venerdì 29 settembre 2006

Follie

Un funerale è una cosa così sgradevole, specie se si tratta del proprio. Perchè non vivacizzare un tantino la cosa, con l'innovativa gamma di bare decorate in vendita presso la Colourful Coffins >>, e disponibili in un gran numero di modelli?

Qui vedete le bare Rock'n'roll ed Easy riders, ma il sito offre un'ampia scelta per accontentare anche i palati più raffinati: con un piccolo sovrapprezzo, è possibile ordinare anche i libretti per il funerale in stile con il sarcofago scelto, per un'onoranza funebre di sicuro effetto.

Non so se ridere o piangere: in confronto a questa roba qui, persino i sexy becchini appaiono normali!

giovedì 28 settembre 2006

Periodici

DNA è una rivista australiana di moda e cultura destinata al pubblico omosessuale. Il nome del periodico, che è anche quello dell'acido desossiribonucleico (è la prima volta che una nozione imparata alle medie mi viene utile!) è stato scelto, in un certo senso, per burla: nel 2000, anno di uscita del primo numero della rivista, si faceva un gran parlare del "gay gene" (il gene gay), di qui il malizioso gioco di parole che è anche la tagline della rivista: "being gay has something to do with what's in your jeans!"

Non so come sia la rivista >>, ma i ragazzi sono davvero bellissimi.

Cicciobello

E' una mia idea, o Ryan Philippe (1974 - vivente) è un po' troppo bambolotto per essere un virile uomo d'armi?

Vestito da marinaretto, con gli occhi chiari e la faccia da bambino non mi dà certo l'idea di uno sciupafemmine, anzi... Eppure pare che il giovanotto, che ha doti fisiche assolutamente ragguardevoli che infatti avevano fatto si che fosse preso in considerazione per il ruolo di Anakin Skywalker, sia sposato con prole. Vabbè, tanto io non sono geloso :)

Comunque, a me il marinaretto con divisa d'ordinanza fa venire in mente questo disegno qui, del quale avevo parlato tempo fa :)

mercoledì 27 settembre 2006

Caveat emptor

Caveat emptor, stia accorto il compratore, si diceva già qualche millennio fa. Ovviamente, ai giorni nostri, dato che il mercato si è allargato enormemente grazie alla Rete, le accortezze richieste sono, se possibile, ancora maggiori.

Ho già parlato delle mostruosità che si trovano in vendita sulle aste online: ricorderete gli avanzi dei divi, parte I e parte II (orrore!), o le innocue idiozie, come l'amico in affitto, o la banconota di Nostro Signore Gesù (!). Le foto che qui vedete riguardano invece oggetti del tutto ordinari che, si dice, sono stati battuti all'asta su siti tipo eBay e regolarmente venduti.

L'inganno è in effetti nelle foto stesse, e alle volte accuratamente occultato: un ingrandimento dell'immagine e un po' di occhio bastano di solito a risolvere il piccolo enigma. La fonte >> da cui ho tratto queste immagini non mette in dubbio il fatto che gli oggetti fotografati fossero davvero in vendita, ma si limita a commentare con saggezza: "attenzione a comprare in Rete contenitori dai quali vengono versati liquidi"

Pensiero Zen

Fortunato è l'uomo che, come me, può contare sugli amici. Penso con gratitudine che a loro posso chiedere tutto, davvero tutto. Fatta eccezione per il loro tempo, o la loro compagnia, s'intende.

martedì 26 settembre 2006

L'intruso

Sylvester Stallone (1946 - vivente, ma viste le condizioni, per quanto ancora?), fotografato in questi giorni a Salsomaggiore Terme in occasioni delle finali della nefastissima manifestazione Miss Italia - non la guarderei neanche se al posto delle miss ci fossero dei ragazzi.

Stallone, per motivi assolutamente evidenti, era totalmente fuori posto in un concorso di bellezza e lo è anche qui, in questo blog, che proprio alla bellezza e all'avvenenza fisica è idealmente dedicato, perchè, come dice il saggio, la bellezza salverà il mondo. Per rendersene conto basta guardarsi intorno, o vedere, tra i tanti, qui, qui, qui, qui, qui, qui... ma anche qui, qui, qui...

Supernick

Qualche scatto candid di Mr. Nick Lachey, ex cantante in una boyband, e più conosciuto per essere stato, almeno per un po' di tempo, il sig. Jessica Simpson (la quale, peraltro, non sembra che se la passi benissimo).

Il trentaduenne Nick, viceversa, sembra proprio scoppiare di salute. In queste immagini lo vedete mentre si riveste dopo una mattina passata al sole. Per quanto ne so, Nick non si è mai mostrato con eccessiva generosità, e le grazie che sfoggia sono state perciò inquadrate in modo del tutto fortuito...

Se invece degli scatti candid preferite delle foto professionali, vi metto questa serie che definirei Nick up close, perchè le immagini, di grandi dimensioni, sono dettagliatissime. Quasi... mediche, direi :)

lunedì 25 settembre 2006

Jared l'ingrato

Il sig. Jared Leto, assurto al rango di sex symbol ed uscito dall'anonimato quasi esclusivamente grazie al tam tam mediatico, ha dispensato un'altra delle sue perle di saggezza.

Dopo la trovata "sono frocio come un'oca giuliva", Jared ha laconicamente sentenziato "Detesto i blog, il fenomeno dovrebbe morire di una morte istantanea" (fonte >>). Mr. Leto infatti disdegna la pubblicità gratuita, e si lamenta del fatto che dieci minuti dopo che un VIP (o presunto tale) è stato visto a prendere il caffè, le foto circolano già in Rete, disseminate sui vari blog.

"Prima per fare qualcosa del genere ci voleva la preparazione e la tecnologia, ora tutto è a disposizione di tutti. (...) Alcuni blogger cercano solo di diventare famosi per poter vendere pubblicità sul loro sito...". Forse Mr. Leto non si rende conto che il suo è sì un bel faccino, ma non migliore di tanti altri... E poi, i blogger sono notoriamente vendicativi: prima che JL lo si riveda da queste parti...

domenica 24 settembre 2006

Parole in libertà

Niente è più triste di una giostrina in autunno. La musica, i colori saturi, le grottesche figure in movimento sono un carosello tragicamente inadeguato di fronte alla minaccia del prossimo inverno, che è infatti quiete e silenzio.

In questa sera prematura ascolto il vecchio giostraio imprecare con rabbia, lo guardo addolcirsi meccanicamente a beneficio dei piccoli clienti: in un attimo il tono si fa suadente e quasi rassicurante, la voce calda si impone con naturalezza sull'allegria zuccherosa delle canzoncine registrate.


Un bimbo si sbraccia per raggiungere il pupazzo che dà diritto ad un giro gratis, ma l'orsacchiotto gli sfugge dalle mani e, al termine della corsa, il bambino scoppia in un pianto disperato. Allora la giovane madre sorride e lo cinge in un abbraccio che non ho difficoltà ad immaginare morbido, caldo e profumato - perché quello è l'odore di tutte le madri - e il pianto cessa all'istante.


Ricordo vagamente i giorni in cui anche per me tutti i problemi avevano termine nelle braccia della mia mamma, ed il rimpianto mi schianta, perché ora quelle braccia non bastano più a proteggermi, ed io, alle volte, ho freddo, freddo. Riprendo il cammino, nella mia testa quella questione di lavoro che mi tormenta da giorni. Ho con me un sacchetto di carta nel quale ho messo un vecchio pullover, un paio di pantaloni di lana e qualche maglia, panni smessi che quel barbone nel quale talvolta mi imbatto mi ha letteralmente pregato di procurargli, precisando tuttavia che non vuole soldi, con un rigurgito di dignità buono solo ad accrescere il mio imbarazzo.


Mi allontano imboccando a piedi il viale illuminato e non posso fare a meno di chiedermi se quella luce potrà bastare, se davvero riusciremo a sopravvivere ad un inverno che, nonostante tutto, nessuno di noi ha veramente meritato.


sabato 23 settembre 2006

Ancora lui!

