lunedì 5 novembre 2007

Parole ritrovate

"Da qualche tempo la mia casa profuma di lavanda. Un odore che mi rassicura, che mi tranquillizza, che segna le serate che trascorro, sospeso in un silenzio soffice e consapevole, in piacevole solitudine. Tuttavia oggi sento freddo, e quell'essenza mi giunge guasta ed inacidita, tanto che da essa non riesco a trarre alcun conforto. Mi libero con malagrazia delle scarpe e del completo scuro d'ordinanza, mi lascio cadere sul divano e accendo il portatile. Con la stessa facilità con cui si toglie la polvere da un abito cancello le foto ricevute e, con esse, mi sbarazzo di quel poco che resta della mia autostima. Mi impongo di accendere la TV, di distrarmi, ma la mente non si lascia imbrigliare così facilmente ed un pensiero, una volta tanto già perfettamente formato, mi raggiunge prima che mi riesca di fermarlo: la consapevolezza di aver fatto un sacco di cose straordinariamente stupide e maldestre nel tentativo di avvicinare le persone che mi piacevano, e che nessuno mai ne ha fatte per me. Per quanto mi sforzi non posso fare a meno di interrogarmi sul motivo, ma prima di farmi sopraffare da una risposta che non desidero sentire mi lascio distogliere da un provvidenziale, seducente profumo di lavanda."

Mi ero completamente dimenticato di questo testo, vecchio di mesi.

8 commenti:

Gan ha detto...

Le cose fatte per tentare di avvicinare le persone che ci piacciono hanno una loro disarmante ed intrinseca pulizia, che non le rende mai nè stupide nè maldestre.
Chi non le ha mai fatte per te forse invece le riteneva tali.
A distanza di mesi, la tua autostima com'è messa?

Velies ha detto...

sto cercandone delle fiale di ricambio da acquistare via internet
;)
p.s. ma come la sai lunga, tu?!? Ma che sei uno "del mestiere"? Mi prendi in cura, faccio un mutuo generazionale per pagarti?!? :D

Gan ha detto...

Sono in debito con te, la parcella la andiamo a scalare da quello che ti devo. E purtroppo non posso nemmeno pretendere pagamenti in natura :-(

Velies ha detto...

In debito? Lo sei?!? Mi hai pubblicato su una rivista come caso umano?!?

Gan ha detto...

Tsk, tsk, mai comprare le fialette via Internet! Finisce che ti rifilano robaccia avariata! Comunque ho capito l'antifona, dovrò staccarti sto benedetto assegno.

Velies ha detto...

((O.o))
s.o.s. houston, non computo!!
all systems error!
O.o
.. giro giro to

Gan ha detto...

O ragazzi, che vi dicevo a proposito della robaccia avariata? Stateci attenti! :P

shamrock ha detto...

il profumo della lavanda secondo me è allo stesso tempo rassicurante e stantio...
dipende da che animo abbiamo noi nel percepirne la fragranza...
comunque... beh, velies, pensala così: almeno tu hai queste serate piene di lavanda in cui ricordare le 'pazzie' fatte da te per gli altri, agli altri invece che rimane? ;-)