giovedì 30 novembre 2006

Uomini Adobe

A meno che questo con la felpa verde sia uno scatto particolarmente sfortunato, Juan Martin Berberian, stella dei Dieux Du Stade, sembra essere uno degli uomini Adobe, quelli che non esistono in natura ma solo sulle copertine delle riviste o nelle pagine dei calendari perchè sottoposti a prolungate sessioni di fotosciop...

Un altro giovanotto che apparentemente è stato sottoposto al medesimo trattamento è il buon sig. Michael Witt, al quale la computergrafica e la perizia di un bravo truccatore hanno giovato e non poco.

A parte tutto questo, il fisico di Juan Martin Berberian è davvero spettacolare.

L'avvento della Bestia

E così alla fine la Bestia CADDE e i miscredenti esultarono.
Ma non tutto era perduto, giacché dalle ceneri sorse un MITICO UCCELLO.
L'uccello guardò giù verso i blasfemi, e invocò il FUOCO e il
FULMINE su di loro. Poiché la Bestia era RISORTA con RINNOVATA
forza, e i seguaci di MAMMONA si fecero piccoli dall'orrore.

No, non mi ha dato di volta quel poco di cervello che mi è restato, nè ho ricominciato a leggere la fantasy :) Molto più semplicemente questo significativo brano è tratto dal Libro di Mozilla, 7:15 Tutti noi utenti del noto browser (almeno il 2.0, come quello che ho io) possiamo partecipare della rivelazione, semplicemente digitando "about:mozilla" nella barra dell'indirizzo. Quelli che sanno di queste cose chiamano queste amenità easter egg. E' incredibile quante schifezze girano nei nostri PC senza che lo si sappia.

Ancora Ricky

Di Ricky *supersex* Martin avevo parlato giusto in questi miei ultimi giorni di blogger latitante e proprio oggi spuntano queste foto tratte da una rivista spagnola dalla cui copertina, e non solo, il sig. Enrique Martin Morales, per gli amici Kiki (giuro!) fa bella mostra di sè. Come saprete meglio di me, Ricky è uno chiacchierato, quanto ai gusti sessuali e alcuni di questi scatti, in effetti, qualche dubbio lo fanno venire...

Blogger per il sociale

Cosa si ottiene se si mescolano nelle giuste quantità delle foglie di coca, cemento, ammoniaca, soda caustica, benzina e varie altre schifezze? Una minestrina? No, qualcosa di molto migliore: cocaina >> (!)

Intendiamoci, io sono l'ultimo a poter fare la morale agli altri; e, del resto, ognuno può disporre dei propri orifizi come meglio crede. Certo è che, viste le cose che compongono la ricetta, il dubbio che questa roba non faccia esattamente benissimo viene... E, ancora più importante: ma come cacchio gli è venuto in mente, al primo, di realizzare una polverina che ci si spara nel naso attraverso un procedimento così clamorosamente complicato?!?!

martedì 28 novembre 2006

Jake watching

Mi accorgo che il mese di novembre si avvia alla sua mesta conclusione senza che su questi schermi sia comparso il consueto post dedicato a Jake Gyllenhaal, uno degli uomini più bloggati e desiderati della Rete.

Prima di dimenticarmi come si scrive il suo nome rimedio oggi, dopo qualche giorno di latitanza dal blog dovuto a un po' di scazzi e cose da fare, con delle simpatiche immagini scattate la settimana scorsa a Los Angeles in occasione della partita dei Lakers, alla quale GiacoBino ha assistito insieme al suo buon amico Austin Nichols (1980 - vivente) Che carini, i regolari, che si accompagnano tra di loro...

lunedì 27 novembre 2006

Attenti al cane

Un cane in una posa curiosa che ho fotografato ieri sera senza che si ponessero problemi di eccessivo movimento del soggetto. In effetti il cane giaceva immobile, come morto, in quella che il proprietario mi ha assicurato essere la sua posizione abituale...

domenica 26 novembre 2006

Ricky fanciullino

Riconoscete questo ragazzino ossuto? Trattasi di Ricky *supersex* Martin, fattosi notare ultimamente per essere stato premiato col Grammy Latino quale personaggio dell'anno 2006 (vedi il fimato >>) dall'Accademia discografica latina e per alcune sue dichiarazioni.

Nel corso di una recente intervista il buon Ricky rimpiange sua infanzia finita troppo presto.

"Sento la mancanza del bambino dentro di me: l'ho lasciato, abbandonandolo completamente, a dodici anni, quando viaggiavo in aereo pensando "voglio essere grande, un uomo d'affari". In questi giorni cerco di fare le cose che fanno i bambini, cerco di giocare ogni giorno, passando più tempo che posso con i miei nipotini. Quando devo decidere qualcosa penso "cosa farebbe adesso Ricky Martin il bambino?" Ha semplificato molto la mia vita."

