martedì 19 settembre 2006

Distributori automatici

Il distributore automatico di biancheria intima femminile usata ebbe una qualche diffusione in Giappone, una decina di anni fa >>.

L'attrazione erotica per buru-sera, termine derivato dalle parole inglesi bloomers e sailor, cioè per le ragazzine vestite con le divise scolastiche da marinarette è ancora fortissima, tanto che a tutt'oggi centinaia di riviste sono dedicate proprio a questo genere di intrattenimento per adulti.

Le ragazzine spesso sono raffigurate col volto oscurato, (ma non sempre) e mostrano atteggiamenti da bambine che contribuiscono al loro fascino erotico. Si dice anzi che in Giappone le trentenni tengano un comportamento infantile (risatine, ammiccamenti ed orsacchiotti) per poter recuperare almeno parte dell'attrattiva perduta con l'età...

Ora che i distributori automatici di mutande di adolescenti sono illegali, l'attenzione dei regolari dagli occhi a mandorla si è spostata verso un altro modo per conquistare gli ambiti trofei: il pantsu getta, e cioè la caccia al tesoro - non sto a dirvi quale sia il trofeo. Si pubblica su una bacheca in Rete l'annuncio che un paio di mutande è stato nascosto, e i partecipanti, rivolgendo domande alle fanciulle che hanno sepolto il tesoro, cercano di localizzarlo nella città - per quanto, alle volte, l'annuncio si riveli una sòla, che fa perdere tempo a tutti >>

I regolari sono davvero strani!! Io la caccia alle mutande di un ventenne (senza il ventenne dentro) mica la darei... e voi?!?

P.s. c'è qualcuno che ha un surplus di mutande, ma se ne sbarazza...

Nessun commento: