venerdì 29 giugno 2007

Parole in libertà

Una tela di giorni tutti uguali mi avviluppa, e io stesso faccio fatica a distinguerli l'uno dall'altro; alla luce soffice della sera d'estate mi accorgo infatti che, contro ogni previsione, il giorno del quale stamattina non si intravedeva la fine è trascorso rapido senza lasciare alcuna traccia se non sull'immagine che lo specchio mi restituisce. Dallo schermo del portatile il videoclip mi subissa di immagini sature di uomini irreali che, corpi di plastica e genitali di plastica, si accoppiano con dedizione in quella che mi appare come una disincarnata parodia del sesso, meccanica, asettica e che, per questo, non mi suscita alcun desiderio. Supero con facilità i gemiti e gli schiamazzi del filmato e, tendendo l'orecchio, mi metto in ascolto della voce tranquilla e silenziosa della mia casa, ascolto i rumori che dall'esterno penetrano attraverso la mia porta e giungono fino a me. Al telefono il mio amico d'infanzia mi informa senza imbarazzo che è necessario rinviare un impegno già preso: l'iniziativa non ha riscosso il successo sperato e l'idea di uscire ugualmente, in mia compagnia soltanto, ha smesso da molto tempo di sembrargli attraente. Incasso senza battere ciglio l'implicito insulto - i giorni del risentimento sono lontani - e mi preparo del tè che sorseggio poi sul divano, in pieno relax, mentre rifletto distrattamente su tutte le cose che vorrei cambiare e sul fatto che non sono abbastanza forte per farlo. La doccia bollente, una vecchia abitudine, conclude la giornata. Come ho detto, una tela di giorni tutti uguali mi avviluppa, e io stesso non so distinguerli l'uno dall'altro.

Safe sex is the best

"Ciao io sono Luigi e sono qui oggi per raccontarti tutto della pubertà e dei suoi numerosi effetti: la pubertà è un processo grazie al quale il tuo corpo diviene completamente adulto e quindi acquista capacità riproduttive... Nei maschi l'ingrandimento dei testicoli è la prima manifestazione fisica della pubertà". L'educazione sessuale secondo Nintendo raccontata per bocca dei fratelli Mario e Luigi col loro terribile intercalare ("ehi paesano!!"): un raro filmato che non ha mai superato la fase di betatest, nel quale le cose della vita sono spiegate in modo non convenzionale ma piuttosto efficace (ma nella clip l'ovulazione femminile è un po' cruda). Inevitabile il messaggio finale: il sesso sicuro è il migliore. Parola di Nintendo.

Desiderio

Vorrei che quelle mani fossero le mie.

giovedì 28 giugno 2007

Due in uno

Un'idea per un regalo di sicuro effetto? Il portachiavi/porta iPodshuffle che, all'occorrenza, può essere usato anche come cavatappi, per chi non resiste alla tentazione di bere una birra gelata. Non sarà molto utile, ma almeno è caro - per essere un pezzetto di plastica. Potete trovarlo a quindici dollari, spese di spedizione escluse, direttamente online >>. La birra è in vendita a parte.

Bambole

Ho trovato questa clip intitolata Vidrar Vel Til Loftarasa ("una bella giornata per la partita" - o qualcosa del genere) e ve la sottopongo, insieme alla storia che ho tradotto di seguito. Si tratta di due cose non direttamente legate l'una all'altra: il filmato, girato in Islanda con attori non protagonisti, risale al 2001; la storia, un racconto di vita vissuta, è stato pubblicato tra i ricordi dei lettori in uno dei siti che hanno parlato di quella clip>> . Le affinità, tuttavia, sono evidenti e, anzi, il testo scritto rende un po' più comprensibile il filmato che, con i suoi sette minuti, risulta un po' pesante. La clip mi suscita sentimenti contrastanti. Da omosessuale mi riconosco perfettamente nei temi trattati e nel "taglio" utilizzato, da spettatore "profano" rimango un po' perplesso per il ritmo del filmato e per il suo essere un po' criptico. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano i regolari, se una storia del genere ha minimamente senso per loro, se ne sono in qualche modo toccati emotivamente... Magari potreste sottoporla ad un amico/a e poi farci sapere...

"La ferita causata dal fatto di udire mio padre fare illazioni sul mio conto con mia madre era niente in confronto a quella che avevo sofferto quel giorno, quando dopo la scuola avevo trovato un guanto da baseball nuovo fiammante sul cuscino, proprio nel posto dove avrebbe dovuto trovarsi Mr. Peeps. Sapevo che mia madre aveva avuto la peggio nella discussione e così la mia bambola era sparita.

Solo nella mia stanza, mio rifugio da un mondo sospettoso nei confronti di un ragazzino delicato a cui non piacevano gli sport, mi sentivo come se fossi stato pugnalato dritto al cuore, come se tutte le ossa avessero perso consistenza e mi lasciavo cadere sul letto come un ammasso informe e dolente cui nessuno prestava aiuto. Essendo figlio unico, abituato alla solitudine, Mr. Peeps era l'unico al quale potevo raccontare tutto, dirgli cose che non avrei saputo a chi altro dire. Volevo abbracciare la mia bambola, stringerla tra le braccia fino a che non avessi avuto più forza, perchè abbracciarla mi faceva felice, mi dava una gioia che non comprendevo, un sentimento di felicità che le parole non possono spiegare.
"

Segue nei commenti

martedì 26 giugno 2007

Tutorial

Come praticarsi, o farsi praticare dal partner, un esame dei testicoli. Questo filmato, uno dei tanti, è stato realizzato dal Dr. Chris Steele e ha ricevuto unanimi appprezzamenti per il linguaggio chiaro e alla portata di tutti. Ok, lo ammetto: io l'ho guardato per la ragione sbagliata (ehm...), ma in effetti non ci sarebbe proprio niente di ludico nè, meno che mai, di sconveniente. Non si capisce perchè Youtube lo abbia classificato come "Non appropriato" riservandolo ad un pubblico adulto e consenziente, quando le clip in cui gli adolescenti ormonati si conficcano le puntine da disegno nel cranio sono di pubblico dominio...

Cose di donne

Ho detto più volte, scherzando (ma fino ad un certo punto :) che le donne regolari, cioè quelle di sesso femminile, sono pressochè prive di gusto. Lennell Dunbar >>, sirenetto delle copertine dei romanzi rosa, sedicente modello ed attore, sembra essere la conferma di questa mia convinzione.

Mi rendo conto che i canoni estetici sono soggetti a molti cambiamenti, e ciò che ci sembra attraente ad una data età può non farci lo stesso effetto a distanza di tempo (considerate che io a quindici anni guardavo Simon&Simon!!!); mi rendo conto anche che il target dei romanzi rosa per i quali il sig. Dunbar presta il suo corpo non esattamente asciutto sono le donne eterosessuali in their fifties (ed oltre)...

Secondo me, però, questo tizio non si può guardare. L'unica cosa che ho trovato divertente, anche se un po' pacchiana, è il suo sito internet, degno del Signore degli Anelli (vedere per credere >>). Chissà se la stessa sensazione di "smarrimento" ce l'hanno i regolari quando sono esposti ai modelli di bellezza che attirano gli uomini che amano gli uomini...

lunedì 25 giugno 2007

Sirenetti close up

Gli aficionados di questo blog non dovrebbero avere problemi a rispondere a questa domanda: a chi appartiene questo tatuaggio di un berimbao, il tipico strumento musicale brasiliano?!?
La foto, di cui sopra vedete un particolare, oltre ad essere recentissima (i primi di giugno) è quella a più alta risoluzione (oltre 1 mb compressa) che io abbia mai trovato di questo bellissimo ragazzo. Si colgono dettagli inaspettati, tra cui i difetti della pelle (pochi) e, mi pare, una cicatrice chirurgica, elementi che hanno l'effetto di mostrare un po' più umani i nostri beniamini, di riavvicinarli alla terra. Chissà se è davvero una buona idea...

domenica 24 giugno 2007

Ferry Halim

L'ho sempre detto, io, che il misterioso sig. Ferry Halim >>, il noto web designer e virtuoso del Flash, è un genio. Lo avete visto il suo ultimo gioco ?!?!

Shoppenboys

Il gruppo degli Shoppenboys è composto da quattro tizi di età e corporatura variabile. Li si può trovare in Francia, nelle boutiques Celio, una catena di negozi di abbigliamento maschile, nei cui locali i nostri amici si aggirano tranquillamente vestiti solo di un paio di boxer rossi, pronti a prestare il loro corpo alle signore incerte sulla taglia del vestito che intendessero regalare al marito, e a provare i capi di abbigliamento per loro.

Gli Shoppenboys hanno fatto la loro prima apparizione nel maggio 2006 a Nizza e da allora hanno ottenuto un successo clamoroso che è valso loro prestigiose ribalte in TV e sui giornali. Sul sito ufficiale >> è attualmente in corso il reclutamento dei dodici nuovi modelli che appariranno sul calendario 2008 di prossima realizzazione: chi fosse interessato può inviare il proprio provino di danza sexy da eseguirsi sulle note della canzone ufficiale. Ma non temete, se non vi sentite all'altezza su www.shoppenboys.com trovate anche gli appositi tutorial del coreografo del gruppo...

venerdì 22 giugno 2007

Predicatore in blue jeans

Chi di voi si ricorda di Kirk Cameron (1970 - )?!? Alcuni di voi dovrebbero, perchè qualche anno fa l'allora teen ager si guadagnò un grande successo come sex symbol in ascesa interpretando la parte di Mike Seaver nella longeva e fortunata serie TV Genitori in blue jeans (in originale, Growing pains).

Oggi la vita del sig. Cameron è radicalmente diversa. Dopo l'incontro con Gesù Cristo e con la religione avvenuto nei primi anni 90, il Nostro si dedica anima e corpo alla diffusione della parola di Dio. "Avevo tutto quello che volevo, e non ci trovavo niente di strano perchè quello era il mio mondo. Poi, a diciannove anni, una ragazza mi invitò ad assistere ad una messa e ad ascoltare il sermone del reverendo Chuck Swindoll. Lasciai la chiesa con la testa piena di domande, mi sentivo in colpa sentendo parlare di peccato."

"Ho cominciato a leggere la Bibbia, non riuscivo a smettere, ho letto di questo Dio che considera il desiderio sessuale come adulterio, chi odia come un assassino e che vede tutti i peccati che ho commesso, ed invece di punirmi come merito mi offre una via di perdono e redenzione". Da allora il Sig. Cameron è impegnato in molti progetti a sfondo religioso: film... "dedicati", articoli e un sito internet, The Way of the Master >>, in cui si pubblicizza un metodo di evangelizzazione in otto lezioni tanto rivoluzionario che, secondo alcuni, è il miglior sistema acchiappa anime mai sperimentato.

Per quanto mi riguarda, ho fallito miseramente tutti i test online ("Sei una brava persona?" ed altri). Però a Bible fight me la cavavo bene... chissà se vale lo stesso!

Jimmy forever

"Se avete l'opportunità di fare ciò che desiderate, invece di fare ciò che gli altri vogliono che facciate, dovete coglierla.", motteggia saggiamente il buon James Marsden (1973 - ) dalle pagine di Men's Health USA di questo mese di giugno.

Le foto, come al solito, sono piuttosto belle (grazie al soggetto immortalato), ma gli scatti hanno deluso alcuni fan del buon Jimmy: contrariamente all'uso di Men's Health, stavolta il sirenetto che fa bella mostra di sè dalla copertina non ha mostrato neanche un centimetro di pelle...

Errore fatale per il buon James, che, per quanto non gli faccia piacere ammetterlo, deve gran parte (se non tutto) del suo successo alla sua avvenenza fuori dal comune. Personalmente credo che piaccia più agli uomini che alle donne (ricordate queste foto qui?!?), ma questo è altro affare... ;)

mercoledì 20 giugno 2007

Senza parole

Evandro. (clic)

Suggerimenti

Un bizzarro cartello praticamente privo di parole ma piuttosto eloquente. Chi me lo ha inviato giura che sia persino autentico. Nei bagni della facoltà, un milione di anni addietro, qualcuno aveva scritto "per piacere non fatela di fuori", ma una cosa del genere non si era mai vista. Sarebbe durata non più di un minuto, poi qualcuno se la sarebbe fregata per mettersela in casa. Io per primo.
Vi lascio per ora, ragazzi: anche oggi ho poco tempo per il blog :(

martedì 19 giugno 2007

Cose così

Secondo voi che cosa sta facendo il palestratissimo e depilatissimo Jonathan Rhys *Enrico VIII* Meyers in questa still tratta da uno degli ultimi episodi dei Tudor, mega-fiction in onda in questo periodo negli Stati Uniti e non solo?

Eh, sì. Difficile da credere per un programma della fascia serale, ma il buon Monarca si dedica ad un momento di piacere solitario e il tale a pochi centimetri da lui si preoccupa che una parte tanto importante del Re non vada sprecata (!). Se considerate che ai miei tempi c'era La Donna Bionica e Dukes of Hazzard (ricordate?), si tratta di un'evoluzione di non poco conto. Ad aver visto una clip come quella a sedici anni non so se mi avrebbe retto il cuore... ;)

lunedì 18 giugno 2007

Segreti di bellezza

Maschera funeraria in oro zecchino? No: molto meglio. Trattamento di bellezza idratante e tonificante che consiste nel farsi ricoprire la faccia di foglie di oro puro. Ideato dalla ditta giapponese UMO Ltd >> ed in vendita a circa trecento/trecentocinquanta dollari, garantisce una significativa riduzione delle rughe già dopo la prima seduta, della durata di novanta minuti circa. Peccato che secondo me si finisce per avere un aspetto migliore (o, almeno, più attraente) con la maschera di bellezza indosso piuttosto che senza...

venerdì 15 giugno 2007

Cose brutte

Ok, lo ammetto. Io come temperamento sono geloso; anzi, gelosissimo. Ma fino a questo punto non ci arrivo: va bene mantenere il controllo totale sul partner ma così si esagera.

Eppure questi raffinati oggetti di design >>, Lancelot (quello con la "cotta di maglia") e Diamond (quello che termina con una piccola gemma) sono eleganti e perfettamente funzionali; a meno di non tenerli pochi minuti solamente vi sono però delle implicazioni igieniche che preferisco non considerare. A me fanno venire la claustrofobia solo a guardarli ma, almeno, costano un boato. Raccomandati a chi si accompagna non con un ragazzo normale ma con HOUDINI redivivo

giovedì 14 giugno 2007

Ehi baby!!

Chi di voi ragazzi si ricorda di Rafael Branciforti, uno dei più sexy e desiderabili sirenetti proposti da Terra.br?!?

Rafael era ed è uno dei miei preferiti: l'uomo bambino, forza e tenerezza. Un delirio di desiderio (giuro!!)

Il fotografo di Terra aveva fatto, a mio avviso, un lavoro migliore, e le sue foto mi erano piaciute di più. Ma anche il sig. Daniel Farias, "sempre più fotografo, sempre meno pubblicitario", si è mostrato all'altezza del compito (qui >> i suoi scatti su flickr). Chissà che tipo è il sig. Branciforti, se è uno che se la tira...

L'etereo Andy

Andrew *supersex* Stetson, uno dei miei preferiti (ma so che piace a tanti altri), qui raffigurato nella pubblicità per guru.it >> insieme ad una tizia che sembra Pris, la replicante di Bladerunner ;), ha un'aria davvero rarefatta ed eterea...

... quasi come in queste foto, scattate da un tale che ha un'abilità che andrebbe valorizzata. Far sembrare orribili le cose belle. (anche se non è il solo a riuscirvi)

Esperimento

"…vi ricordo che l'esigenza primaria è quella di non nuocere alla Creatura" disse di nuovo il Capo spedizione scientifica. Gli altariani, rinchiusi nelle tute a tenuta stagna repressero un moto di fastidio, perché è noto che quella è gente precisa e non c'è bisogno di ripetere loro le cose. La biologa del gruppo, la dottoressa Linn Se, invece, fremeva d'impazienza. Aveva trascorso dieci anni in osservazione della Creatura tanto che, a lungo andare, aveva finito per innamorarsene – per quanto il concetto di amore poco si attagli a gente pragmatica come gli altariani – e non vedeva l'ora di poter esternare i suoi sentimenti.

