lunedì 31 dicembre 2007

Trentuno dodici

Così il contatore delle unità fa oggi un altro scatto, sul calendario, sulle nostre facce, sulle nostre vite e non importa quanto si è accorti, o presenti a noi stessi: tra le pieghe di giorni che si fa fatica a distinguere gli uni dagli altri si smarriscono cose delle quali non si sospettava neppure l'esistenza, tanto che, ignari, ci si mette nuovamente alla ricerca di ciò che ci è passato sotto il naso senza che si sia stati capaci di riconoscerlo. Un sorriso, uno sguardo d'intesa, un abbraccio, il perdono per la nostra inadeguatezza. Col passare degli anni ci si abitua a ciò che si ha e, purtroppo, a ciò che ci manca, si apprende persino qualche trucco che ci consente di stare dritti sulle gambe. Io ho imparato a non sembrare un pesce fuor d'acqua in un gruppo di sconosciuti, a tenere a bada la sensazione di essere completamente, disperatamente solo, e a respirare come se il fiato non mi mancasse. Qualche anno ancora e imparerò a guardarmi allo specchio: forse quello che viene è l'anno buono (come ormai mi ripeto da tempo). Per adesso mi limito a sperare in bene: fra qualche settimana tutto mi sembrerà più semplice, e scusate se di questo tengo per me il motivo.

Auguri, ragazzi, auguri di cuore. Grazie a tutti quelli che sono passati di qui in questi lunghi mesi, grazie per il vostro sostegno e per i vostri complimenti (alcuni dei quali mi hanno lasciato davvero senza parole - il che è quasi miracoloso), spero in un futuro di dimostrami all'altezza della vostra stima. E non vi sembri questo un congedo, perchè ormai del gioco delle Parole in libertà non potrei fare a meno nemmeno volendo. Tra qualche giorno si ricomincia.


giovedì 27 dicembre 2007

In vacanza

Tra poche ore partirò alla volta delle Dolomiti per una minivacanza che, almeno, mi consentirà di fuggire dall'orrore da una serata del 31 dicembre ancora da inventare (così mi dice chi, tra i miei amici, resta). Ozio, cibi grassi, e sforzi coscienti per non pensare. Ho con me qualche libro, iPod e un portatile: spero di riuscire a postare almeno qualcosa ogni tanto. Non mi biasimate se non ci riesco abbastanza spesso. A prestissimo, dunque.

Take that oggi

Lo "storico" gruppo dei Take That che, ormai molti anni fa, ha fatto venire in mente tanti pensieri impuri >> ad un sacco di ragazzi/e, pare sia tornato sulla cresta dell'onda riscuotendo un discreto successo.

Questi scatti provengono da una recente esibizione live della ex boyband. Sopra vedete Jason Orange, classe 1970, perfettamente conservato.

Qui sopra, il suddetto Orange posa le labbra su quelle del compagno Howard Donald (1968 - ) in quello che appare un bacio piuttosto sexy. Semplice trovata scenica? Ci piace credere il contrario (il che è esattamente lo scopo della scenetta ;)

mercoledì 26 dicembre 2007

Apostolato sui generis

"Dio odia il mondo", originale versione della classica "We are the world" >>, ideata e realizzata dai membri della famigerata Westboro Baptist Church >> (quelli che, più di altri, sono convinti che il Signore odi i froci, tanto da fare di questa bella frase il loro motto). Per una cosa del genere, grottesca ed indifendibile non mi sdegno neanche, anzi, mi fa quasi ridere. E poi una di quelle tizie canta pure bene.

lunedì 24 dicembre 2007

Auguri d'archivio

Forse occorrono due righe d'augurio, tanto per salvare le apparenze, mi sono detto, ma qualche minuto sono qui, davanti allo schermo del portatile, e non esce niente che valga la pena di essere letto (meno del solito, intendo). Annaspo nel tentativo di articolare qualche frase, poi mi torna alla mente il fatto che a quello che cercavo di dire avevo già dato forma, ormai due anni fa (a dimostrazione che io ho poche idee, ma in compenso fisse): da allora tutto qui è invecchiato, dal blog al blogger, ma quel testo conserva ancora un suo senso, e non so se è un bene o un male.

