi la favola del brutto anatroccolo ?...beh...sono sicuro ke, nel tuo caso..il tuo radar NON E' ROTTO IRRIMEDIABILMENTE..!!....è soltanto un'altro modello, magari un pò più sofisticato, o più moderno, oppure li manca solo quella piccola bottarella ke fà magicamente rifunzionare tutto. Devi scoprirlo tu stesso...anke tra le lacrime, ma...scoprilo!! Rimarrai gradevolmente sorpreso. Auguri !
p.s. scusa l'intrusione ma...sono nuovissimo qui e sto construendomi il mio blog, non ho potuto resistere la tentazione di commentare il tio post.

Velies ha detto...

non devi affatto scusarti: sei più che benvenuto. Anzi, grazie per il tuo commento :)

Gan ha detto...

Ci ho messo un sacco di tempo per imparare ad usarlo, ma adesso funziona benissimo. Peccato mi serva soltanto come banca dati e non come navigatore satellitare per arrivare alla meta.

Velies ha detto...

grande gan. perchè non scrivi un tutorial? Non per me, s'intende: io ho barattato il mio gaydar con STROEMMELA ALSE, set di casseruole dell'IKEA, con cui almeno mi fo da mangiare, traendone molta più utilità che dal radar :D

P.s. tanto perchè sia chiaro, questo non voleva essere un post disperato: nel caso, vi avverto io, ok? :)

Gan ha detto...

Vel, ma invece di perdere tempo in istruzioni pedanti e noiose, non posso regalare direttamente il mio gaydar a chi me lo richiede? Tanto, per quello che mi serve... ;-)

Rage against the bigots ha detto...

Il mio funziona abbastanza, ma essendo già accalappiato dal mio ragazzo mi serve a poco..oltre a commentare ogni ragazzo che incontro.

Direi che il mio è come la vecchia panda..ci mette un po', sembra una chiavica, però fa quello che deve fare e non si scassa.

Velies non è che il tuo l'hanno fabbricato i cinesi?..dai che magari hai messo il silenzioso e non te ne sei accorto!! XD

Desto Cat's® ha detto...

...banca dati, ikea, panda....vedete? Questo è lo spirito giusto !! Seguire il proprio istinto, anke sabagliando..makissenefrega del radar ! L'importante è ke gli altri strumenti funzionino...no ? E l'idea di mangiarci sopra è Mìticaaaa...

byb ha detto...

fino a poco più di anno fa, credevo fosse una specie di "leggenda metropolitana", poi inspiegabilmente ha iniziato a funzionare.
ora se sono in luoghi affollati ( treno, metro, etc ) in effetti alcune persone, mi solleticano il radar, cosa che prima non succedeva.

solo che non lo "uso", quindi non so quanto sia affidabile.
però ora mi accorgo di qualcosa, mi vengono dei dubbi, e la cosa di norma muore lì, non vado a chiedere conferma.
però poi a volte se ci sto attento ( leggi non mi faccio i fattacci miei ) e mi accorgo che magari stanno puntando un tipo carino, il fotomodello, il commesso/cameriere ( che a sua volta li punta: e scambiatevi sto cavolo di numero! non potete provarci a vicenda e lasciare morire così la cosa, uff! )

Anonimo ha detto...

mai avuto