Le ultime immagini in ordine di tempo di Jake *Giacobino* Gyllenhaal, molto considerato e desiderato dagli uomini, ma, mi pare, un po' meno dalle fanciulle (molte delle quali preferiscono infatti Heath). Jake compare virtualmente in tutti i blog di omosessuali, ed il mio, ovviamente, non fa eccezione: basta seguire un link dopo l'altro per approdare ad un numero sorprendente di post, tutti dedicati allo stesso soggetto. In pratica, una monomania.

Per la verità, in questi scatti il nostro buon Jake sembra più un normalissimo ventenne che uno degli uomini più desiderati del Villaggio Globale. Nell'immagine qui sopra lo vedete anche, sbarbato e un po' irsuto, in compagnia della mamma nel corso delle vacanze da poco finite. Evidentemente i sex symbol, forse per sembrare meno irraggiungibili, non disdegnano di mostrarsi con le loro madri...

Oltre il trash

Ricordate il programma di MTV Jackass? Quello in cui un gruppo di idioti si auto-infliggevano tormenti spettacolari o indulgevano in imprese disgustose, come farsi sparare palle da baseball sulle cosce dall'apposita macchinetta, o infilarsi vermi nel naso, il tutto a beneficio della telecamera?

Il tizio sopra è uno dei protagonisti del programma, Steve. Il tipo, 32 anni spesi male, è privo del benchè minimo pudore e, per farsi notare, non si vergogna di orinare in pubblico, come ha fatto in questi giorni, "facendola" sul tappeto rosso che conduce al luogo della prima visione del film Jackass 2 >> (sono recidivi!). Se vi siete persi il primo, definito "uno spettacolo grottesco, disgustoso e ripugnante", potete rifarvi con questo, che pare di gran lunga peggiore>> Nei cinema d'America da ieri: consigliato il digiuno nelle ore precedenti la visione.

venerdì 22 settembre 2006

Rose in plastica

Axl Rose (1962 - vivente), sfoggia un aspetto assolutamente plastificato nelle recenti foto scattate al compleanno di Rosario Dawson.

A me Rose non piaceva a trent'anni perchè lo trovavo troppo rozzo e omofobo, figurarsi ora che sembra un bambolotto lucidato col Varnidas. Piuttosto... sapevate che il nome AXL ROSE è l'anagramma di ORAL SEX?!?

Effusioni ad alta quota

"Quei due sembravano proprio due piccioncini, tenevano la testa l'uno sulla spalla dell'altro, tutto qui. Per questo l'invito a smettere ci è sembrato davvero strano!"

Questa la reazione dei signori Leisner e Jackson, passeggeri di un volo di linea diretto all'aereoporto di New York, quando hanno udito una hostess rivolgersi ad una coppia di uomini loro vicina di posto chiedendo di smettere di tenere un "comportamento inappropriato".

I due, Leisner e Jackson, si sono detti "stupefatti": hanno chiesto conferma ai due che si baciavano ("ma era solo un bacetto, niente altro"), e cioè a George Tsikhiseli e al suo ragazzo Stephan Varnier e, ottenutala, hanno chiesto di parlare con la responsabile di bordo.

Quest'ultima prima ha negato di aver mai dato istruzioni simili, riconoscendo che il comportamento della coppia non era stato inappropriato, e ha dato la colpa ad un'hostess nota per le sue intemperanze. Successivamente, posta di fronte alla domanda "cosa sarebbe successo se invece di due uomini fossero stati un uomo ed una donna", la responsabile di bordo, improvvisamente irrigiditasi, ha fatto un'improvvisa virata di centottanta gradi, invertendo la rotta e confermando la versione fornita dalla hostess.

Ne è scaturita una lite, con tanto di minaccia da parte del Capitano alla coppia di uomini ("se non la smettete di litigare col personale di bordo, cambiamo rotta"), risolta con promessa di esposti. Per quanto la linea ufficiale tenuta dalla Compagnia aerea sia stata quella di sostenere la hostess... ostile, una rappresentante del servizio clienti, raggiunta telefonicamente, ha lapidariamente commentato: "Certo che ci si può baciare, in aereo! Ci sono tante coppie in luna di miele! L'unica cosa che non si può fare è andare in bagno insieme!!". (fonte >>)

Morale della favola? Che in aereo, due uomini possono baciarsi sulla bocca? NO! Che in Paesi più civili del nostro (il Togo?), c'è chi, potendolo evitare, si schiera dalla parte di una coppia di gay!!

P.s. ovviamente, i due della foto non sono i protagonisti della storia, ma i due neosposi di Spagna >>

giovedì 21 settembre 2006

Un uomo versatile

Jude Law non è il mio preferito, ma è carino e ha un bel viso e si dice che sia piuttosto bravo e versatile. Non solo per quello che attiene ai suoi (presunti) trascorsi coi ragazzi, ma anche quanto a recitazione. Mr. Law infatti è il candidato principale ad interpretare il Generale ZOD, cattivissimo ed acerrimo nemico di Superman nel già annunciato sequel (uff...), ma sarà anche il Principe di Danimarca in una prossima produzione teatrale londinese.

Come riportano i soliti ben informati, "Jude non ne può più di tutte le chiacchiere e le speculazioni riguardanti la sua relazione con Sienna Miller, ed adora Shakespeare, quindi si dedicherà con entusiasmo all'interpretazione di Amleto". Kalos kai agatos !

mercoledì 20 settembre 2006

L'uovo di Colombo

Cosa regalare ad una persona che ha tutto? Niente! La confezione contenente niente è in vendita su questo sito >>, e costa pure cara: 3.49 Pounds. L'idea è accattivante, ma troppo furba per avere una qualche attrattiva, almeno su di me: in effetti, a prescindere dalla frasine-esca "aprite la confezione e godetevi il momento in cui non succede niente. Assaporate quell'istante", mi sembra un furto bello e buono, tanto che la vera genialata non consiste nell'offrire un'alternativa a chi deve fare un regalo, quanto nell'aver messo in vendita qualcosa di inesistente. E nel farselo pagare caro. A quel punto, meglio il mio libro...

Vivi il sogno

Vivi il sogno, dice la pubblicità di Calvin Klein relativa al profumo Euphoria, il cui testimonial è Mr. Andrew Stetson, l'ultima delle mie fissazioni senili in ordine di tempo (vedi qui, qui, qui, qui...). Non so a quale sogno si riferisca la foto, ma se lo domandate a me, certo non vi risponderei "quello di mettere dell'acqua di colonia"...

martedì 19 settembre 2006

Peli superflui

Un modo discutibile ma senz'altro spiritoso per risolvere i problemi di peli superflui... eliminarne la maggior parte, conservandone alcuni soltanto ;) Dedicato a chi ama l'uomo villoso...

Distributori automatici

Il distributore automatico di biancheria intima femminile usata ebbe una qualche diffusione in Giappone, una decina di anni fa >>.

L'attrazione erotica per buru-sera, termine derivato dalle parole inglesi bloomers e sailor, cioè per le ragazzine vestite con le divise scolastiche da marinarette è ancora fortissima, tanto che a tutt'oggi centinaia di riviste sono dedicate proprio a questo genere di intrattenimento per adulti.

Le ragazzine spesso sono raffigurate col volto oscurato, (ma non sempre) e mostrano atteggiamenti da bambine che contribuiscono al loro fascino erotico. Si dice anzi che in Giappone le trentenni tengano un comportamento infantile (risatine, ammiccamenti ed orsacchiotti) per poter recuperare almeno parte dell'attrattiva perduta con l'età...

Ora che i distributori automatici di mutande di adolescenti sono illegali, l'attenzione dei regolari dagli occhi a mandorla si è spostata verso un altro modo per conquistare gli ambiti trofei: il pantsu getta, e cioè la caccia al tesoro - non sto a dirvi quale sia il trofeo. Si pubblica su una bacheca in Rete l'annuncio che un paio di mutande è stato nascosto, e i partecipanti, rivolgendo domande alle fanciulle che hanno sepolto il tesoro, cercano di localizzarlo nella città - per quanto, alle volte, l'annuncio si riveli una sòla, che fa perdere tempo a tutti >>

I regolari sono davvero strani!! Io la caccia alle mutande di un ventenne (senza il ventenne dentro) mica la darei... e voi?!?