Cosi, nostro malgrado, è davvero Natale. Non dirò "buon Natale", è poco originale - e io cerco di non essere scontato - e, quel che è peggio, è un augurio vacuo, una frase priva di senso come "auguri e figli maschi".


Dirò invece "che questo sia il Natale che ci meritiamo": buono, cattivo o così così. Non un buon Natale, dunque, ma un Natale appropriato, per i molti ricordi e i troppi rimpianti, per ogni volta che ci siamo sentiti in colpa, per ogni lacrima versata senza che ci fosse nessuno disposto a raccoglierla, per ogni sussurro andato perduto, per ogni volta che abbiamo desiderato senza essere desiderati, per ogni volta che ci siamo sentiti in credito con qualcuno, per tutte le volte che le parole ci sono venute a mancare, per chi ci perdona, e si lascia perdonare da noi: per ognuna di queste cose (e voi sapete di che parlo), sia questo il Natale che ci spetta.

Per tutti coloro che non sanno di che cosa sto parlando, sarà sufficiente dire "buon Natale"


Prestante Mike

Per qualcuno di voi la bella faccia di questo ragazzo risulterà familiare. Alcuni mesi fa, infatti, del ventitreenne Michael Biserta ha parlato tutta la Rete a causa della boccaccesca storia della quale è stato involontario (?) protagonista.

Micheal, all'epoca pompiere a New York, aveva prestato il suo ragguardevole corpo per gli scatti del calendario di beneficienza per la Fire Department New York Foundation; Mike, tuttavia, all'insaputa dei colleghi e dell'ente benefico per cui ha fatto da testimonial, si era già mostrato senza veli all'obiettivo di una videocamera, posando per un filmetto per adulti tra il sexy ed il demenziale in cui metteva in mostra le sue doti fisiche assolutamente fuori dal comune (quasi 25 cm).

Dopo che l'iniziativa del calendario dei sexy pompieri è stata sospesa per ovvi motivi di salvaguardia della Fondazione, Michael si è dato allo show business e sta cercando di emergere come modello.

Il ragazzo è carino e ha un bel volto, ma di faccini come il suo trabocca la Rete, e non so per quanto potrà "cavalcare l'onda" facendosi fotografare con degli slip semitrasparenti... Comunque a me non dispiace.

venerdì 21 dicembre 2007

Jimmy Marsden si acchiappa

James Marsden (1973 - ), talentuoso minidivo di Hairspray versione musical ed ex Ciclope della saga degli XMen, mi piace da morire. Anche in questo scatto ai limiti del ridicolo comparso su GQ Magazine: occhiali spessi, sguardo di improbabile malanimo e pube auto-ghermito.

giovedì 20 dicembre 2007

Merchandising estremo

Hello Kitty >> non mi è mai piaciuta, ma riconosco di non essere esattamente il target di questo genere di marchio. Tuttavia, gradimento a parte, trovo che il merchandising basato sulla famigerata (e longeva) gattina dell'azienda giapponese Sanrio sia veramente orripilante.

Se ricevessimo dei regali orrendi, possiamo sempre consolarci pensando che c'è chi è messo peggio.

p.s. Cos'è questo affare qui sopra, di forma allungata e con un interruttore on/off? Beh...

mercoledì 19 dicembre 2007

Foto di gruppo

Il buon Evandro Soldati (destra), in compagnia di Rafael Verga, di sconosciuto e, all'estrema sinistra della foto full size, sconosciuto, si godono un momento di relax. Se davvero Rafael è bisessuale come dice, presumo che sul lavoro si diverta moltissimo (o sperimenti grossa frustrazione, dipende): tanto per dire, a lui, una scena del genere, sembrerà la cosa più normale del mondo. (mentre a me un po' di effetto ne farebbe).

martedì 18 dicembre 2007

Ricky Martin paparazzato

Mi è sempre piaciuto Ricky Martin, me lo ricordo anni fa quando lo vidi, sexy e sinuoso, nel video di Un Dos Tres Maria, e fu un momento molto intenso. Ma non mi dispiace neanche questo suo look più adulto, capìno rasato e tempie ingrigite. Ora che ricominciano a circolare le voci (peraltro mai sopite) che il buon Kiki è uno dei nostri, mi fa ancora più simpatia...