Nella grotta, dall'altra parte del pianeta, il dottor Tll, chiamato da alcuni, con evidente fraintendimento, "la Creatura", sedeva ignaro, e da quel gran filosofo e pensatore che era, meditava sui segreti dell'universo. La sua mente acuta tornava però sempre sul pensiero di quell'adorabile bipede che negli ultimi trenta anni sinariani (la gente non riesce a mettersi d'accordo neanche sulle unità di misura) l'aveva spiato, illudendosi di rimanere nascosto alla vista. Il dottor Tll ne aveva percepito la sensibilità e l'intelligenza, ed aveva finito per innamorarsene – per quanto il concetto di amore poco si attagli a gente razionale come i sinariani - e non vedeva l'ora di prendersene cura, di condividere con esso le meraviglie della sua scienza.

Giunse finalmente il momento del confronto: la biologa si tolse con cautela il casco, e, incapace di dominarsi, dichiarò impulsivamente il suo amore e la sua totale dedizione. Così facendo, tuttavia, dimenticò una verità universale, e cioè che le persone, anche quelle che non hanno le braccia o le gambe come le nostre, condividono la stessa straziante difficoltà nel raggiungersi, nel comunicare, e di fronte ai sentimenti sono tutte ugualmente inermi, così nude, così sole.

seguito e disclaimer nei commenti

martedì 12 giugno 2007

Tato trascurato

Uno degli aficionados di questo blog mi ha segnalato che non avevo ancora fatto il classico post sul Tato del mese, il sirenetto che con cadenza mensile viene esibito sulle pagine virtuali del noto sito Terra.br >>

Rimedio oggi almeno in parte alla mancanza, peraltro dovuta ad un fatto essenziale. Non mi piace. Trovo che abbia un'espressione un po' strana: sul fisico, naturalmente, non si discute, ma ho qualche perplessità sul volto.

Come voi sapete, infatti, a me i ragazzi piacciono se hanno i tratti un po' adolescenziali e, soprattutto, se hanno la faccia da bravi ragazzi (come la sua, per esempio). Questo ventunenne sig. Fernando Sippel proprio non è il mio tipo. Ma forse a qualcuno piacerà.

Ho svariate altre foto: fatemi sapere se siete interessati.

P.s. questo mese è toccata anche la foto per gli amanti dei piedi (!). La pubblico perchè a qualcuno può piacere. E' carina, in effetti, ma niente a che vedere con questa.

lunedì 11 giugno 2007

Mr. Croazia

Il ventunenne studente e pallavolista professionista Alen Kostelac, incoronato ieri Mr. Croazia, non è per niente il mio tipo ma sono certo che incontrerà i gusti di qualcuno.

Le dichiarazioni di rito? Le solite di tutti i sirenetti e tutte le sirenette (tranne magari lui): "Soddisfatto? Prima di tutto sono molto molto stanco. La gara è stata così serrata che nessuno fino all'ultimo poteva fare previsioni sul vincitore. Ora che ho vinto mi dedicherò sopratutto alla moda..."

Qui >> altre foto dell'evento ed il resoconto della manifestazione.

Facce nuove (?)

Il ventitreenne Scott Andreasen è uno dei nuovi volti (e nuovi corpi) a disposizione della prestigiosa scuderia Next Model, sezione Florida >>

Qui vedete il suo ragguardevole fisico tonico e sexy e il suo bel viso da post adolescente, uno dei suoi punti forti. Credo che questi scatti presentino Scott con tratti troppo infantili: chissà se tra dieci anni sarà ancora così bello, o se il suo volto da ragazzino sembrerà completamente fuori posto sul corpo di un uomo.

Come già sapete, tuttavia, a me piace, e non poco (vedi >>). Oltretutto Scott è stato uno che si è... mostrato (molto) generosamente, e questo lo rende più simpatico, no?!? ;)

domenica 10 giugno 2007

Cloni

Notiziona: è stato finalmente completato il casting per l'atteso musical "Never forget" ispirato alla storia dei Take That, in cartellone a partire dal 20 di giugno in alcuni teatri del Regno Unito. Nella foto sopra, i "sosia" della famosa boyband (al centro sembra di poter individuare lo pseudo Robbie Williams). "Uno spettacolo sull'amore, sull'amicizia, sull'ambizione e sul tradimento arricchito dai grandi successi dei Take That", annuncia trionfalmente il sito ufficiale >>

Il musical, tuttavia, è stato realizzato senza l'appoggio dei Take That che hanno anzi sconfessato l'intera iniziativa prendendo le distanze dalla stessa. Come dare loro torto: i veri Take That, almeno, erano carini; questi saranno pure bravi ma non si possono guardare.