P.s. c'è qualcuno che ha un surplus di mutande, ma se ne sbarazza...

lunedì 18 settembre 2006

Robbie spupazzato

Mr. Williams non è, nè è mai stato omosessuale. Questo hanno fatto sapere gli avvocati del buon Robbie, una volta vinta l'ennesima causa contro i maliziosi tabloid. Non abbiamo problemi a credere loro (per quanto...), ma è vero che alcune immagini di Rob danno comunque un po' da pensare. Qui vedete il Sig. Williams insieme al suo best bud Jonathan Wilkes >>, anche lui cantante, in alcuni scatti tratti da un programma TV, scatti dai quali è lecito desumere una certa familiarità tra i due giovanotti.

Anzi, ad essere un po' maliziosi, si potrebbe vedere un po' di sano omoerotismo fare capolino nelle foto: del resto John fa il gesto di denudare un poco Robbie, discostando la maglia...

Pare che Jonathan sia apparso al fianco di Robbie come guest star del concerto di quest'ultimo, causando un po' di sconcerto tra i fans che non si sono detti particolarmente interessati nel vedere i due che si pasturano, che si danno pacche sul sedere e canticchiano abbracciati...

La verità è che Mr. Williams è sempre stato a proprio agio col suo corpo e, da esibizionista qual'è, non ha mai avuto difficoltà a mostrarsi quasi completamente nudo, o, addirittura, a farsi spupazzare dal primo venuto, e a consentirgli anche di saggiare anche la sua consistenza di uomo di spettacolo (...)

Come vedete Rob ha un buon fisico ma non è esattamente una corda di violino: ciononostante, ha riscosso sempre un grosso successo tra gli uomini e anche a me è sempre piaciuto - per quanto, come sapete, i miei gusti sono di solito un po' più raffinati...

In ogni caso, se a qualcuno fosse rimasta la curiosità di vedere sotto lo slippino di Rob, nel blog trovate notizia del suo "peep show" mostrato tempo fa in Rete, o anche questo vecchio full frontal, evidentemente vietato ai minori.

sabato 16 settembre 2006

Bisognini

"Un uomo sorpreso ad urinare nella proprietà di Tom Cruise è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico. Stando alla rivista Life & Style che ha riportato la notizia, l'uomo, del quale non si conosce il nome, è stato ripreso in video mentre liberava la vescica nella tenuta di Los Angeles dell'attore ed è stato prontamente fermato ed arrestato dalla Polizia di Beverly Hills. Cruise, la sua fidanzata Katie Holmes e la neonata Suri si trovavano nella villa quando l'episodio è accaduto lo scorso giovedì 14 settembre." (fonte >>)

Non c'è che dire, Tom Cruise riesce in ogni caso a far parlare di sè, e tutto quello che gli orbita attorno fa comunque notizia, compreso il tizio che gli fa pipì in casa (ma ad alcuni certe cose non dispiacciono), o la figlia che i bisognini glieli fa direttamente dentro casa, per il ludibrio dei più (!)

Chissà che, invece, lo sconosciuto orinatore non intendesse fornire a Mr. Cruise dell'elettricità gratuita. Sapevate della torcia elettrica alimentata a pipì?!? >>

Minestra riscaldata

Ammettiamolo, Apple ha inventato la minestra riscaldata dei lettori mp3, riproponendo il "vecchio" iPod Shuffle, ma lo ha fatto come al solito con grande intuito ed intelligenza: abbassando il prezzo e ricorrendo ad un design ultra cool: via lo chassis di plastica bianca, che fa tanto giocattolo da bambini, sostituito da metallo satinato e introduzione di una clip per gli abiti. Dovrebbe costare un'ottantina di dollari: uscita prevista entro la prima decade di ottobre... Temo che Apple si sia assicurato almeno un compratore... ;)