Nello scatto sopra, controllo di sicurezza all'aeroporto di Los Angeles. In occasioni del genere anche a me cade spesso l'occhio...

lunedì 17 dicembre 2007

La Forza nella carne

Cicatrice/"scarificazione" (cioè incisione con strumenti chirurgici dello strato superficiale della cute eseguita a scopo "ornamentale") raffigurante il Maestro Yoda. Dolorosa, inutile ma, almeno, costosa.

Tatuaggio del suddetto Maestro Jedi nella sua veste natalizia. Non manca peraltro chi si è fatto tatuare addosso scene di spanking tra le guardie imperiali ed il capitano Kirk.

Sono tutti esempi tratti dal sito theforceintheflesh.com >> che raccoglie i più bizzarri ed inquietanti esempi di Body Art ispirati a Guerre Stellari. A qualcuno manca almeno un venerdì.

p.s. se avete uno stomaco forte e uno spettacolo grandguignolesco non vi spaventa, provate a cercare su Youtube mettendo "scarification" come chiave di ricerca...

domenica 16 dicembre 2007

Kostas e il vino d'estate

Una lettrice di questo blog, che ringrazio, mi segnala questa bizzarra versione della classica canzone di Nancy Sinatra e Lee Hazelwood (cantante pop folk recentemente scomparso) intitolata Summer Wine. In questa rilettura del brano, l'ennesima dopo quella di Bono con i Corrs >> (tra tante altre), la sig.ra Maro Lytra (sprovvista di microfono) e il buon Kostas Martakis, babydivo greco già comparso su questi schermi, si esibiscono in una discutibile coreografia, tra il sexy e il kitch, interpretando quelli che sembrano essere dei manichini/oggetti del sesso. Non sono sicuro che mi piaccia, come del resto la canzone, per cui ho sempre avuto dei sentimenti contrastanti (non so perchè ma la trovo vagamente disturbante), ma il filmatino è senz'altro da vedere. Mi domando cosa avranno detto la mamma e la nonna di Kostas...

venerdì 14 dicembre 2007

Il nuovo corpo Armani

Ryan Barry >>, istruttore di fitness, ha sbaragliato i rivali Daniel Lee e Michael Bellantuono (fonte >>) e si è aggiudicato il titolo di nuovo corpo Armani per la prossima campagna pubblicitaria A/X (Armani Exchange) Model, subentrando al precedente sirenetto, Clint.

La ragione per la quale abbiano scelto questo sig. Barry mi è del tutto incomprensibile (...) Magari dovremmo chiedere al suo ragazzo Reichen (ebbene sì), che effetto fa svegliarsi con uno del genere accanto... Per quanto, la domanda potrebbe essere rivolta anche al sig. Barry stesso: sfortunatamente per noi, gli uomini molto belli si accompagnano (solo) tra di loro...

giovedì 13 dicembre 2007

Ciambelle per onanisti

Happy Donut, la masturbazione robotica è in arrivo, recita il sito di rubbot.com >>, il cui obiettivo, tra gli altri, è quello di creare "un nuovo, rivoluzionario giocattolo per adulti (...) che sia compatto, di aspetto accattivante, utilizzabile senza mani e, diciamo... "efficace". A stare al video mi pare che ci sia ancora del lavoro da fare.


Happy Donut sarà rilasciato nella sua versione beta tra 139 giorni (presunti - così dice oggi il contatore presente sul sito): servono dei betatester, ma è probabile che io per quel giorno abbia altri programmi.

mercoledì 12 dicembre 2007

Esempi di coerenza

Alessio Sundas, sedicente manager televisivo che ha fatto parlare di sè per svariate segnalazioni a Mi Manda Rai tre e perchè ha recentemente ideato e promosso la linea di abbigliamento Rom Jeans (ispirata al pluriomicida di Appignano Marco Ahmetovic) ha promosso una specie di petizione >> che porta avanti un lodevole programmma.