Con sessanta milioni di dischi venduti, una carriera stellare ed un sex appeal fuori dal comune (vedetevi questa sexy Capoeira >>) penso che non possa lamentarsi: gli manca solo una giovinetta con la quale convolare a giuste nozze... Sempre che non sia vero quello che si dice di lui, s'intende, e cioè che sia uno dei nostri... ;)

venerdì 24 novembre 2006

Wishlist

La sig.ra Lena R. Liberman del Missouri ha avuto un'idea carina e spiritosa: ha compliato una wishlist di oggetti su Amazon.com >> riunendoli sotto il significativo titolo "Prodotti che non sono giocattoli per adulti ma che sembrano esserlo", così da poterli acquistare tutti in un colpo solo, magari confezionando un pacco natalizio, e poi accusare di eccessiva malizia colui che, ricevutili in dono, si mostri scandalizzato.

In effetti, guardando questa roba non si può che pensare male: irti di punte e muniti di estremità arrotondate, questi ordigni sembrano proprio destinati ad usi non esattamente innocenti: divertitevi a scoprire online >> di che cosa si tratta veramente... Se volete, vedete anche qui.

giovedì 23 novembre 2006

Ambrose

Ambrose Olsen, top model proveniente dall'Alaska, è decisamente carino. Come abbiamo avuto già modo di notare, apparentemente le basse temperature giovano all'aspetto fisico.

mercoledì 22 novembre 2006

Regali per il prossimo natale

Humphrey il cane meccanico sarà al centro delle vostre serate natalizie, per il ludibrio di amici e parenti. Questo simpatico pupazzo, che potete procacciarvi online >> per soli 21 euri, centesimo più, centesimo meno, si fissa con le apposite cinghiette alla gamba di un ignaro astante: basterà poi azionare l'interruttore nascosto dietro l'orecchio del simpatico Humphrey "the Humping dog" perchè quest'ultimo inizi a manifestare il suo affetto per il nuovo amico, sco*andone la gamba ad un'intensità crescente, il tutto come da filmatino youtube >>

Accompagnano l'allegra esibizione grugniti e latrati di apprezzamento. Alimentato a pile, consegna a domicilio per un regalo di sicuro effetto.

martedì 21 novembre 2006

Prima e dopo

Michael Witt >>, ventiduenne giocatore australiano di rugby e stella di Naked Rugby League, è bello e sexy ed ha un corpo davvero spettacolare. Anche il fotografo del suddetto calendario ha delle doti, però ;) e sa senz'altro come usare fotosciop...

lunedì 20 novembre 2006

Bolle

Forse per qualcuno quella di Roberto Bolle non sarà una faccia nuova. Il giovanotto, classe 1975, è un affermato ballerino classico (scoperto da Rudolph Nureyev - che non avrebbe potuto non notarlo ;), e, dopo una carriera stellare che l'ha portato ad esibirsi anche davanti alla Regina d'Inghilterra e al Bolshoi di Mosca, è attualmente stato promosso al grado di Etual :) del Teatro alla Scala di Milano (qualunque cosa questo significhi).

Roberto ha questa bellezza rarefatta, quasi eterea, assolutamente in linea con il suo "personaggio", e non riesco ad immaginarlo come una persona normale con la quale si potrebbe interagire: lo si vede lì, sul palco, con la sua grazia innaturale e il fisico spaziale, ma in nessun altro luogo.

Ricordo un'arguta intervista fatta al Sig. Bolle da Aldo Busi, che in quella occasione riuscì a farlo parlare quasi del più o del meno, interrogandolo anche sulla sua vita privata. Alla domanda "Hai una ragazza, o un ragazzo?", Roberto rispose che non aveva tempo per altre cose oltre alla danza. Una risposta diplomatica? Forse.

Ma in questo caso, più che la risposta apprezzabile era la domanda: solo un omosessuale mette in conto che i sentimenti di qualcuno che non si conosce possano indirizzarsi anche verso persone dello stesso sesso; i regolari, come sempre, danno un sacco di cose per scontate.

domenica 19 novembre 2006

Perle di saggezza

C'è più saggezza in questa vecchia vignetta di Leonardo Ortolani (quello di Ratman), che in tanti discorsi che si sentono in TV ed altrove, quando i soliti sedicenti esperti pontificano su cose delle quali non sanno assolutamente niente.

Un lettore affezionato mi segnala che la fiction Il padre delle spose con Lino Banfi che dovrebbe andare in onda nei prossimi giorni sulla Rai in prima serata è sotto tiro da parte di qualche talebano che non gradisce che nella fascia protetta si parli di omosessualità femminile, ed il rischio di censura (o di slittamento politico ad altra collocazione) è elevatissimo.