Pubblicità progresso

Jack e Jill salirono sulla collina
Per tirare un po' di cocaina
Jack era arrapato, e lo era anche Jill
Sfortunatamente Jack non riesce a mantenere l'erezione
Per quanto sia eccitato.

Non c'è il lieto fine con la cocaina.

Una geniale e "sconcertante" pubblicità contro il consumo di cocaina che fa il verso alla famosa canzoncina infantile Jack e Jill >> . La campagna pubblicitaria, commissionata dal Ministero della Sanità irlandese, risale a qualche anno fa e questi poster furono esposti nei bagni dei locali quali discoteche e pub e stampati sulle tovagliette di carta e sui sottobicchieri. Roba del genere da noi si è mai vista.

sabato 9 giugno 2007

Tarantino

Detesto Tarantino: mi danno sui nervi i dialoghi surreali, le scene slapstick, le auto-citazioni. Nessuna meraviglia che io abbia detestato tanto il recentissimo Grindhouse che ho visto ieri sera in compagnia di amici regolari. Smaltito l'iniziale momento di sbigottimento dei miei amici ("noooooh non ti piace Tarantino?!? Ma come?!?"), ho cercato di guardare il film senza nessun preconcetto. Inutile. Non solo non mi è piaciuto, ma non mi ha fatto nè ridere nè sorridere. Troppo... Tarantiniano, troppo... eterosessuale. Prendete Brokeback Mountain: quello NON era un film gay (come invece lo sarebbe Eating Out), ma una storia, tra l'altro tragica, che parla di due omosessuali. Invece Grindhouse gronda erotismo e sensualità in ogni singolo fotogramma (l'ossessione del regista per i piedi femminili non la commento nemmeno). Sarà per questo che mi ha lasciato tanto perplesso. Eppure so che Tarantino ha tanti estimatori anche tra gli uomini che amano gli uomini, segno che il tasto dell'erotismo non è l'unico che fa funzionare i suoi film. Voi che dite, ragazzi?

P.s. che cosa credete che sarebbe successo, se al posto di Rosario Dawson che si esibisce a favore del buon Kurt Russell ci fosse stato, tanto per dire, un gagliardo giovanotto?!? Apriti cielo!!

venerdì 8 giugno 2007

Treppiede

Contrordine, ragazzi. Vi ricordate le innumerevoli dichiarazioni del buon Enrique Iglesias, che a più riprese ha confessato di non essere esattamente un omaccione?!? L'ultima in ordine di tempo non lasciava adito a dubbi: "Se potessi cambiare qualcosa del mio corpo, cambierei il pene, è davvero troppo troppo piccolo" (click). Eppure...

Eppure il nostro buon Enrique sembra intenzionato a fare marcia indietro: ci sarebbe stato infatti un malinteso, "io sono enorme, lì sotto, ho bisogno di una riduzione del pene, mica di un ingrandimento! A scuola mi chiamavano treppiede..." (fonte >>) E poi, tornando su una vecchia storia, "Sì, potrei fare una mia gamma di preservativi, che però dovrebbero essere piccoli..." Un passo avanti e uno indietro.

mercoledì 6 giugno 2007

Il paccoso Evandro

Evandro Soldati, ventiduenne top model brasiliano, è da tempo una delle mie fissazioni senili: del resto, basta guardare il titolo del blog per vedere la sua faccia fare bella mostra di sè.

Evandro si è mostrato all'obiettivo sempre con una certa parsimonia, laddove invece tanti suoi colleghi non hanno esitato a spogliarsi con disinvoltura.

Questi scatti realizzati per la rivista danskmagazine >> sembrano colmare questa lacuna: sexy e sensuale, Evandro si lascia ammirare come poche altre volte aveva fatto, dimostrandosi anche piuttosto paccoso. Alla faccia di chi, come me, lo riteneva un innocuo post adolescente di un metro e novanta abbondanti (!)

Fonti: sebbene queste foto si trovino ormai ovunque, presumo che il primato della pubblicazione vada a madeinbrazil >> Qui le vedete dopo che le ho sottoposte ad una breve
ma intensa sessione di fotosciop.