"Non mi fermerò fino a quando non verrà portata in parlamento la proposta legge dove vieta alle persone coinvolte in un reato o condannate di partecipare a programmi televisivi e quindi farli entrare nel mondo dello spettacolo. Quando è iniziata la mia provocazione ho subito annunciato che il mio era solo un test e che sarei riuscito nell’arco di pochissimo tempo a far diventare un killer una star ma come ho sempre detto dall’inizio e continuerò a ripeterlo non sono io che ho fatto diventare Marco Ahmetovic un vip ma è colpa del sistema italiano.". Quasi quasi mi iscrivo.

martedì 11 dicembre 2007

Messaggio per gli alieni

Qualche buontempone ha pensato bene di lasciare una traccia per chi ci guardasse dall'alto e, facendo un po' come con le linee di Nazca >>, ha confezionato questa simpatica immagine di benvenuto. Lì per lì pensavo pure che fosse un falso, ma pare che non sia così e che si tratti invece dello stadio di Hazelton, Pensylvania (click >>). Magari c'erano pure altri modi di impiegare il proprio tempo.

lunedì 10 dicembre 2007

Fitness Urbano

La clip che vedete sopra è un estratto del programma televisivo Urban Fitness TV >> condotto dal guru del fitness Derek Noble che, insieme a due prestanti giovanotti (gemelli!), dimostra il modo corretto di eseguire alcuni esercizi. Una delle clip più sexy e, in un certo senso, sfacciate che io abbia mai visto su youtube. Se me lo avessero mostrato da adolescente, un video del genere, probabilmente non sarei sopravvissuto.

Fucili a portata di mano

Traduco senza commenti: "Il Back Up >> è un sostegno brevettato per un qualsiasi fucile di dimensioni consentite dalla legge (statunitense), grazie al quale l'arma viene saldamente assicurata al lato del letto del proprietario consentendo a quest'ultimo di prelevarla facilmente in caso di intrusioni domestiche. (...) La maggior parte delle persone che possiede un fucile per autodifesa lo conserva in un angolo o sotto il letto, posti che in caso di emergenza richiedono troppo tempo per essere raggiunti, limitano la visibilità e il campo d'azione. Con il sistema Back Up si può prelevare il fucile nel giro di pochissimi istanti persino mentre si è a letto. Il sostegno si inserisce facilmente tra il materasso e la rete e non interferisce in alcun modo nel sonno, tanto che può essere lasciato in posizione notte e giorno. "

Realizzato con uno speciale polimero, il Back Up resiste alla corrosione ed è quasi dieci volte più leggero dell'acciaio. Viene venduto al dettaglio a 39.95 $, un prezzo che la società considera piccolo per ottenere "protezione a portata di mano": disponibile online >> può essere recapitato in oltre 250 paesi del mondo." Considerato che la quotazione euro dollaro è favorevole alla nostra valuta, forse dovremmo valutare la possibilità di cogliere il suggerimento del sito e comprarne DUE, uno per ciascun lato del letto.

sabato 8 dicembre 2007

Tenerezze tra tennisti

I tennisti statunitensi Andy Roddick e James Blake (1979 - ) in un momento di intimità curioso e tutt'altro che sgradevole a vedersi: notate in particolare il braccio di Blake vicino al volto di Roddick e l'espressione rapita del primo. Per chi, come me, apprezza questo genere di foto, click e click

venerdì 7 dicembre 2007

Mario in Messico

Queste recenti foto fintamente candid del trentaquattrenne Mario *supersex* Lopez hanno fatto istantaneamente il giro della Rete e, guardandole bene, non è difficile capire il perchè (anche la trasparenza del tessuto ha aiutato).

Queste sono quelle a più alta risoluzione che sono riuscito a trovare e ho pensato di dividerle con voi: che non si pensi, infatti, che uno tanto sensibile alla bellezza come lo sono io siano sfuggite immagini di questa sensualità.

E' raro vedere un uomo attraente come Mario Lopez: anche se in generale non è il mio preferito, devo dire che è straordinariamente sexy e desiderabile. Oltre ad avere un sedere di porfido.

giovedì 6 dicembre 2007

Bolle per Gap

Le foto di Roberto Bolle scattate lo scorso luglio dal fotografo newyorkese Michael Thompson per la pubblicità di GAP abbigliamento non le avevo ancora viste.

Guardandole bene ho realizzato che Roberto Bolle, quando non indossa gli abiti di scena, e cioè quando non è travestito da statuetta di cristallo, mi fa un sesso disperato: invidio la persona cui lui si concede. Noi comuni mortali dobbiamo accontentarci di molto meno. Quando va bene.

martedì 4 dicembre 2007

Non si muove foglia che Dio non voglia

"No, non sono favorevole al matrimonio tra omosessuali perché il matrimonio tra un uomo e una donna è il fondamento della famiglia, per la Costituzione. E, per la maggioranza degli italiani, è pure un sacramento. Il matrimonio tra omosessuali, perciò, offenderebbe il sentimento religioso di tanta gente. Due persone dello stesso sesso possono vivere uniti senza bisogno di simulare un matrimonio".