Ho sempre i brividi quando la TV affronta, anche in buona fede, certi argomenti: il precedente filmetto, Difetto di Famiglia, era audace ma, tutto considerato, terribile: scritto malissimo (perchè non ingaggiare uno sceneggiatore gay, tanto per dire?) troppo "da famiglie", un fumettone edulcorato per il pubblico delle venti e trenta (ce la vedreste una situazione alla Due Padri, rappresentata in TV?!?).

Anche ammesso che la nuova, rivoluzionaria fiction sulle lesbiche "ce la faccia" ad andare in onda, sono pronto a scommettere che ci sorprenderà negativamente, dato che, su certi argomenti, al peggio non c'è mai fine.

venerdì 17 novembre 2006

Tennisti nell'armadio

Il sito AfterElton.com >> ha pubblicato in questi giorni un interessante articolo sull'omosessualità nel tennis. A stare ad AfterElton, l'omosessualità maschile in quello sport è ancora coperta da un fortissimo tabù, e nessuno degli atleti ha mai fatto coming out, cosicchè, chi segue le gesta di Rafa Nadal, o di Tommy Haas sperando in una clamorosa dichiarazione, indulge in un passatempo caro a noi violenti contro natura, il thinking wishfully.

"Non so neanche chi siano i ragazzi omosessuali nel tennis, tanto sono nascosti. Alcuni, ovviamente, fanno finta di essere etero, temono le conseguenze in termini di perdita di ingaggi con gli sponsor o di ostilità dei tifosi", commenta Martina Navratilova.

Uno dei fondatori del sito outsports.com >>, Jim Buzinsky, tuttavia, ammette "dichiararsi è considerato un suicidio professionale. Ogni gay conosce persone che si sono dichiarate a venti, trenta o addirittura quarant'anni. I migliori tennisti alle volte sono ancora dei teen ager: perchè aspettarsi allora che essi si comportino diversamente? Tutti hanno paura dell'ignoto: danno per scontato che fare il coming out sia sbagliato, e non vogliono aggiungere un altro motivo di stress ad una carriera già abbastanza stressante"

Spiace constatare che, quanto a certi argomenti, tutto il mondo è paese: occorrerebbero degli uomini immagine che dichiarano espressamente "non ha importanza, va bene così, è un grande giocatore e noi lo amiamo, lasciatelo in pace". Questo, evidentemente, altrove non succede. E che accade da noi, dove pure il tennis ha un seguito relativo, rispetto, per esempio, al calcio?

"Un calciatore gay potrebbe creare degli imbarazzi, visto che siamo sempre mezzi nudi. Ma prima o poi succederà, e bisognerà affrontare anche quello, ma non ho mai visto un calciatore gay, nè ho mai avuto sospetti su nessuno".

Una dichiarazione discutibile, specie in quanto proveniente da un calciatore professionista "solo" trentenne, che tanto potrebbe fare per la causa, semplicemente standosene zitto.

giovedì 16 novembre 2006

Come promesso

Come promesso ieri, il seguito della galleria relativa alla Naked Rugby League, i tizi che fanno concorrenza ai più famosi rugbysti francesi i cui scatti adornano le case di alcuni di noi. E' quasi l'ora del passo, adesso vado, o non mi faranno entrare, all'ospedale.

mercoledì 15 novembre 2006

Concorrenti

Ricordate i Dieux du Stade, la serie di calendari dei rugbisti francesi che, da qualche anno a questa parte, si sono fatti ritrarre nature in una serie di scatti da cardiopalma?

Sotto il nome Naked Rugby League >> si sono fatti immortalare svariati giocatori dello stesso sport provenienti da Australia e Nuova Zelanda: il calendario, del quale vedete i miei scatti preferiti, è in vendita online, e parte dei proventi saranno destinati ad iniziative benefiche (sostenere la lotta contro il cancro al seno).

La Lega Nazionale di Australia, l'associazione dei rugbisti professionisti, ha però preso le distanze dall'iniziativa, criticando la scelta dei suoi affiliati che si sono fatti fotografare e, soprattutto, l'audacia di certe immagini, in particolare di questa.

Se vi piacciono, tempo permettendo, vi metto il resto delle foto :)

lunedì 13 novembre 2006

Jake su due ruote

Il buon Jake Gyllenhaal mancava da quasi un mese su questi schermi, ed è il caso di rimediare. Questi scatti candid sono i più recenti in ordine di tempo e si riferiscono alla nuova passione di Jake, il ciclismo, cui il Nostro si è forse dedicato dopo il ventilato progetto di un film biografico su Lance Armstrong, del quale Giacobino stesso dovrebbe essere protagonista.

Lo so, lo so, lo scatto qui sopra è sfocato, anche se ho fatto del mio meglio per sistemarlo: anche io, al posto dell'ignoto fotografo, mi sarei lasciato prendere dal'emozione: non capita spesso di avere davanti uno degli uomini più desiderati del mondo...