A parte la mistificazione vergognosa contenuta nell'ultima frase (un argomento già sentito), il discorso di D'Alema >>, tradotto in italiano, significa che è accettabile che il legittimo senso del sacro che molti italiani avvertono sia di ostacolo a che altri soggetti che non lo percepiscono contraggano un vincolo di natura esclusivamente civilistica (quando questi soggetti sono ugualmente cittadini, ed hanno uguale diritto al rispetto delle proprie convinzioni). D'Alema avrebbe ragione se i gay pretendessero di sposarsi in chiesa: così facendo, però, mette in relazione due istanze completamente diverse, e anzi opposte: l'una sacra (il matrimonio come sacramento), l'altra profana o, almeno, laica (il matrimonio come contratto) e arriva a delle conseguenze inaccettabili. Complimenti per l'opportunismo. Ma in che mani siamo?!?!

lunedì 3 dicembre 2007

Bestiario televisivo

Traggo dal sito del Corriere della Sera >> quest'illuminante dichiarazione di Azouz Marzouk (la cui moglie e figlio sono stati vittima del massacro di Erba), che, con apparente vergogna, confessa di aver avuto rapporti sessuali con uomini per soldi.

"Ho fatto «sesso sporco», ho incontrato gente potente. Mi vergogno di quello che ho fatto, sai, ma continuo ad avere proposte di sesso (...). Sono arrivati a offrirmi soldi per farlo (...) Sono persone ricchissime e potentissime che mi hanno comprato, scusa la parola, per far sesso (...) Perché ho girato troppo (...) stato con lui. Poi lui ha parlato bene di me e anche i suoi amici mi hanno cercato per fare sesso. Mi vergogno, ti dico la verità..." La cosa non mi scandalizza minimamente, intendiamoci: dimostra che le persone incorruttibili esistono, costano soltanto di più. Sapere cosa Azouz abbia offerto ai suoi pigmalioni in cambio di denaro non suscita in me alcuna curiosità; piuttosto, invece che su un tronista o un "sirenetto" della TV personalmente avrei investito su un escort, magari avrebbe avuto un miglior rapporto qualità/prezzo...

Ieri sera, in pieno zapping domenicale, mi imbatto nel pessimo Buona Domenica di Paola Perego; un gruppo di ventenni discute sul modo di considerare le persone omosessuali, snocciolando un rosario di idiozie talmente clamorose che mi è anche venuto da ridere (evito di ripeterle perchè di questo genere di post sono pieni i blog di omosessuali). Nel nostro bizzarro Paese (e in TV, che di esso è, bene o male, lo specchio) si dibatte non del quantum di tutela da offrire ai gay, ma ancora più in generale se gli stessi abbiano o meno diritto ad una esistenza non meramente biologica nel consorzio civile; cioè a dire si discute non del quomodo, bensì dell'an (alla faccia del progresso e della civiltà). Questa discussione demenziale non merita la mia attenzione: molto meglio la Miss Italia di Lillo e Greg.


domenica 2 dicembre 2007

Harem di silicone

Quando il quarantacinquenne ingegnere giapponese Tabo rincasa non trova sua moglie o la sua ragazza ad aspettarlo ma decine di bambole per adulti sedute in modo ordinato nel salotto: lui le saluta, rallegrandosi di essere finalmente a casa. A qualcuno potrà sembrare strano, ma Tabo spiega semplicemente che non riesce ad amare le donne in carne ed ossa: "le ragazze possono tradirti o ingannarti, ma queste bambole no." Un'innocua (?) perversione costata al sig. Tabo la bellezza di 170.000 dollari in un decennio: a quel punto meglio un/una escort, no? (che tristezza...)

venerdì 30 novembre 2007

Sexy Edi

Chi ha detto che gli occhiali sono un accessorio poco sexy? Ad Edilson Nascimento, complice forse il fisico da fantascienza e l'addome di granito, stanno benissimo!

giovedì 29 novembre 2007

Pietanze rivoltanti

Dolce di auguri a forma di moncone di braccio decomposto e relativi roditori di contorno. Qui il relativo tutorial >> A chi è venuta una simile idea per una torta manca almeno un venerdì.

Dolce di Natale USB

Cercate un regalo di Natale originale e sfizioso? Niente di meglio del dolce natalizio per fragole USB (incluse), per festività tecnologiche ma sempre all'insegna della tradizione. Disponibile direttamente online >>, richiede un investimento di ben 50.000Y, pari a 465$ spese di spedizione escluse: non sarà bello, ma almeno è caro.

mercoledì 28 novembre 2007

Tutto scorre

... c'è poi il calcetto, l'aperitivo, la cena-rimpatriata una volta l'anno, e non importa se dentro di te o nell'immagine che lo specchio ti restituisce niente è come prima: certe cose si fanno da sempre e nessuno se la sente di boicottarle perchè ci rassicurano sul fatto che tutto è rimasto uguale (quando invece del tuo vecchio io non c'è che qualche foto, e alle volte neanche quella), e non importa se ogni volta si parla delle stesse cose, se la gioia di stare insieme è scaduta a mera abitudine, se persino i ricordi sono invecchiati, se sul metaforico schermo dei momenti in reciproca compagnia scorrono ogni volta le stesse immagini mancandone di nuove che le rimpiazzino e delle quali si possa poi parlare, semplicemente perchè di cose insieme non se ne fanno più; nonostante questo c'è ancora il calcetto, l'aperitivo, la cena-rimpatriata una volta l'anno, e ci saranno fino a quando qualcuno farà quello per cui nessuno ha il coraggio ma di cui tutti hanno consapevolezza, e cioè dire ad alta voce che c'è un tempo per ogni cosa, e che quel tempo non ci appartiene più, che si deve voltare pagina, che non si può più vestirsi, fuori e dentro, ancora da ragazzi quando la nostra faccia ed il nostro odore non sono più quelli. Ma che accadrà, allora? La conoscenza ci farà crescere, invecchiare o ci lascerà soltanto un po' più nudi, un po' più soli?

Robbie barbone

Il nuovo look di Robbie Williams, a nuova vita restituito dopo i problemi con alcool e droghe: zucchetto in lana e megabarba (peraltro molto curata), documentato in recentissime foto scattate, così pare, ad Amsterdam.

Robbie, che qui vedete in compagnia della ventisettenne Ayda, è sempre stato uno dei miei preferiti, ma questa sua nuova trovata estetica lo rende quasi indifendibile persino per un vecchio estimatore come me (in generale io non amo la barba: la mia conta come look finto trasandato, ho anche l'apposito rasoio!)

Volete mettere, che differenza! Se ci sono uomini più attraenti di Robbie? Certo, ma non tutti hanno la sua aria da ragazzaccio e da simpatico cazzone.

lunedì 26 novembre 2007

Tennisti omoerotici

I tennisti Novak Djokovic (1987 - ) e Adriano Biasella (1980 - ) in una serie di stills relative ad una sfilata in mutande risalente ad un paio di mesi fa e che ho saputo >> aver fatto furore su Internet proprio per la sua guasconesca bizzarria.

Riporto queste foto qui, sia perchè sono carine e perchè possono piacere a chi non era a conoscenza dell'episodio...

... sia perchè vedere due ragazzi che si toccano in pubblico (notate la mano che si serra sul sedere) è sempre un bel vedere :)

sabato 24 novembre 2007

Sosia

Navigando senza meta ho trovato "il più grande database di sosia di attori, cantanti personaggi famosi" (click) e dal sito stesso traggo volentieri alcune immagini che spero incontrino il vostro gradimento. Dovrebbero, perchè si tratta dei sosia di alcuni dei nostri beniamini che, essendo oltretutto disponibili per feste e occasioni sociali, potrebbero essere ingaggiati per rallegrare le nostre serate. Sopra, vedete Brad Pitt.

Ed ancora, uno dei miei preferiti, Jude Law (metto il nome del divo solo per completezza, ma l'evidente somiglianza renderebbe questa informazione del tutto superflua).

... Sergio *supersex* Muniz, primo vincitore dell'Isola dei famosi e a lungo immagine di sfondo del mio cellulare.

In questo caso non è neanche necessario dire di chi si tratta, non trovate? No? Secondo voi chi è, allora? (controllare sul sito non vale!)